Emergenza Idrica?!!?!? (Querce)

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da mah!, 22 Giugno 2017.

  1. mah!

    mah!

    Nuovo utente

    Registr.:
    4 Giu 2009
    Messaggi:
    11
    Acqualatina, Pagliacci ... bugiardi... !!!!
    Dopo l'emergenza idrica, si è passati ad una mezza verità di lavori in corso che saranno in settimana terminati!!!!
    Abbiate il coraggio di dire la verità!!! Noi utenti paghiamo anche per avere una corretta informazione.

    Riporto Articolo codice penale

    L’interruzione di servizio pubblico o di pubblica necessità è il reato attribuibile agli esercenti di imprese che forniscano servizi pubblici o di pubblica necessità, nel caso in cui interrompano il proprio servizio o sospendano il lavoro degli uffici o dell’azienda, in modo da turbare la regolarità del servizio.
    (Codice penale articolo 331)


    Tenete forte finchè vi verrà dato modo di fare abuso di potere... prima o poi finirà"!


    N.b.
    Astenete inutile commenti populisti... la politica, se ne siete capaci, si fa nelle giuste sedi non su internet.
     
  2. cervags

    cervags

    Nuovo utente

    Registr.:
    8 Dic 2009
    Messaggi:
    15
    stai a fa tutto tu!
     
  3. Exiled

    Exiled

    Utente attivo

    Registr.:
    22 Nov 2016
    Messaggi:
    135
    Magari se ci spieghi che senso ha postare su un forum e poi dire che la politica si fa altrove ci fai un piacere. :)
     
  4. Eddy

    Eddy

    Utente attivo

    Registr.:
    10 Mag 2003
    Messaggi:
    333

    E allora che vuoi qui sul forum?:cool:
     
  5. Marcellone

    Marcellone

    Utente

    Registr.:
    5 Mag 2015
    Messaggi:
    57
    In tutto questo casino (dovuto solo o anche dalla siccità? non sono competente), mi balza agli occhi la mancanza di una voce, critica, incoraggiamento, da parte dell'amministrazione comunale.
    Sbaglio?
     
    A Francesco Fusco piace questo elemento.
  6. Exiled

    Exiled

    Utente attivo

    Registr.:
    22 Nov 2016
    Messaggi:
    135
    Nessuna voce critica. Citando de Andre un assordante silenzio, come sempre.
     
  7. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    1.859
  8. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    1.859
    http://www.h24notizie.com/2017/07/paola-villa-business-dellacqua-non-tutti-sanno/
    -
    "... E’ possibile che un’azienda di tale prestigio in nuove tecnologie non riesca a mettere in sicurezza la nostra rete idrica? E’ possibile che invece di investire nella riduzione capillare delle perdite d’acqua si voglia investire nella costruzione di dissalatori, portando acqua dal mare in un area, quale quella Aurunca e dei Lepini, così ricca d’acqua? E’ possibile che il 51% di AcquaLatina, ossia la parte pubblica, non riesca a spuntarla sul 49%, che ormai chiaro e cristallino che voglia SOLO fare business con l’acqua e inglobare i circa 700mila cittadini dell’ATO4 nel mezzo miliardo di persone nel mondo i cui approvvigionamenti idrici dipendono dai dissalatori e da chi li gestisce?...”
    -
     
  9. Exiled

    Exiled

    Utente attivo

    Registr.:
    22 Nov 2016
    Messaggi:
    135
    Prestigio?
    La società per cui lavoro produce un software che serve a controllare le perdite ed intervenire. Acqualatina ancora gira con i furgoni alla ricerca delle perdite, che in alcuni casi vengono lasciate correre per settimane con spreco di migliaia di litri.
    La rete idrica non è stata ammodernata né manutenuta a regola d'arte per anni e quello che vediamo oggi non è che una scontata conseguenza.
    Il problema vero di Acqualatina è proprio la parte pubblica che ha barattato il proprio potere contrattuale con assunzioni e prebende.
    Ovviamente il privato deve conseguire il profitto, così funziona, ma fino a prova contraria la governance è saldamente (in termini numerici) nelle mani pubbliche ergo se il privato comanda è perché il pubblico così vuole.
    Sarebbe il caso di chiamare i vari politici che hanno utilizzato Acqualatina come una società di loro proprietà a rendere conto dei propri errori, sia politicamente che economicamente (se hanno ricoperto cariche sociali).
     
    A JonnyBravo e Francesco Fusco piace questo messaggio.

Condividi questa pagina