Forum Elezioni 2010 :: Le bugie elettorali del senatore
AutoreMessaggio
cavcnacc
Reg: 30 Gen 2010
Msg inviati: 546
Le bugie elettorali del senatore
Inviato il: 24 Mar 2010, 15:26
 
Martedì 23 Marzo 2010
Fondi, l’esponente di Sinistrà e Libertà accusa di millantato credito il coordinatore del Pdl
Le bugie elettorali del senatore
Vecchio: «Fazzone si attribuisce i meriti per le opere realizzate dalla Regione»
di Maria Sole Galeazzi

PUBBLICITA’ «piglia tutto», la corsa ai meriti della campagna elettorale. Si parla in realtà di opere pubbliche e del senatore Claudio Fazzone attaccato ancora una volta dall’esponente di Sinistra e Libertà Daniele Vecchio candidato alle regionali. In realtà Vecchio il senatore Fazzone lo aveva già bacchettato, ed anche faccia a faccia e di fronte a mezza Italia, durante la puntata di Anno Zero sul caso Fondi.
«In questi giorni imperversa una pubblicità elettorale del senatore Fazzone commenta Daniele Vecchio - che elenca una serie infinita di opere pubbliche e riqualificazioni attuate a Fondi, tutte riconducibili al suo operato. Con lo stile di chi è abituato a millantare crediti fasulli, Fazzone si appropria di tutto per pubblicizzare la sua immagine.
Occorre ristabilire la verità e ricordare che gran parte dei fondi stanziati per il recupero sono merito della giunta di centro sinistra. In questi cinque anni l'assessorato all'Ambiente e Cooperazione tra i Popoli, guidato da Filiberto Zaratti di Sinistra Ecologia Libertà, ha stanziato per acquisizioni, recuperi e riqualificazioni a Fondi oltre 13 milioni di euro. Nell'elenco rientrano l'Abbazia di San Magno, il complesso di San Domenico, Villa Cantarano, Palazzo Caetani, il mulino di Sette Cannelle, il Creia, Villa Placitelli, il Castello Baronale. Senza contare i fondi per l'abbattimento dell'ecomostro Isola dei Ciurli e le recenti acquisizioni del nuovo Parco dei Monti Ausoni, come la grande tenuta di Sugarelle in prossimità del Lago. Tra le altre cose, Fazzone si è assunto anche i meriti del Centro Multimediale, realizzato dalla giunta Badaloni e completamente abbandonato dall'amministrazione comunale di centro destra. E si è vantato persino della monumentale e dispendiosa nuova casa comunale, finita nella relazione del Prefetto per le irregolarità e le procedure sospette di interessi mafiosi, per la quale i cittadini fondani pagheranno un mutuo spaventoso per molti anni a venire. Per non parlare dello scempio urbanistico del nuovo anfiteatro con annessi box privati. Nel lungo elenco di opere sciorinato il Senatore ha mancato di citare, invece, il suo capannone in località Pantanello, realizzato con fondi europei e poi inutilizzato, e la sua villa abusiva in località Cocuruzzo: due delle opere più faraoniche realizzate sul nostro territorio».
 
Forum Elezioni 2010 :: Le bugie elettorali del senatore