Archivio forum

Fondi e i Fondani :: La politica fondana si fa al ristorante
AutoreMessaggio
veggente
Reg: 30 Set 2014
Msg inviati: 195
La politica fondana si fa al ristorante
Inviato il: 26 Nov 2014, 18:56
Si potrebbe ridere della questione se non fosse lo specchio di una deriva morale inarrestabile: a Fondi le riunioni politiche si tengono al ristorante e più precisamente presso "La Magnatora".

http://www.lenola.it/2014/11/25/fondi-mattei-e-di-trocchio-candidati-di-forza-italia-per-de-meo-sindaco/

Come ben sanno molti fondani: a pancia piena si vota meglio. Amen.
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 26 Nov 2014, 19:30

L'occasione è propizia per riproporre una mia proposta del 22 Ottobre scorso, prima che finisca, come sempre,tutto a "tarallucci e vino":


“ A proposito di candidature,candidati e campagne elettorali, sarebbe forse il caso, anche se la legge per i comuni come Fondi non lo prevede, di chiedere ai candidati a Sindaco e al Consiglio Comunale di impegnarsi formalmente a presentare entro trenta giorni dalla proclamazione degli eletti un rendiconto dettagliato e certificato ( da un mandatario, come per le elezioni nazionali) sul'origine dei loro proventi o contributi, sulle spese sostenute (corredate da ricevute e fatture di spesa) per proporre e far conoscere la propria candidatura : ci sarà forse qualche cena elettorale in meno, qualche fattura rilasciata in più e qualcuno potrebbe magari provare a mettere a raffronto le spese sostenute con i redditi dichiarati nel tempo dai candidati-eletti"


Cosa ne pensate, perché non creare in questo senso un movimento di opinione trasversale (fra persone perbene che sono schifate di questo andazzo) che chieda, anzi pretenda, questa elementare forma di trasparenza ai futuri candidati  ?

Uber
Reg: 7 Lug 2014
Msg inviati: 93
Gentili signori Eolica e veggente
Inviato il: 26 Nov 2014, 20:45
Sarebbe saggio e giusto quello che chiedete...ma dove vivete? qui a Fondi! non conoscete i politici che si sono succeduti al comune? conoscevamo le loro famiglie se siamo di questo paese e sappiamo benissimo quello che sono stati capaci di fare. Voglio godermi i pochi o i tanti anni che mi rimangono e se voi credete che i nuovi che si affacciano per essere eletti sono migliori dei vassalli e valvassori dei valvassini che si presentano....credete che la befana arriva dal camino il 5 a notte! A risentirci! Meno male che il palazzo baronale non ha l'abitabilità se no il principe ci andava  e non si faceva costruire la piccola casa abusiva.... 
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 26 Nov 2014, 21:26
Domande: 

Ma perché dovrei rinunciare a chiedere, potrei dire a pretendere, trasparenza in coloro che mi dovranno amministrare nei prossimi cinque anni ( dal 2015 al 2010) ?

Perché non dovrei ( dovremmo, per la verità) chiedere conto a coloro che spenderanno i nostri soldi di come proveranno a convincerci a votarli, se per le loro idee, le loro proposte o per il menù che proporranno nelle cene elettorali ?

Perché se un neo consigliere comunale spende migliaia di euro per rifocillare i potenziali elettori non mi debbo preoccupare di capire dove li prende quei soldi, se sono i suoi perché li ha guadagnati (e dichiarati al Fisco) o glieli offre graziosamente "qualcuno" che poi gli potrebbe chiedere in cambio di fare scelte amministrative nel suo ( quello del "finanziatore") interesse e, forse, a danno della collettività ?

Non escludo che ci possa anche essere un parco momento conviviale per familiarizzare con i potenziali elettori e, magari, ringraziarli per l'eventuale elezione, ma lo schifo delle scorse campagne elettorali non mi è piaciuto, e non mi piace, e penso che si debba dirlo.

La nuova coppia elettorale che, a sette mesi dalle elezioni, ha presentato il proprio "tandem" uomo-donna ( come la nuova legge prevede) avrebbe fatto bene, invece di cominciare dalla cucina, a provare a girare fra i cittadini ( tutti, non solo i probabili sostenitori), per dire loro cosa vogliono fare ( o hanno fatto), di nuovo, di concreto, per questa città ( nel loro piccolo, s'intende).

Acquaviva

Reg: 11 Giu 2004
Msg inviati: 91
Inviato il: 27 Nov 2014, 10:27
Dov'è la novità?
veggente
Reg: 30 Set 2014
Msg inviati: 195
Inviato il: 27 Nov 2014, 11:19
Nessuna novità Aquaviva, siamo il paese del gattopardo.

Personalmente mi stupisco ancora che i fondani non insorgano o anche solo notino la bassezza della politica locale dei "tarallucci e vino con etichetta forza italia".
qualitel

Reg: 15 Gen 2004
Msg inviati: 2635
Mi ero ripromesso di non risponderti più...
Inviato il: 27 Nov 2014, 13:49

veggente ha scritto:
Nessuna novità Aquaviva, siamo il paese del gattopardo.

Personalmente mi stupisco ancora che i fondani non insorgano o anche solo notino la bassezza della politica locale dei "tarallucci e vino con etichetta forza italia".

ma faccio una eccezione. avendo forse capito forse chi sei, personalmente, sai, una cosa mi viene da dirti, e non perchè sono parte in causa, in quanto da tempo ormai immemore, professo la mia ateità politica: " almeno loro fanno politica, la faranno male, la faranno bene, almeno hanno la faccia di presentarsi al pubblico. la tua parte politica, perchè diciamocelo, sei del centro sinistra e solo un orbo non se ne sarebbe accorto, cosa fa se non cercare di riproporre un inciucione con l' NCD? "

l'idea di consegnare un paese ad una politica leopardata fatta di facce conosciute messe tutte insieme con il solo intento di spodestare il reame attuale, a me fa po' pena, provo commiserazione solo a pensarci. mi auguro di sbagliare il  mio pensiero, però sai, a pensare male a volte ci si piglia. e visto che ormai siamo in campagna elettorale, mettiamoci la faccia, facciamoci conoscere, facciamo in modo di sapere da chi partono proposte e critiche, forse solo così ci si renderà conto se i discorsi sono costruttivi o fatti di nascosto per il semplice gusto di tirare la pietra e nascondere la mano.

con estremo rispetto, attendo fiducioso l'apertura di un post dove tutti potremo intervenire con nome e cognome, quanto meno facendoci riconoscere, giusto per capire.

Un Saluto. Danilo Pezzola.



bollicine
Reg: 16 Dic 2009
Msg inviati: 381
Inviato il: 27 Nov 2014, 14:43
diciamo che la politica non ha più senso! ormai è spettacolo puro, aggregazioni di masse stile festa di compleanno!

le famiglie non sempre riescono a comprendere la falsità e il doppiogiochismo fatto dalla politica e dai politici, e soprattutto molto spesso non riescono piu a comprendere quali siano i diritti di ogni individuo e quali i doveri!

viviamo un'epoca di decadenza civile dove la politica è lo specchio di tutti noi! passeremo anche questa fase ma nel frattempo avremo perso tempo e opportunità! 
c è chi organizza le cene, e chi si accaparra voti con 80 euro, nessuno dice che non è più tempo per noi, che sono altri i popoli che stanno vivendo un'epoca "illuminista..., a noi non ci resta che credere credere e credere ancora che le cose possano cambiare, ma nel profondo della mia mente so che questo almeno per il momento non succederà!!



eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 14:46
Per il mio amico "Danilo":

Condivido l'ultima parte del post : obbligo ( se fosse possibile) di intervenire tutti con il proprio nome e cognome e la propria faccia.

Per il resto, amico mio,  la tua mi sembra una polemica stucchevole e fuori luogo, proprio in una discussione sulla moralizzazione della classe politica (a cominciare dalla politica "gastronomica), nella quale mi aspettavo ( e mi aspetto) di trovarti al fianco di  chi condivide le cose che ho scritto e si attivi per creare un movimento di opinione in tal senso.

Poiché l'hai scritta prima di pranzo, voglio sperare che sia stata una carenza di zuccheri.

Buon appetito
veggente
Reg: 30 Set 2014
Msg inviati: 195
Inviato il: 27 Nov 2014, 15:02
Comprendo la voglia di "nomi e facce" in un paese in cui chi la pensa diversamente viene impallinato ed ignorato.

L'anonimato rende liberi.
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 15:22
veggente ha scritto:

Comprendo la voglia di "nomi e facce" in un paese in cui chi la pensa diversamente viene impallinato ed ignorato.

L'anonimato rende liberi.


Il nickname, in una piccola realtà come  la nostra,finisce con l'essere come il segreto di Pulcinella e, per converso, dietro alcuni nickname ci sono soggetti che, dopo aver sostenuto su questo blog delle cose, mi è successo di scoprire che il "titolare" di quel "nick" ha poi detto e fatto, e fa tuttora, cose completamente diverse da quelle per quali si sbraccia (magari, a comando) su questo blog : si predica in un modo e si pratica in un altro.

Per carità di patria, trascuro quelli in evidente e costante malafede.

Allora forse, se tutti fossero d'accordo, potrebbe essere utile che chi sostiene certe idee, avanza certe proposte ( giuste o sbagliate che siano) ci mettesse la faccia, senza animosità, con civiltà e, possibilmente, con chiarezza.

Sarò un fortunato, o un incosciente, ma mi sentirei libero lo stesso, anche senza "l'anonimato".
veggente
Reg: 30 Set 2014
Msg inviati: 195
Inviato il: 27 Nov 2014, 15:25
Caro eolica,

penso che tu non abbia pagato pegni a sufficienza da comprendere. Io ne ho pagati e mi sono bastati.
qualitel

Reg: 15 Gen 2004
Msg inviati: 2635
AAAAAAAAAAAALLLLLLTTTTTTTT!!!!
Inviato il: 27 Nov 2014, 15:43
eolica ha scritto:
Per il mio amico "Danilo":

Condivido l'ultima parte del post : obbligo ( se fosse possibile) di intervenire tutti con il proprio nome e cognome e la propria faccia.

Per il resto, amico mio,  la tua mi sembra una polemica stucchevole e fuori luogo, proprio in una discussione sulla moralizzazione della classe politica (a cominciare dalla politica "gastronomica), nella quale mi aspettavo ( e mi aspetto) di trovarti al fianco di  chi condivide le cose che ho scritto e si attivi per creare un movimento di opinione in tal senso.

Poiché l'hai scritta prima di pranzo, voglio sperare che sia stata una carenza di zuccheri.

Buon appetito



forse, e quasi sicuramente mi sarò espresso male.... io non sono stato mai d'accordo sulla politica mangereccia, anzi, ho sempre cercato di stare il più lontano possibile da queste manifestazioni, e la storia mi dà ragione perchè non sono mai stato a un convivio del genere, quindi repeat: io sono per chi comunque fa, o cerca, di fare politica in mezzo alla gente, e mi auguro di essermi questa volta spiegato bene, o destra, o sinistra, o 5 stelle o chicchessia..... Eò..... e lo sai come la penso no :-) !!!


eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 16:25
veggente ha scritto:
Caro eolica,

penso che tu non abbia pagato pegni a sufficienza da comprendere. Io ne ho pagati e mi sono bastati.




Se leggi i miei post, in un paio di occasioni, ad interlocutori che si rivolgevano a me firmando il loro messaggio, ho risposto firmando il mio con nome e cognome.

Sono perciò facilmente identificabile,
il mio augurio è quello di poterne parlare un giorno
( prima o dopo, scegli tu) con serenità, guardandoci negli occhi, magari dinnanzi ad un fumante caffè.
 
pacato
Reg: 24 Set 2013
Msg inviati: 73
Inviato il: 27 Nov 2014, 17:20
veggente ha scritto:
Caro eolica,

penso che tu non abbia pagato pegni a sufficienza da comprendere. Io ne ho pagati e mi sono bastati.


Caro Veggente, nonostante abbia spesso idee ben diverse dalle sue, in questo caso comprendo le sue ragioni.

Il problema è che una fetta troppo grande dell'economia e dei "diritti" passa attraverso il controllo della politica, sia essa di destra o di sinistra. Non dovrebbe essere così, ma comprendo che, con una buona dose di realismo, chi lavora in alcuni settori o chi ha bisogno di qualcosa di cui avrebbe diritto preferisca l'anonimato anche solo per non incorrere in potenziali ripercussioni negative.

Personalmente, pur non avendo questo problema, preferisco comunque l'anonimato.

Per quanto riguarda il suo post, non è certo una cena che sposta i voti, non sarei così draconiano nel giudicare un'occasione conviviale di incontro.

Danilo

Reg: 5 Apr 2012
Msg inviati: 323
Inviato il: 27 Nov 2014, 17:45
pacato ha scritto:

Per quanto riguarda il suo post, non è certo una cena che sposta i voti, non sarei così draconiano nel giudicare un'occasione conviviale di incontro.


Se non sposta i voti che la fanno a fare?
votantoniovotantonio

Reg: 10 Set 2012
Msg inviati: 245
Inviato il: 27 Nov 2014, 17:48
Qualche vecchio volpone politico ha detto: Ma non è troppo presto per cominciare una campagna elettorale 6 mesi prima delle elezioni? Troppo presto! La gente ti fa nero prima che finiscano le elezioni!!! Ecco, Appunto. Se due ragazzi giovani offrono un aperitivo con una torta a degli invitati ai quali spiegano le loro intenzioni e voglia di mettersi a disposizione della gente, non ci trovo nulla di male. Dove si vanno a mettere 400 persone per poterci parlare di politica? Non certo in una sala parrocchiale, o in uno scomodo magazzino. Se un ristorante ti offre la sala, ti sdebiti offrendo un aperitivo alle persone presenti, mi pare il minimo! Se poi i candidati non sono vecchi volponi ma ragazzi giovani, che addirittura si affacciano per la prima volta sulla scena politica, e si vedono attaccati in questa maniera, a me pare un vano tentativo di intimidazione. Sono due giovani con la faccia pulita, la voglia di fare e di mettersi a disposizione di questo paese. Diamogli fiducia, non mettiamo il carro davanti ai buoi.. Chiudo riferendo quello che ha detto Vincenzo Mattei e che risponde ai vecchi volponi di cui sopra: A me piace stare in campagna elettorale dal giorno dopo le elezioni. Due sono le cose, o si tratta di incoscienza giovanile, o è piu semplicemente, genuina voglia di fare..... 
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 18:31
pacato ha scritto:


Per quanto riguarda il suo post, non è certo una cena che sposta i voti, non sarei così draconiano nel giudicare un'occasione conviviale di incontro.



Gentile amico,

                 non si tratta di essere "draconiani", io penso che il momento conviviale sia utile, opportuno e, a volte, necessario per contattare i potenziali elettori, per capire le loro esigenze e far conoscere le proprie idee.

Quello a cui sono fermamente contrario è lo schifo che ho visto in altre campagne elettorali,dove la gastronomia ha prevalso sulla politica ( sarà forse che io ho nostalgia di un'altra politica) e le spese sostenute per i banchetti luculliani ( non una fetta di torta e un pò di "schiumante") hanno assunto costi ( basta moltiplicare i partecipanti per i prezzi di mercato) a  volte non compatibili nemmeno con i redditi dichiarati dai candidati, oppure sono stati sostenuti, ma non alla luce del sole però, da amici "interessati" del candidato.

Ecco perchè mi permetto di insistere, senza finta ipocrisia, sulla proposta che ho avanzato all'inizio di questa discussione e mi domando : cosa costerebbe ai candidati ( liberi di spendere come vogliono i loro soldi) di presentare, se eletti, un rendiconto (per quanto non previsto dalla legge) ai cittadini che si apprestano ad amministrare ?

“ A proposito di candidature,candidati e campagne elettorali, sarebbe forse il caso, anche se la legge per i comuni come Fondi non lo prevede, di chiedere ai candidati a Sindaco e al Consiglio Comunale di impegnarsi formalmente a presentare entro trenta giorni dalla proclamazione degli eletti un rendiconto dettagliato e certificato ( da un mandatario, come per le elezioni nazionali) sul'origine dei loro proventi o contributi, sulle spese sostenute (corredate da ricevute e fatture di spesa) per proporre e far conoscere la propria candidatura : ci sarà forse qualche cena elettorale in meno, qualche fattura rilasciata in più e qualcuno potrebbe magari provare a mettere a raffronto le spese sostenute con i redditi dichiarati nel tempo dai candidati-eletti"

bollicine
Reg: 16 Dic 2009
Msg inviati: 381
Inviato il: 27 Nov 2014, 18:35
vota antonio come sei tenero!!! quasi quasi mi hai convinto!!  ma si diamo questa chance ai nuovi giovani!!!la prossima volta facci sapere prima i nuovi appuntamenti!

eolica la legge obbliga anche a fondi di rendicontare!!!!
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 18:48
bollicine ha scritto:
 

eolica la legge obbliga anche a fondi di rendicontare!!!!


Io ricordavo che l'obbligo ( per i candidati a Sindaco) fosse previsto per i Comuni sopra i 50.000 abitanti.

Ti sarei grato se mi/ci fornissi gli estremi di legge che sanciscono l'obbligo.


Una curiosità :

Ma se non fossero obbligatori, per legge, tu sei d'accordo a chiedere, in ogni caso, come regola di trasparenza. agli eletti ( a cui affidiamo le sorti di questa comunità)  di rendere conto ? 

bollicine
Reg: 16 Dic 2009
Msg inviati: 381
Inviato il: 27 Nov 2014, 19:00
ho fatto una ricerca veloce in base ai miei ultimi studi: la legge è questa LEGGE 6 luglio 2012, n. 96 

comunque sarei d'accordo anche in mancanza di essa.
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 19:13
La legge che tu segnali ( 6 Luglio 2012 .96 ) è stata abrogata e la materia è regolata dalla LEGGE 21 febbraio 2014, n. 13,che si riferisce principalmente al finanziamento dei Partiti ma, ad una rapida visione non ho trovato niente che riguardi rendiconti obbligatori per gli eletti a livello locale ( nei Consigli Comunali).

Continuerò, non appena avrò tempo la ricerca, fermo restando che, come tu convieni, non c'è bisogno di regole e obblighi di legge per convincere chi non ha niente da nascondere, e vuole amministrare la Cosa Pubblica, ad iniziare a rendere conto già prima di entrare in carica come Pubblico Ammnistratore.

Grazie comunque per la segnalazione.

bollicine
Reg: 16 Dic 2009
Msg inviati: 381
Inviato il: 27 Nov 2014, 20:07
eolica ti sbagli la legge è in vigore tutt'oggi la legge di cui tu parli ha modificato qualcosa ma non l'art 13
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 27 Nov 2014, 21:38
Hai ragione ma, per dare un informazione completa a chi interessa, mi sembra giusto 
riportare il comma che potrebbe riguardare il nostro caso (il comma 4 dell'art.13) per 
la parte che interessa comuni delle dimensioni di Fondi:

  4. Nei comuni con popolazione superiore a 15.000 e non superiore
  a 100.000 abitanti, le spese per  la  campagna  elettorale  di 
 ciascun candidato alla carica di consigliere comunale  non 
 possono  superare l'importo massimo derivante dalla somma della 
 cifra  fissa  di  euro 5.000 e della cifra ulteriore pari al
 prodotto di euro 0,05 per  ogni cittadino iscritto nelle liste 
 elettorali comunali. .........
Considerato che nelle liste elettorali pare ci siano circa 22.000 
(vado a memoria) elettori, ogni candidato potrebbe spendere circa 
6.100 euro ( 5.000 + 0,05x22.000): al massimo due belle cene da cento 
commensali !!
Al comma 7 però non trovo sanzioni per i singoli candidati incasso di 
mancato deposito dei consuntivi delle spese : le sanzioni riguardano
solo Partiti, Movimenti e Liste ( a meno che questi soggetti  non 
debbano riepilogare,(dettagliandoli, si spera) quelli dei candidati.
Detto questo, al di là della norma è, e rimane, un fatto di costume,
di trasparenza e pure se non ci fossero sanzioni, dovrebbe (mai
come il questo caso, il condizionale è d'obbligo) bastare la sanzione
morale.  
veggente
Reg: 30 Set 2014
Msg inviati: 195
Inviato il: 28 Nov 2014, 10:54
Sanzioni? Ragazzi ma in Italia si comprano i voti e vogliamo pensare ancora a sanzionare chi organizza una "pappatoria elettorale"? Dai!
votantoniovotantonio

Reg: 10 Set 2012
Msg inviati: 245
Inviato il: 28 Nov 2014, 11:32
eolica ha scritto:



“ A proposito di candidature,candidati e campagne elettorali, sarebbe forse il caso, anche se la legge per i comuni come Fondi non lo prevede, di chiedere ai candidati a Sindaco e al Consiglio Comunale di impegnarsi formalmente a presentare entro trenta giorni dalla proclamazione degli eletti un rendiconto dettagliato e certificato ( da un mandatario, come per le elezioni nazionali) sul'origine dei loro proventi o contributi, sulle spese sostenute (corredate da ricevute e fatture di spesa) per proporre e far conoscere la propria candidatura : ci sarà forse qualche cena elettorale in meno, qualche fattura rilasciata in più e qualcuno potrebbe magari provare a mettere a raffronto le spese sostenute con i redditi dichiarati nel tempo dai candidati-eletti"



Carissimo e amico Eolica. Mi trovi d'accordo su tutta la linea. Solo faccio una considerazione che dovrebbero far tutti. Proprio nella peculiarità del voto locale, per il fatto che i candidati alle politiche amministrative di un Comune i candidati sono conosciuti da tutti, e tutti sanno chi sono, mi chiedo se mai ci sarà o inventeranno una legge che vieti ai candidati di fare regalie al suo elettorato (Gadget, pranzi, benzina, buoni spesa, ricariche telefoniche, e nei casi più crudi soldi veri e propri). Non ci puo essere una legge che vieti queste cose. Lo posso fare in maniera occulta e nessuno se ne accorge. Piuttosto mi chiedo se abbiamo un elettorato maturo, un elettorato che si chieda con una semplice domanda: Questo candidato, già ad occhio ha speso 50.000 euro per una campagna elettorale, mi posso fidare o ha altri disegni? La conoscenza diretta del Tizio farà la differenza. 
Alla fine secondo me, dovremmo fare solo educazione civica e insegnare alle persone i loro diritti piu elementari. IO sostengo e consiglio agli elettori: Prenditi i Gagget, i soldi, la cena, anche la semplice pacca sulla spalla, sorridi e accondiscendi, ma se il candidato non ti piace proprio per quel modo di fare puniscilo col voto!!! Sarebbe un bel modo per far capire il prossimo anno, ai prossimi candidati che si, serve il convivio, ma devi convincermi con le idee, non comprare il mio voto!!! 


Fondi e i Fondani :: La politica fondana si fa al ristorante