Celebrazioni ed autocelebrazioni senza ritegno

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da Sandrone, 5 Gennaio 2018.

  1. Sandrone

    Sandrone

    Utente

    Registr.:
    19 Lug 2017
    Messaggi:
    57
    Cari fondani,

    da quando la "meglio gioventù" cittadina ha lasciato il basso Lazio per realizzarsi professionalmente è iniziato un processo di celebrazione ed autocelebrazione dei "fondanelli rimanenti" che non ha più alcun ritegno.
    Stamattina aprendo la home page mi imbatto in questo articolo:
    http://www.canalesette.it/news/giovanni-pannozzo-tra-i-candidati-al-concorso-persona-dellanno-2017/
    Incuriosito lo leggo rapidamente e lo scopro essere una spudoratissima celebrazione densa di magniloquenti aggettivi.
    La sorpresa più grande, però, doveva ancora arrivare perché in fondo all'articolo scopro che l'autore dello stesso è... il celebrato!
    Il problema, cari utenti, è culturale: se nessuno di voi trova aberrante che si celebri e che ci si autocelebri per nulla allora avere dei meriti reali sarà sempre inutile.
     
    A Francesco Fusco piace questo elemento.
  2. brandt

    brandt

    Utente attivo

    Registr.:
    3 Giu 2015
    Messaggi:
    184
    Miserrimo, era quello che si aggiungeva sulla pagina Wikipedia riguardante Fondi, nella sezione "personalità famose", e regolarmente veniva cancellato...
     
    A Francesco Fusco piace questo elemento.
  3. Marcellone

    Marcellone

    Utente

    Registr.:
    5 Mag 2015
    Messaggi:
    52
    All'inaugurazione della sua "attività" erano presenti varie personalità politiche : il ragazzo ha evidentemente dei padrini, non è che dovremo sorbircelo in qualche fiction?
    Me ne andrò a raccogliere funghi in tal caso
     
  4. Exiled

    Exiled

    Utente attivo

    Registr.:
    22 Nov 2016
    Messaggi:
    134
    Il dramma è che i giornali locali continuano a pubblicargli qualsiasi cosa senza metterci penna. In sostanza i comunicati stampa vengono lasciati così come sono e non toccati.
    Poi lasciamo stare il fatto che dica di avere contatti a New York, vorrei proprio vederli, ma prima vorrei testare/tastare il suo inglese.

    Quanto al problema dell'autocelebrazione è solo una conseguenza dell'autoreferenzialità fondana che continua a non guardare oltre il proprio ombelico. In sostanza si diventa famosi per caso nella nostra sventurata cittadina e nessuno osa urlare che il re è nudo, o che, nel caso di specie, l'attore è un cane.

    Preparatevi, perchè quando apriranno il teatro tutti questi cani ( a dire il vero un paio capaci in giro a Fondi ce ne sono) ci intratterranno con le loro opere d'arte.
     
  5. masaniello

    masaniello

    Utente

    Registr.:
    7 Mag 2010
    Messaggi:
    76
    A dire il vero il ragazzo non è proprio una schiappa, sicuramente se la tira un po', d'altronde gli attori modesti non dventano famosi, anche quando sono fondani, a suo merito/demerito è di essersi inventato un mestiere abbastanza anomalo a Fondi, e per questo deve un po' scendere a compromessi. Io avrei consigiato Giovanni di farsi le ossa fuori, un po' di esperienza teatrale di livello, cercare un po' di casting, poi magari tornare a Fondi se la corona dei Monti Aurunci e Ausoni lo fa sentire più protetto.
    Ma d'altronde non è solo la sua scelta, lo è di molti ragazzi di talento che ammuffiscono qui.
     
  6. Exiled

    Exiled

    Utente attivo

    Registr.:
    22 Nov 2016
    Messaggi:
    134

    Il banco di prova deve essere necessariamente fuori da Fondi. Se tutto quello che hai fatto è la scuola di D'Avino e non sei mai entrato in una compagnia di respiro nazionale o partecipato in qualche produzione seria (non da comparsa, o come si dice all'inglese in a walking part), dichiararti attore, regista e quant'altro è a dir poco pretenzioso.
    Fondi è Fondicentrica quindi si elegge i suoi miti al suo interno e poco importa quello che succede fuori ma la realtà è ben altra.

    Il rischio di pavoneggiarsi è che alla lunga se quei tuoi contatti a New York non portano nulla e tutti quei grandi progetti a cui dici di partecipare non esistono, e ad oggi nulla si è materializzato rispetto a quello che spara sui social e nei comunicati stampa fatti in ciclostile, sempre uguali sempre immaginifici, finisci per diventare uno zimbello e poi da Fondi dovrai andartene perchè tutti ti fanno le pernacchie alle spalle.

    Francamente credo che a 25 anni salvo che tu sia Liz Taylor o Sherley Temple o Macaulay Culkin, invece di autoeleggerti impresario dovresti stare altrove a far gavetta, magari mentre sei iscritto all'Università o all'Accademia di Arte Drammatica. Improvvisarsi a Fondi è un'arte, ma rischia di diventare una condanna a morte sul lungo periodo.
     
  7. Sandrone

    Sandrone

    Utente

    Registr.:
    19 Lug 2017
    Messaggi:
    57
    Far passare il concetto di gavetta in Italia è impresa ardua, figuriamoci quanto lo sia quando si considera "normale" che si passi facilmente da poliziotto a senatore.
     
  8. Exiled

    Exiled

    Utente attivo

    Registr.:
    22 Nov 2016
    Messaggi:
    134
    Non fa una piega quello che dici, e magnificarne il talento o la presunta capacità, presunta perchè tale è, se non si concretizza in nulla fuori dalle montagne che circondano Fondi, si finisce solo per illuderlo del fatto che abbia ragione. Del che dubito fortemente.

    Poi se il successo si misura nel fare lezioni di teatro a scuola a Fondi e vincere il premio Giulia Gonzaga 10 volte perché sei l'unico candidato, allora il discorso è diverso.
     

Condividi questa pagina