Archivio forum

Fondi e i Fondani :: Isola dei ciurli: ora il comune di fondi deve abbattere!
pag. 1, 2, 3 , 4  avanti...»
AutoreMessaggio
brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
Isola dei ciurli: ora il comune di fondi deve abbattere!
Inviato il: 11 Set 2007, 18:36

 

                                               

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

NESSUNA SCUSA, ORA IL COMUNE ABBATTA

GLI SCHELETRI DELL’ISOLA DEI CIURLI

 

 

La vicenda della lottizzazione abusiva dell’Isola dei Ciurli segna un altro importante passo in avanti verso l’abbattimento dei 21 scheletri e la restituzione ai cittadini di Fondi di quell’area.

Il Procuratore della Repubblica Dott. Giuseppe Mancini ha dichiarato in conferenza stampa che con il deposito della Sentenza della Corte d’Appello di Roma si è messo definitivamente fine alla lunga vicenda giudiziaria. Ora tocca al Comune di Fondi di procedere senza indugio all’abbattimento dell’ecomostro.

E la Giunta di centro-destra guidata dal Sindaco Luigi Parisella, facendo buon viso a cattivo gioco si è premurata di far sapere che vorrebbe effettuare gli abbattimenti ma che il costo degli stessi, valutati in circa 720.000,00 €uro, sono insostenibili dal solo Comune di Fondi e rimpalla chiedendo il sostegno del Ministero dell’Ambiente e dell’Assessorato regionale all’Urbanistica.

Ebbene, l’Assessore Regionale all’Urbanistica On.le Massimo Pompili fa sapere che non mancherà certamente il contributo economico della Regione Lazio e che si farà carico di sollecitare in tal senso anche il Ministro dell’Ambiente On.le Pecoraro Scanio.

Sicuramente Regione e Governo nazionale non potranno sostituirsi totalmente al Comune di Fondi che dovrà, comunque, garantire la sua quota.

Una cosa è certa: nessuna giustificazione sarà data al Sindaco Parisella per evitare di procedere alla rimozione definitiva dell’abuso più eclatante avvenuto sulla nostra costa.

Ricordiamo, inoltre, che la Regione Lazio ha inserito l’area dell’Isola dei Ciurli nel perimetro del Monumento naturale del Lago di Fondi e Monte San Biagio, ciò prefigura non solo una salvaguardia integrale di quel territorio, ma la possibilità che, considerata la sua collocazione, che in essa possa essere realizzato un vero Parco pubblico attrezzato.

Sarebbe un altro segnale importante dato a chi continua ad aggredire il nostro territorio a fini puramente speculativi.

In questa Italia martoriata dalla cementificazione delle coste, dagli incendi che distruggono migliaia di ettari di boschi e di verde, in cui troppe volte i Piani Regolatori dei Comuni divengono strumenti non di programmazione di un ordinato e razionale  sviluppo urbanistico ma confezionati ad uso e consumo degli “amici”; la conclusione esemplare con l’abbattimento dell’ecomostro dell’Isola dei Ciurli, ridà speranza a continuare nella battaglia di salvaguardia dell’ambiente e per l’affermazione della legalità.

 

 

Democratici di Sinistra

Il Segretario – Bruno Fiore

 

 

 

                                                                       Roma, 11 settembre 2007

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA

 

 

FONDI (LT) – ISOLA DEI CIURLI

 

LA REGIONE LAZIO CONFERMA LA VOLONTÀ DI PROCEDERE ALLA DEMOLIZIONE DEI 21 SCHELETRI DI CEMENTO CHE DA 40 ANNI DETURPANO LA BELLEZZA DELLA PIANA DI FONDI. 

 

L’Assessore  Pompili “A tale scopo la Regione Lazio si è attivata per individuare, sia tutte le possibilità di finanziamento dell’operazione, sia le forme di collaborazione interistituzionale per supportare il Comune di Fondi nel pieno ripristino della legalità sull’importante porzione di territorio”.

 

 

 

“La trascrizione della sentenza della Cassazione pone la parola fine sullo scempio abusivo compiuto nell’area di Isola dei Ciurli e sull’accertamento delle responsabilità ad ogni livello nell’intera vicenda. I 21 scheletri di cemento che da 40 anni deturpano la bellezza del paesaggio della piana di Fondi devono essere demoliti. La Cassazione conferma l’esito dell’azione di vigilanza avviata due anni fa dagli uffici dell’Assessorato al cui termine la Regione ha già diffidato il Comune di Fondi a procedere all’annullamento del progetto di lottizzazione e di provvedere alla demolizione dei 21 edifici – Afferma Massimo Pompili, Assessore all’Urbanistica e Vicepresidente della Giunta -  La Regione Lazio ribadisce la ferma volontà di arrivare al più presto alla demolizione dell’ecomostro e  come richiesto nei giorni scorsi dalla Procura della Repubblica si è già attivata per individuare, sia tutte le possibilità di finanziamento della demolizione, sia le forme di collaborazione interistituzionale per supportare il Comune di Fondi nel pieno ripristino della legalità sull’importante porzione di territorio”.

 

 

 

 

 

cecco
Inviato il: 11 Set 2007, 19:05
carissimo signor fiore, devo essere sincero: non riesco ad entusiasmarmi piu' di tanto per l'abbattimento prossimo (?) dell'eco mostro. Non ci riesco perche', dopo quarant'anni di diatribe, denunce, tar , cassazione e tribunali vari, sulle quali si sono giocate elezioni a sindaco e carriere politiche,qualcuno dice corruzioni e tangenti, si e' perso tempo prezioso per fare dell'agglomerato di villini qualcosa di veramente utile per la comunita' e cioe' la trasformazione di essi in bene pubblico. Ora siamo tutti contenti : i villini verrano abbattuti e finalmente ci godremo il sollazzo delle cicogne che verranno a nidificare: e se ne sentiva la mancanza. Siamo ostaggio dei verdi e dei pseudo ambientalisti, figli di papa' (alcuni) che sprecano la paghetta settimanale per dedicarsi al birdwatching , pronti a  fare pipi' sulla macchia mediterranea (che e' tanto chic )e fare di una delle coste piu' lunghe d'italia, terra di nessuno, impedendo, di fatto, la realizzazione di un sano ed equilibrato turismo che possa sottrarre questo martoriato paese ( dal punto di vista della gestione della cosa pubblica) alla gogna del mof, dove, a volte, tra tonnellate di coca ( e non lo dico io, ma e' cronaca quasi quotidiana) a stento e' possibile intravvedere qualche foglia di lattuga. Contenti voi...
piojo

Collaboratore
Reg: 14 Set 2003
Msg inviati: 396
Inviato il: 11 Set 2007, 20:01

 Ora i verdi saranno contenti... però c' è una domanda che mi ronza sempre in testa e al quale non riesco a dare risposta: l' isola dei ciurli = ecomostro, i campeggi presenti a pochi metri =.........???? Sinceramente proprio non riesco a vederla la differenza, o forse i bungalow so più belli...?? beh può essere. Fatto sta che come diceva Cecco ormai i fabbricati ci sono, ora i soldi per abbatterli cmq ci vogliono e ce ne vogliono anche molti, per recuperarli ce ne vogliono lo stesso ma almeno qualcosa di utile rimaneva in mano al comune. Ambientalisti permettendo ovviamente...

cecco
Inviato il: 11 Set 2007, 20:10
piojo ha scritto:

 Ora i verdi saranno contenti... però c' è una domanda che mi ronza sempre in testa e al quale non riesco a dare risposta: l' isola dei ciurli = ecomostro, i campeggi presenti a pochi metri =.........???? Sinceramente proprio non riesco a vederla la differenza, o forse i bungalow so più belli...?? beh può essere. Fatto sta che come diceva Cecco ormai i fabbricati ci sono, ora i soldi per abbatterli cmq ci vogliono e ce ne vogliono anche molti, per recuperarli ce ne vogliono lo stesso ma almeno qualcosa di utile rimaneva in mano al comune. Ambientalisti permettendo ovviamente...

il problema, caro piojo, e' che ormai di quei ruderi, sottoposti a quattro decenni di intemperie, non se ne puo' fare piu' nulla: a questo punto, in effetti, vanno solo abbattuti, prima che crolllino in testa a qualche ambientalista dell'ultima ora , intento nell''osservazione delle abitudini sessuali dell'upupa nostrana. Sui campeggi: tutti proprio regolari regolari pare che non lo siano proprio... Molti aprono, poi li fanno chiudere, poi riaprono. Dubbi anche sull'altro complesso residenziale che dista poche decine dimetri dall'isola dei ciurli che, stranamente, non impedisce pero' il volo delle cicogne, E dubbi anche sulle abitazioni private di qualche prefetto, funzionario o altro che insiste su quelle zone: ma, via, non facciamo di ogni erba un fascio!
prezzemoline
Reg: 12 Feb 2006
Msg inviati: 314
L'ISOLA DEI CIURLATI
Inviato il: 14 Set 2007, 15:48

Tutto questo parlare dell'Isola dei Ciurli ha dato  visibilità  agli ambientalisti, che hanno raggiunto il loro scopo.

Peccato però che il comune non salvi almeno le prime costruzioni in buone condizioni che potevono essere utili alla comunità.

 

frank
Reg: 29 Gen 2007
Msg inviati: 1089
Inviato il: 14 Set 2007, 20:03

sono della stessa idea di cecco.

siamo davvero contenti di questa prossima vittoria dei verdi e degli ambientalisti che però non riescono a farci capire come mai nessuno di loro dice nulla sulle restanti case, vista mare, che si trovano proprio di fronte ai ciurli.

perchè il comune noin recupera una parte di quelle case e ci fa davvero qualcosa di interesse pubblico tipo un vero ufficio  informazioni turistiche, presidio vigili urbani, pronto soccorso estivo.

infatti non sarebbe male che l'attuale maggioranza regionale ed i loro rappresentanti locali si facessero carico di trovare risorse per recuperare una parte di quelle case.  invece mik sembra che ci sia solo un accanimento politico: bisogna dimostrare a tutti i costi che una parte politica ha vinto  a danno di un altra parte.

dice bene cecco siamo ostaggi dei verdi e degli ambientalisti di turno  che però non ci sanno dire come a roma, guidata dal neo leader PD weltroni,  si continua a cementificare dappertutto vedi recente e piccolo intervento all'EUR dove hanno stravolto una viabilità consolidata per agevaolare l'ingresso in un piccolo centro commercaile con 24p attività commerciali e 40 ristoranti. cose per pochi intimi. e' evidente che qualcosa non funziona.

siamo ostaggi deiverdi che hanno sollecitato l'istituzione del monumento del lago di fondi (vincolato non si sa per quante volte) e hanno chiesto ed ottenuto al padron marrazzo un decreto con cui a km di distanza, senz aalcuna conitnuità territoriale, dal lago hanno inserito l'isola dei ciurli ed il depuratore comunale. io mio domando e dico ma quali sono i motivi veri e le finalità di questo  monumento ? tutelare questi scheletri  ed il depuratore.

comunque contento il sig. fiore ed i suoi seguaci di utilizzare 700 mila euro per abbattere i ciurli. ma non sipotevano utilizzare per integrare i ciurli in un  parco acquatico o cose simili. questo bisogna fare un bel parco giochi così i famosi vip dirimpettai se la dovranno vedere con orde oceaniche di bambini e adulti che verranno a fondi per consolarsi nell'area dell'ex ecomostro.

BUON DIVERTIMENTO

 

 

 

cecco
Inviato il: 14 Set 2007, 20:43
caro frank, mi fa piacere constatare che concordi con me. Comunque ho bisogno di chiarire un paio di cose. io non sono un antiambientalista, anzi penso che verdi e simili agiscano in maniera molto spesso corretta. Io contesto solo il fatto che la loro presenza, che oramai non e' piu' fine a se stessa oppure garante della slavaguardia del bene "verde" pubblico, e' in realta' una lobby di potere che ognuno scatena a proprio piacimento ( da una parte politica e  dall'altra) per perseguire , appunto, scopi politici. Quando si "festeggia" per un abbattimento che costera' quello che costera'; quando ci si rallegra mentre un proprietario perde un bene immobile quando , anni addietro, qualcuno glielo ha concesso  a norma di legge ( a meno che qualcuno non riesca a provare una corruzione), quando si privilegia la mera osservazione della natura, la salvaguardia delle specie animali a scapito di una corretta ed equilibrata utilizzazione dello spazio pubblico ( fatene quello che volete, un parco, un percorso naturale, oppure tutto quello che hai detto tu, purche' se ne faccia qualcosa), allora quando tutto questo accade, c'e' qualcosa che non funziona piu'. Fra vent'anni, stai certo, l'isola dei ciurli verra' abbattuta e staremo tutti in trepidante attesa che sul quel sito rinascano i dinosauri : nel frattempo, non accadra' nulla e staremo tutti qui a chiederci come mai a Fondi non si riesce a far sviluppare una parvenza di turismo. ciao
Davide
Reg: 26 Dic 2005
Msg inviati: 197
Bene, avanti tutta
Inviato il: 15 Set 2007, 4:49

Bene procuratore, avanti tutta con le ruspe... Dopo aver demolito l'isola dei Ciurli, si continui a demolire a Tumilito e un domani anche a tutta la zona dei prefetti.

Ridati la duna ai loro legittimi proprietari, cioè i cittadini.. Riguardo i campeggi state tranquilli, dopo quest'estate il sequestro di 7 campeggi a Latina Lido, che dal 2005 non avevano demolito gli abusi (e sono accusati di lottizzazione abusiva), è molto probabile che l'attenzione del procuratore si sposti su Fondi.

Intanto è sicuro che il procuratore chiederà tutte le concessioni edilizie rilasciate al Cucuruzzo, e non è detto che non indaghi anche su altre concessioni...

Cmq sia è ora di vedere le ruspe anche demolire gli immobili abusivi sul lungomare di Latina, e su quello di Terracina...

Forza ruspe!!! Schiacciateli!!

Riguardo al fatto del Monumento del Lago di Fondi ha fatto bene Marrazzo a vincolare quanti ettari di terreno possibile. Non vorrete mica che la camorra ci metta gli occhi sopra e ricicli altri soldi?

DAVIDE

cecco
Ed io pago!
Inviato il: 15 Set 2007, 13:31
e' notizia di stamattina che l'abbattimento dell'isola sara' per gran parte a carico dei contribuenti. Ora vediamo chi si lamentera' piu' dell'ecomostro.
rob

Reg: 22 Ago 2002
Msg inviati: 2232
Re: Ed io pago!
Inviato il: 15 Set 2007, 14:00
cecco ha scritto:
è notizia di stamattina che l'abbattimento dell'isola sara' per gran parte a carico dei contribuenti. Ora vediamo chi si lamentera' piu' dell'ecomostro.



ho letto!
la parola d'ordine è una sola :
fare cassa , quindi ,


spremere, spremere, spremere. ...
noi siamo classificati come
semplici contribuenti da spremere. .
siamo polli da batterria pronti per essere spennati!!!
bisogna pagare e in anticipo ,  senza controllo, senza fiatare!!!
l'onesta' è un optional   ( si paga a parte )
Cari amministratori, ATTENZIONE, c'è rimasta sola la buccia!!!!!!!!
brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
Gli ambientalisti, chi sono costoro?
Inviato il: 15 Set 2007, 22:01
Non capisco e non condivido assolutamente tanto astio e tanta ironia nei confronti degli "ambientalisti". Cos'è,   il retaggio di una cultura industrialista? O, peggio, di un'ignoranza dei gravi problemi che una colpevole disattenzione alle questioni ambientali ha prodotto sul nostro territorio e nelle nostre città? Io sono sicuro che nessuno di voi che ironizza sugli ambientalisti "figli di papà" che vanno a fare pipì nei boschi e si sentono realizzati nel vedere abbattuti i 21 scheletri  dell'Isola dei Ciurli, sia così poco attento alle problematiche ecologiste. Anche perchè, in altre discussioni, avete dimostrato grande sensibilità a certe tematiche e, in altre occasioni, un  senso di rabbia per l'aggressione selvaggia della speculazione edilizia sulla nostra costa e non solo. Si può essere sempre un passo più avanti in ogni cosa e si può essere sempre più bravi di qualcun'altro. Se si abbatte l'Isola dei Ciurli, siamo pronti a dire perchè non abbattiamo le ville abusive della zona dei Prefetti? Se si istituisce il Monumento naturale del Lago di Fondi, si potrebbe obiettare che si è istituito il Parco naturale di Settecannelle, dopo aver praticamente distrutto quel prezioso ecosistema. Tutto vero.
Ma ci rendiamo conto di quanto sia difficile in questa nostra Italia, che non è un paese normale, fare certe cose?   
Ci lamentiamo che l'abbattimento dell'ecomostro Isola dei Ciurli costerà ai contribuenti italiani circa 700.000,00 euro. E allora cominciamo a dire che questa è un'ingiustizia, che forse sarebbe meglio non abbattere, che i costi dell'abbattimento e del ripristino di quell'area dovrebbe pagarli chi si è reso responsabile di quel crimine. Giusto! Ma per fare ciò dovremmo cambiare un bel pò di leggi.
Morale della favola: i cittadini in un paese normale sentono il bisogno di partecipare alla vita politica per far sentire la propria voce. Sento già e vedo già i vostri sorrisetti ironici. Perchè , in questi giorni in cui è di moda parlare di "casta" e di "grillismo", chiedere a qualcuno di impegnarsi a fare politica si rischia come minimo di prendersi un sonoro vaffanculo.
Niente male.
Davide
Reg: 26 Dic 2005
Msg inviati: 197
Inviato il: 15 Set 2007, 23:25

Caro Cecco,

ma all'attuale proprietario, un commerciante di Fondi, chi glielo ha fatto fare ad andarsi a prendere all'asta quegli immobili?  Non glielo ha mica ordinato il dottore, eppure sapeva che c'erano in corso processi per lottizzazione abusiva, e che si sarebbe potuti arrivare alla demolizione..

Io non sò in base a quali convizioni egli si sia lanciato in questa impresa, ma diciamo che era un impresa altamente rischiosa.. Ora si se ritrova con un pugno di mosche in mano, fatti suoi..

Per coloro che dicono il Comune non poteva fare questo o quell'altro.. Inannzitutto ormai il cemento è talmente rovinato, che per sistemare tutto ci vorrebbero una miriade di soldi, altro che 700 mila euro. E sarebbero soldi pubblici, comunali o regionali, ma sempre pubblici..

Riguardo l'abbattimento io sò che le leggi sui condoni e il testo unico sull'edilizia prevedono che gli abbattimenti le effettua il comune, salvo poi rivalersi sui proprietari..

Ecco io non sò se è possibile rivalersi sui proprietari, visto che quello attuale non aveva materialmente commesso l'abuso, mentre i vecchi proprietari sono andati a zampe pell'aria..

Cmq sia 700 mila non sono un costo pazzesco, sopratutto paragonato agli sprechi che ci sono nelle pubbliche amministrazioni...

Magari forse era meglio che il Procuratore chiedesse l'intervento del Genio Militare, come hanno fatto con il quartiere abusivo scoperto l'anno scorso a Casalnuovo di Napoli.

Si sarebbe forse risparmiato qualche soldo...  Comunque sia una cosa è certa, l'Isola dei Ciurli non è la fine, ma deve rappresentare l'inizio della lotta contro gli abusivi in provincia di Latina, visto che per decenni, a parte qualche iniziativa di qualche commissario prefettizio, nei nostri comuni si è fatto poco e niente sul fronte delle demolizioni..

ANACLERIO

cecco
Inviato il: 17 Set 2007, 9:12
l'attuale proprietario sapeva che poteva andare incontro a queste cose: il primissimo proprietario no! E' a quello che mi riferisco. Sull'intervento di brfiore non ho molte cose da aggiungere se non che ognuno si sente pienamente ambientalista a proprio piacere. La politica dei piccoli passi non mi piace,o si abbatte tutto e subito o niente. L'ironia su beppe grillo ( che non mi e' simpatico) non la condivido, visto che rappresenta il pensiero di tre quarti della popolazione. Fossi in Fiore, mi preoccuparei del fatto che trecentomila persone sono andati ad ascoltarlo e mi interrogherei sul fallimento della politica in genere ( quella intesa in senso stretto). Continuo a ritenere molti ambientalisti figli di papa' e insensibili ai veri problemi della societa' di oggi : il volo di una cicogna e l'ebbrezza della pipi' controvento non sono il massimo della vita.
frank
Reg: 29 Gen 2007
Msg inviati: 1089
Inviato il: 19 Set 2007, 12:49

Tutti contenti per il Parco regionale dei Monti Ausoni che sembra sia diventata una realtà.

Ma siamo davvero convinti?

Il Parco dei Monti Ausoni si estende su una superficie di 12 mila ettari compresi nelle province di Latina e Frosinone. Nove i Comuni (Amaseno, Monte San Biagio, Castro dei Volsci, Pastena, Sonnino, Terracina, Vallecorsa, Lenola e Fondi) nei quali si trovano i beni ambientali, paesaggistici, monumentali e storici di straordinaria importanza. Tanto per fare qualche esempio: il Monumento naturale del Lago di Fondi in cui c'è l'isola dei ciurli, il depuratore comunale ed ettari infiniti diterreno che distano dal lago di Fondi kilometri ma inserito solo per il gusto  di qualcuno di mettere un altro vincolo sul nostro comune.

Il Fiore fondano afferma la priorità e la giustezza di queste scelte che portano ad una reale salvaguardia del territorio e a scongiurare il rischio di lottizzazioni selvagge.

Perchè il Fiore non interroga il suo collega romano ed i suoi compagni ambientalisti della capitale su come sono state fatte decine di varianti speciali per recuperare interi quartieri costruiti sul verde pubblico e come mai  non ci speiga come hanno fatto a realizzare un mega centro commerciale alle porte di roma?

Non sono esperto di politica e non nutro larga fiducia nei politici locali di destra nè tantomeno di sinistra ma questa cosa mi sembra tanto una ripicca tra i due schieramenti per dimostrare solo chi è più forte.

In ogni caso, non sono contrario al monumento e al parco che sono convinto possano essere una opportunità di attrazione di risorse economiche per lo sviluppo del terriotorio, sono perplesso sul perchè è stato individuato un altro parco nella nostra area quando già esiste il parco degli aurunci, sul perchè è stato isituito il monumento del lago quando il lago è già protetto non si quante volte da strumenti comunitari e nazionali, sul perchè la planimetria di questo monumento continua a subire variazioni e modifiche a seconda degli "umori" di qualcuno, sul perchè  si accendono gli animi di destra e disinistra su queste cose che devono appartenere a tutti, sul perchè queste istituzioni diventano contenitore di occupazione solo per i seguaci dei politici che ne hanno determinato l'istituzione, sul perchè tutti coloro che hanno avuto un qualsiaisi e minimo impegno in politica (dall'attacchino al dirigente di partito) ce li ritroviamo sotto mentite spoglie nelle vesti di tutori ed esperti di ambiente; sul perchè queste risorse non vegnono utilizzate in modo diverso e se queste risorse potranno essere garantire con continuità visto e considerato che ormai la tendenza nazionale è quella dell'alternanza quindi ogni 5 anni si cambia la maggioranza che procede ad azzerare le cose buone o cattive fatte dalla precedenza; sul perchè nessuno spiega come facciano a dire che l'isola dei ciurli merita la proptezione del monumento e rio claro o riva dei greci (zona prefetti) non siano meritevoli di questa tutela ambinetale; sul perchè alcune aree edificabili sono state vincolate ed altre no; sul perché è stato inserito il depuratore comunale nel momumento naturale del lago.

Diciamocela tutta in queste circostanze molti protettori dell'ambiente non sanno nemmeno di cosa stanno parlando....

 

 

  

firenze
Reg: 30 Gen 2007
Msg inviati: 760
Inviato il: 19 Set 2007, 19:02

Il Presidente della Commissione Ambiente; Bucci - forse ex forza italia -  in merito ha detto:

La necessità di creare questa area protetta - dice il consigliere regionale dello Sdi e presidente della commissione, Claudio Bucci - nasce anche dall'esigenza di contrastare le forti pressioni di lobby affaristiche sospettate di collegamenti con la realizzazione di un vasto piano di cementificazione».

Ma dico io alla luce di queste dichiarazioni il Procuratore capo della Repubblica, le forze dell'ordine tutte, non sentono l'obbligo di convocare il consilgiere regionale quale persona informata e chiedere quali sono "le forte pressioni di lobby affaristiche"  acui si riferisce?

E' possibile che nessuno riesce a fermare questa azione continua e persistente di denigrazione, umiliazione  e delegittimazione del territorio della città e dell'intera provincia?

Al riguardo invence è intervenuto anche Claudio Moscardelli (Margherita) che dopo aver sentenziato sul MOF (la presidenza è spettata ai DS - quindi non va bene nulla) ha detto «è importante capire che l'istituzione del Parco Monti Ausoni e lago di Fondi rappresenterà un'opportunità e non un vincolo per le popolazioni locali. Infatti - spiega - garantirà non soltanto la tutela dell'ambiente e della ricchezza storico culturale presente sul territorio, ma consentirà l'accesso alle risorse per la promozione del turismo e dello sviluppo sostenibile nell'agricoltura.

Analizziamo:

un opportunità e non un vincolo. Cosa significa in concreto? La realizzazione di una fattoria didattica o il centro di educazione ambientale dove poter inserire altri parenti e o amici che tanti si accalorano a difendere queste scelte? Cosa pensano di fare per incrementare il turismo? Lo sapete che con il vincolo del parco e del monumento è stata bloccata la realizzazione di alberghi e villaggi turistici che avrebbere contribuito a far crescere il territorio da un punto di vista turistico? Il motivo sempre l'ombra degli uomini cattivi e pericolosi che vogliono fare lobby affaristiche.......qualcuno  mi spiegasse se queste degli ambientalisti estremi non rappresentano una sottospecie di lobby....

Garantirà la tutela dell'ambiente e della ricchezza storico culturale: Glielo potete dire a Moscardelli che hanno inteso tutelare il depuratore comunale?

La ciliegina è la dichiarazione del DS Domeico Di Resta . Secondo l’esponente Ds, invece: «E’ un ulteriore punto di tutela e valorizzazione del nostro territorio operato dalla Regione Lazio all’interno di un programma di investimenti strategici sulla qualità dell’ambiente che sta caratterizzando il mandato della giunta Marrazzo».

Quali sono i programmi di investimenti strategici? Questi programmi si stanno realizzando su tuttta la regione oppure sulle province scomode al centro sinistra.

sapete che la percentuale di aree protette e parchi della regione è concentrata solo sulla provincia di latina mentre la città capitale non risulta protetta allo stesso modo?

ve la dico in altre parole: non vorrei che tutti questi lacci e lacciuoli siano solo un pretesto per bloccare il nostro terriotorio da qualsiasi tipo di sviluppo e rilancio che possa infastidire e distrubare una lobby di persone che anni fa hanno scelto di soggiornare sul nostro litorale e oggi vogliono che la loro residenza estiva non venga disturbata......senza considerare l'impegno che hanno dedicato per sostenere la bocciatura del corridoio tirrenico perchè avrebbe permesso un facile collegamento con la cpitale e con tutto il resto di italia......

riflettete.............

brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
Risposte doverose . . . .
Inviato il: 19 Set 2007, 20:36

Cari Frank e Firenze,

i vostri interventi sono infarciti di luoghi comuni e di sincero risentimento contro i "politici" di destra ma, soprattutto, di sinistra. Possibile che siete così bravi da fare sempre la lenzioncina populista contro le lobby di sinistra che protegerebbero i ricchi proprietari delle ville dei prefetti. Addirittura scomodate Veltroni che a Roma starebbe cementificando tutta la periferia e non solo! Ma dove leggete queste primizie, dal "Giornale" del caro Berlusconi, dal "Libero" del caro Feltri o, meglio ancora, dalla "Padania"?

Vi rendete conto che a Fondi vi era un gruppo economico pronto a realizzare ben 500.000 metri cubi di cemento nella zona del Salto di Fondi. Vi dice nulla il nome SAIF e tutto qullo che girava intorno ad esso? Vi ricordate la vicenda della Fonte Acqua Azzurra e della Famiglia dei Casalesi che volevano investire in quel progetto? Cosa mi dite del fatto che se il MOF continua ad indebolirsi economicamente è sempre più esposto ad infiltrazioni malavitose?

Credete che il nostro caro Senatore e i suoi seguaci dell'amministrazione comunale siano pronti a scendere in campo per lottare apertamente contro questi pericoli o sono così preoccupati solo a dire che si sta infangando il buon nome della nostra città quando si parla di "certe cose"? Perchè certe cose non esistono, come non esistono la camorra, la mafia e lo spaccio a fiumi di eroina e cocaina, nella nostra Isola dei benpensanti.  

Fraterni saluti (e sono sinceri). 

 

Davide
Reg: 26 Dic 2005
Msg inviati: 197
Inviato il: 19 Set 2007, 23:58

Invece adesso quelli della SAIF si ritrovano con 400 ettari di terreno che sarà sempre e solo agricolo.. Uaha hah uaha..

O caro Fiore sono una parte di quei 400 ettari sono stati vincolati dal Monumento?

Io che non sono di Fondi, potresti raccontarmi di questa storia della fonte azzurra e dei Casalesi?

Grazie

DAVIDE

Davide
Reg: 26 Dic 2005
Msg inviati: 197
Inviato il: 20 Set 2007, 0:05

Cmq caro Fiore,

se sei onesto intellettualmente devi dire che a Roma, un pò come in tutta Italia, la speculazione edilizia stà prendendo il sopravvendo, cementificando ampie zone di campagna.

Perchè se non lo fai, rischi di non essere credibile, ed alcuni possono interpretare le tue posizioni come strumentali.

Se si è contro il cemento selvaggio e la speculazione lo si è sempre, sia che si sia in maggioranza, sia che sia all'opposizione.

DAVIDE

cecco
Il senso di bruno per i luoghi comuni.....
Inviato il: 20 Set 2007, 18:24

 non si puo' recintare ed interdire un intero territorio comunale per sottrarlo alla criminalita' organizzata. Potremmo, credo, fare di meglio: anche perche' , attualmente, il luogo meno sicuro d'italia e' il parlamento, visto che il dieci per cento di esso risulta aver problemi con la giustizia.Ma anche questo e' qualunquismo...... ciao bruno.

P.s. un saluto al consigliere di fazio, vittima di un brutto incidente, fortunatamente senza importanti conseguenze.

firenze
Reg: 30 Gen 2007
Msg inviati: 760
Inviato il: 20 Set 2007, 19:00

caro sig. brfiore mi spiace contraddirla ma non credo assolutamemte di essere stato popluista più di quanto non lo sia lei nel tratatre la questione visto e considerarto che ci continua a parlare  e ripetere di gruppi economici a fare interventi " a suo dire" poco chiari. perchè non sottopone la questione alle autorità giudiziarie? perchè se qualcuno sa qualcosa di strano non interviene con le giuste forme di giustizia?

leggevo la dichiarazione del Presidente Marrazzo che diceva stamattina sul giornale che il monumento rappresenta un presidio contro la camorra: Bella motivazione. Suggeritela ai vostri colleghi e compagni della regione campania dove si potrebbe fare di tante aree un monumento, bloccando lo sviluppo di un terriotorio solo perchè in quelle aree c'è odore di strano.

Non credo che bassolino abbia piacere di questa idea del collega marrazzo.....

Questo per dire che voi stessi sostenitori acerrimi del monumento avete peso la vera ragione del monumento e state palesando la vera motivazione : bloccare e vincolare un terreno di proprietà di una società che da quanto dice lei non è chiara. E' così che funziona?  

Quel terreno risulta edificabile dal 1973 e sicuramente all'epoca io non ero nato e probabilmente nemmeno molti degli attuali amministratori. Chi ha operato quella scelta di rendere edificabile tutti quei terreni lontani dal centro e se vogliamo  lontani anche dal mare?

Perchè non scioglie le perplessita che sono venute fuori dalla discussione ? questo parco serve davvero o è solo un strumento per bloccare qualcuno che diversamente non si è in grado di bloccare? Se fosse così la prego di non rispondere perchè ci toglierebbe anche il gusto di sperare nella giustizia.

Oltre ai potenti gruppi economici esistono le lobby di sinistra che di solito rendono benpensante una città ed un territorio ?

Alcune cose esistono e non possiamo negarlo.ma sembra che alcune di queste le siano più a cuore. sembra che il male della nostra città sia più il cemento che la droga e tante altre cose di cui è ovvio che bisogna occuparsene...

ma è possibile che nei suoi interventi si nascondono sempre pericoli di infiltrazioni malavitose in tutti gli ambienti della nostra città?   

non leggo nè il giornale perchè legato a latina oggi, nè libero, nè tanto meno la padania, ma per sua fortuna il messaggero

Senza rancore, credo che la discussione sia proficua per tutti.

Cordlai Saluti

Pluto

Reg: 20 Set 2006
Msg inviati: 720
Re: Il senso di bruno per i luoghi comuni.....
Inviato il: 20 Set 2007, 19:58

desidero aggiungere al sig. fiore, che ( e qui padre gino non potra' darmi che ragione) che chi e' senza peccato, scagli la prima pietra; l'isola dei ciurli, ciurlava anche  quando il comune di fondi era governato dalle sinistre ed anche allora nulla fu fatto; ora la quasi totalita' del nostro territorio e' soggetta a leggi regionali; tra poco (almeno cosi' dite) il neonato parco ausoni avra' un consiglio (vale a dire presidente, vice, assessori, consiglieri e direttore) pagati da noi insieme ad una pletora di inutili che nel parco avranno le + svariate mansioni;a fronte del poter utilizzare un vasto territorio x promuovere turisticamente un paese che solo ora comincia a comprendere cosa sia il turismo, esultate xche' vedete in prospettiva la possibilita' di occupare dei posti dirigenziali concessi x soli meriti politici e la rivincita su un paese reo di aver dato fiducia ed appoggio ad un concittadino; avrei altro da dire, ma, poiche' repetita iuvant, mi riservo di intervenire ulteriormente sull'argomento.

brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
LA RISPOSTE SONO IN ARRIVO
Inviato il: 20 Set 2007, 21:02

Carissimi,

non sono Walter Veltroni e nemmeno Bassolino, anche se ritengo che siano due amministratori capaci ed onesti, e, dunque, non faccio l'avvocato difensore in cause che non conosco. Certe notizie che voi apprendete dai giornali andrebbero verificate sul campo.

Andiamo a Fondi. Domani leggerete sui quotidiani locali di un primo provvedimento cautelativo emesso dalla Regione Lazio nei confronti del Comune di Fondi di immediata sospensione dei lavori del centro commerciale di Piazza De Gasperi.

Questo provvedimento è nato da un'iniziativa di Rifondazione Comunista, Democratici di Sinistra e Margherita DL di Fondi.

Qualcosa si muove, abbiate un pò di pazienza.

P.S. Non ho mandato il Comunicato Stampa per non essere troppo invadente.

 

SergiodiRio

Reg: 31 Mag 2005
Msg inviati: 281
Inviato il: 20 Set 2007, 21:37
firenze ha scritto:
Perché non scioglie le perplessita che sono venute fuori dalla discussione ? questo parco serve davvero o è solo un strumento per bloccare qualcuno che diversamente non si è in grado di bloccare? Se fosse così la prego di non rispondere perché ci toglierebbe anche il gusto di sperare nella giustizia.


Infatti ci piacerebbe sapere chi sono questi potenti camorristi (di cui si parla, ma di cui nessuno ha mai fatto il nome) che stanno dietro alla lottizzazione SAIF e all'Isola dei Ciurli, e come gli amici della Regione intendano valorizzare il neonato Monumento Naturale del Lago di Fondi, che sembra avere una perimetrazione a macchia di leopardo, per renderlo fruibile ai cittadini e ai turisti.
frank
Reg: 29 Gen 2007
Msg inviati: 1089
Inviato il: 20 Set 2007, 21:55

Come si contenta di poco, le basta vedere bloccare un opera pubblica per essere contento.

non so se si è capito, stiamo parlando di un opera pubblica...

nel frattempo rilancia le questioni senza rispondere alle questioni dell'isola dei ciurli.

mi auguro che come in passato il sito venga letto dai giornalisti e facciano notare a chi di dovere che c'è qualcuno che sa qualcosa e deve dirla alle autorità per difendere veramente la nostra città....diversamente si sta soltanto confondendo la verità, e si perde di credibilità......tutti.

 

masnut

Reg: 7 Dic 2004
Msg inviati: 1242
Inviato il: 21 Set 2007, 11:26
frank ha scritto:

Come si contenta di poco, le basta vedere bloccare un opera pubblica per essere contento.

non so se si è capito, stiamo parlando di un opera pubblica...

nel frattempo rilancia le questioni senza rispondere alle questioni dell'isola dei ciurli.

mi auguro che come in passato il sito venga letto dai giornalisti e facciano notare a chi di dovere che c'è qualcuno che sa qualcosa e deve dirla alle autorità per difendere veramente la nostra città....diversamente si sta soltanto confondendo la verità, e si perde di credibilità......tutti.

 

Innanzi tutto è un'opera pubblica poco chiara(hai qualche planimetria in merito? Se ce l'hai fammela recapitare, mi aiuterebbe ad avere le idee più chiare) e fino a che non è chiara non mi sembra il caso che si vada avanti.

Riguardo l'isola dei ciurli non si capisce perché per alcune cose il sindaco va come un carro armato e invece di un'opera che sono quarant'anni che è lì non si muove, starà ancora valutando un progetto.

Riguardo infiltrazioni camorristiche a Fondi e dintorni di prove ce sono in abbondanza e da tempo, basta che ti leggi le relazioni annuali del prefetto di Latina per avere un'idea, oppure fatti una passeggiata in giro, hai mai sentito parlare di "casuali" incendi?

Non è che facciamo come Casal di principe in cui c'è gente che dice che la camorra non esiste e chi lo dice lo fa per fare soldi e denigrare il paese?

Certamente non siamo a Casal di Principe ma se la camorra ha agganci a Milano figurati qui.

Secondo me Marrazzo ha inserito nel parco il complesso per costringere ad abbattere quelle schifezze.

P.S.: io ho conosciuto una persona che aveva partecipato 40 anni fa acquistando il rudere: è uno dei truffati, un po' come i bond argentini ed ormai non recuperano più niente.

palAnto

Reg: 22 Ott 2004
Msg inviati: 64
Inviato il: 21 Set 2007, 11:33
frank ha scritto:

Come si contenta di poco, le basta vedere bloccare un opera pubblica per essere contento.

non so se si è capito, stiamo parlando di un opera pubblica...

Bisogna scindere: opera pubblica è l'anfiteatro, il centro commerciale è opera privata. Non c'è nulla di male nel cercare di chiarire se all'ombra dell'opera pubblica l'opera privata osservi tutte le autorizzazioni previste. E' un semplice diritto del cittadino.

masnut

Reg: 7 Dic 2004
Msg inviati: 1242
Inviato il: 21 Set 2007, 11:41
palAnto ha scritto:

Bisogna scindere: opera pubblica è l'anfiteatro, il centro commerciale è opera privata. Non c'è nulla di male nel cercare di chiarire se all'ombra dell'opera pubblica l'opera privata osservi tutte le autorizzazioni previste. E' un semplice diritto del cittadino.

Scusa nel bailamme non l'avevo capito: al posto di una pubblica piazza un centro commerciale?

Ma bene! Io pensavo che la proprietà ultima fosse del Comune pur dando in "appalto" il tutto in forza del project financing!!!

Ma bene!!!

Davide
Reg: 26 Dic 2005
Msg inviati: 197
Inviato il: 21 Set 2007, 17:18

Marrazzo ha sostenuto testualmente che il monumento è stato fatto perchè c'era una famiglia camorrista che aveva comprato ettari di terreno e voleva fare una lottizazione.

Se ha detto una cosa così forte e circostanziata, è ovvio che lo ha fatto in base a segnalazioni ed esposti arrivati alla Regione, e dopo aver avuto riscontro dalle forze dall'ordine, dalla procura, dalla prefettura e dalla DDA di Roma.

Riguardo il centro commerciale la Regione ha chiesto di interrompere i lavori. Ma non si poteva fare prima, prima dell'inizio dei lavori?? Se nò si fà come con il Villaggio del Parco a Sabaudia e l'Isola dei Cirurli, ovvero sequestrano le strutture solo quando queste sono quasi terminate...

DAVIDE

brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
Tentiamo di fare chiarezza. . .
Inviato il: 21 Set 2007, 18:27

Lavori di ristrutturazione Piazza De Gasperi:

la Convenzione stipulata tra l'Associazione Temporanea di'Impresa Eugenio Ciotola Spa capogruppo e il Comune di Fondi prevede la realizzazione di un'anfiteatro (la nota "ciabatta") di un centro commerciale di mq. 281 mq.,  nr. 174 Box auto, nr. 10 posti auto e nr. 11 posti moto, tutti interrati. L'A.T.I. Ciotola Spa avrà il possesso per 99 anni dei locali commerciali e dei box interrati, che potrà vendere o cedere in locazione. Di fatto, questi spazi stanno in parte per essere acquistati dalla Banca Popolare di Fondi, come si dice "su progetto". Quindi a Piazza De gasperi avremo come cittadini a disposizione per parcheggiare nr. 10 posti auto e nr. 11 posti moto.

Lavori ex campo sportivo S. Francesco:

Costruzione della nuova casa comunale (nota come la Reggia di Versaille), posti auto interrati per complessivi nr. 178 posteggi, di cui 28 ad uso esclusivo dei dipendenti comunali, i restanti ad uso pubblico "riservato" (non si capisce se potranno essere utilizzati dai cittadini.

L'A.T.I. Ciotola Spa avrà in gestione per quaranta anni tutti i parcheggi pubblici dell'intero Comune di Fondi, con obbligo di incassare i ticket, vigilare sul loro pagamento con proprio personale ed elevare le eventuali multe ai "portoghesi". La tariffa per parcheggi è fissata nel limite massimo di €uro 1,50 all'ora (oggi paghiamo € 0,50 all'ora!).

ISOLA DEI CIURLI.

Volete sapere qual'è la famiglia che era proprietaria dell'ex SAIF? La famiglia Pacilio, che ha avuto due caduti nella guerra di camorra nel napoletano.

FONTE ACQUAZZURRA.

I Casalesi erano così interessati all'affare che mandarono una serie di segnali inequivocabili agli amministratori comunali dell'epoca (giunta comunisti-socialisti ed altri), con persino attentati incendiari di autovetture.

 

SergiodiRio

Reg: 31 Mag 2005
Msg inviati: 281
Re: Tentiamo di fare chiarezza. . .
Inviato il: 21 Set 2007, 18:55
brfiore ha scritto:
ISOLA DEI CIURLI.Volete sapere qual'è la famiglia che era proprietaria dell'ex SAIF? La famiglia Pacilio, che ha avuto due caduti nella guerra di camorra nel napoletano.


Credo che l'isola dei ciurli e l'ex saif siano due cose differenti, mi corregga se sbaglio. Riguardo alla famiglia Pacilio, mi sembra di ricordare che Domenico Pacilio, l'imprenditore edile che acquistò l'area, sia stato freddato nel 2003 dalla camorra. Pare che la sua colpa fosse quella di aver denunciato i suoi aguzzini...
Ci dica cosa ne sa lei, visto che sembra più o diversamente informato...  
(Ultima modifica da parte di SergiodiRio il 21/09/2007, 21:42. Modificato 1 volta in totale)
pag. 1, 2, 3 , 4  avanti...»
Fondi e i Fondani :: Isola dei ciurli: ora il comune di fondi deve abbattere!