Fondi, com'era e com'è

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da qualitel, 3 Settembre 2015.

  1. qualitel

    qualitel

    Utente abituale

    Registr.:
    15 Gen 2004
    Messaggi:
    816
    Fondi, ridente cittadina posta al centro della Piana che ne prende il nome. Mare, montagna, colline, laghi, storia, arte, cultura. Un patrimonio mal sfruttato per troppo tempo, una sottovalutazione del territorio che non ha confronti in altri luoghi d'Italia. Per molti, negli ultimi anni, è solo apparenza, per altri va bene così. Fondiwebtv vi dà la possibilità di coglierne le differenze proponendovi un documentario del secolo scorso e un documentario storicamente più recente. A voi, utenti, spettano i commenti e le differenze, nel bene e nel male, tanti ricordi per i più grandi di età, e nuove scoperte per chi nel secolo scorso ancora non era nato oppure emetteva i primi vagiti "al calar del '900". Buona visione, e mi raccomando, commentate, fate le vostre critiche e raccontate le differenze colte dopo la visione dei due documenti video.

    http://www.lenola.it/2015/09/03/fondi-comera-e-come/
     
    A Fabiopann2 e masnut piace questo messaggio.
  2. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Bella iniziativa, mi guarderò stasera i filmati con la dovuta calma. E poi proverò, tempo permettendo, sperando che lo facciano ( con serenità) tanti altri, a segnalare le cose mi hanno incuriosito e a proporre ( se ne avrò da fare, e se mi sembreranno utili, opportune e meritevoli d'interesse) riflessioni. Grazie
     
    A qualitel piace questo elemento.
  3. chicco

    chicco

    Utente

    Registr.:
    15 Mag 2005
    Messaggi:
    396
    Ottimo lavoro...immagini bellisime della nostra città. Complimenti per l'idea
     
    A qualitel piace questo elemento.
  4. qualitel

    qualitel

    Utente abituale

    Registr.:
    15 Gen 2004
    Messaggi:
    816
    Allora? Cominciamo a fare commenti? :)
     
  5. Fondi Archeologica

    Fondi Archeologica

    Nuovo utente

    Registr.:
    29 Giu 2015
    Messaggi:
    12
    Iniziamo noi. Nel documentario anni '80-'90 ci si avvale della consulenza storica di Don Mario Forte. Una figura che ha dato tanto alla storia di Fondi e, sebbene non sia stato sicuramente un accademico, ha compiuto degli studi che sono stati presi come punto di partenza per la nuova generazione di studi specialistici. L'unica inesattezza riguarda le origini della città. Don Mario si era sbilanciato, del tutto legittimo da parte sua, affermando che il primo impianto della città era di origine aurunca, databile fra il IX e l'VIII sec. a.C. Questa affermazione deriva dalla consuetudine, ormai superata, di datare le mura megalitiche a quella fase. Oggi sappiamo che tale modo di costruire è molto più recente. Ma Don Mario non c'è più.
    Nel secondo documentario, invece, si continua ad affermare questo fatto, si aggiunge, inoltre, che Fondi ha vissuto una fase greca (?????) e che in epoca romana è stata la città natale di Tiberio (???), dell'imperatore Galba (???) e di Papa Sotero (???), soggiorno di San Tommaso d'Aquino per un lungo periodo (si sta ancora dibattendo la cosa, e al momento non ci sono prove, nemmeno del transito delle reliquie).
    Vorremmo sapere chi è stato il consulente storico. Ma forse abbiamo già capito...
     
    A qualitel piace questo elemento.
  6. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Ho avuto, finalmente, il tempo per vedere i due filmati.

    Grazie, ancora grazie, caro Danilo per aver proposto,o riproposto, i due brevi documentari che presentano al “forestiero” (potenzialmente ad un turista) la Fondi dell’inizio degli anni novanta e la Fondi di oggi.

    Le sensazioni, le emozioni, le riflessioni sarebbero tantissime. Sulle cose fatte, sulle cose fatte male, su quelle, oggettivamente, ben fatte, ma penso che più che ad un triste “amarcord” nel confronto dovremmo tutti porci il problema di come migliorare, gli amministratori comunali in testa, la qualità della nostra vita e “ l’offerta” turistica ( monumentale, ambientale, gastronomica e umana) per portare e mantenere la nostra città in alto negli interessi e nelle possibilità di sviluppo economico, non legate più solo all’agonizzante Mercato Ortofrutticolo, ad un terziario boccheggiante, o ad un turismo fatto solo di buona volontà, di buone individualità, ma basato prevalentemente su un fragoroso dilettantismo di fondo.

    Il problema dei problemi è oggi, a mio sommesso avviso, di come questa comunità, e per essa chi la amministra, ma non solo ( la sveglia ce la dovremmo dare anche noi cittadini organizzandoci e “facendo sistema”), possa organizzare al meglio il proprio futuro.

    Ricette ? Io ho le mie, e sono sempre pronto a metterle a confronto ( da cittadino) anche fuori questa sede. Le ho accennate a volte ( insieme e separatamente) prendendomi anche l’ingeneroso rimprovero di chi a volte ha bollato pensa, un “laico” come me, come uno che vuole: “pontificare”.

    Tutto il contrario del mio modo di essere, di pensare, di vivere.

    Non so se in questa “piazza mediatica” esistono ancora, vista la presenza di quelli che tu, efficacemente, hai definito “ mazzieri internauti”, che non mi fanno paura, anzi a volte mi stimolano ancora di più a togliere il velo alle loro ipocrisie, le condizioni per dare il mio contributo ma, dinnanzi all’apprezzamento, fuori da questo contesto, che mi arriva per le mie ( e le tue) “provocazioni”, proverò ancora a farlo ( nei ritagli di tempo).
     
    Ultima modifica: 4 Settembre 2015
    A qualitel piace questo elemento.
  7. AjejeBrazov

    AjejeBrazov

    Utente attivo

    Registr.:
    9 Mag 2015
    Messaggi:
    409
    Amici cari :

    -Corbezzoli !- ( citando il minuto 21 della prima clip ).

    Ho visionato i due documentari di questa nostra città ( S.P.Q.F. = Sono Perfetti Questi Filmati ).
    Il primo,e' stato trasmesso più volte dalla emittente tv storica locale.
    Il secondo,non lo avevo mai visto.

    Grazie a Danilo,traggo dal loro confronto alcune riflessioni.
    Nel ventennio circa, che separa la realizzazione delle due clip,si nota il differente tipo di narrazione,
    più a carattere storico il primo,speaker fuori campo,mentre nel secondo è più evidente l'impatto visivo con punte di esaltazione architettonica(dei monumenti classici e delle nuove realizzazioni,nell'insieme.)
    Non a caso intervengono nell'esposizione,le figure istituzionali quali il sindaco e l'assessore,per dare un'impronta ancor più promozionale alla trasformazione della nostra città avvenuta in questo arco temporale.

    Se confrontiamo il castello,la giudea,il monastero di S. Magno,il palazzo baronale,risalta
    il cambiamento che essi hanno subito dalle opere di restauro.
    Le nuove invece,casa comunale e anfiteatro in primis,insieme al rifacimento viario che li congiunge al corso
    Appio Claudio,danno un'immagine un po' "plasticosa" dell'insieme classico-moderno,soprattutto
    se messo a confronto con l'idea di "selvaggio"che dava prima la medesima struttura urbana.
    Impressionante, lo stato di abbandono totale che aveva l'Abbazia di S.Magno e il quartiere ebraico,delle cui attuali fruibilità se ne discute in altri post.

    I segni di "colature ed umidità" tipici del castello e del palazzo baronale sono state eliminate,e
    si sono trasferite(come viene fatto notare dall'avv. Fusco)nei gradoni delle nuove strutture...
    Segno dei tempi anche questi ?

    Da notare le mode nel vestire,le auto,i negozi,alcuni volti riconoscibili...Tutto evolve con il passare del tempo.

    Di ben altri tempi "le spiagge incontaminate,il mare limpido,la natura selvaggia".
    Non solo i corbezzoli.E i lattarini? e J'ambareijj?,vengono ancora pescati?
    E i granchietti sotto la sabbia in riva al mare,esistono ancora?

    Sulle verità storiche che attribuiamo(forse per convenienza)ai nostri famosi avi,e che vengono
    messe in dubbio da esperti, che dire...fateci credere che le mura megalitiche siano un pò più
    anziane. L'avere qualche secolo in meno non ne sminuisce per niente l'enorme fascino.

    Un monumentale saluto.
     
    Ultima modifica: 5 Settembre 2015
  8. Fondi Archeologica

    Fondi Archeologica

    Nuovo utente

    Registr.:
    29 Giu 2015
    Messaggi:
    12
    Caro Ajeje,
    avere una visione corretta della storia del proprio paese crediamo sia importante. Che un'amministrazione comunale continui a rifarsi a studi un po' datati, ignorando completamente le ricerche compiute da una nuova generazione di studiosi, crediamo sia molto grave. Denota una certa superficialità nel fare le cose, che si può traslare anche su altri ambiti ma non è il caso di mettere altra carne al fuoco e non è compito nostro. D'altronde, la situazione del nostro Museo Civico, di competenza comunale, è un po' lo specchio di quale sia la concezione di cultura qui, senza dimenticare che tutti i lavori di restauro e riqualificazione dei principali beni monumentali sono stati effettuati dalla Regione. L'unico intervento comunale, ben 420.000 euro spesi per realizzare un "Passetto del conte" discutibile, ci fa riflettere molto su come vengono utilizzati i finanziamenti.
    In tutto questo, non dovrebbe essere una gara a chi ha dato natali a più personaggi storici importanti. Non basterebbe comunque a nobilitare una città che ha ancora diversi problemi a capire su cosa puntare. Basterebbe invece che i fondani avessero idea della storia dei luoghi, delle vicende e dei personaggi per sentirsi parte integrante di un luogo che si evolve nel tempo e che continua a cambiare velocemente, come ci mostrano i due video in questione. Perché se siamo qui a parlarne, vuol dire che qualche problema c'è da parte nostra ad accettare il presente (e rimpiangere il passato) e per risolverlo abbiamo bisogno di consapevolezza e di scelte intelligenti da parte di chi ci amministra.

    La storia siamo noi (cit.)
     
    Ultima modifica: 5 Settembre 2015
  9. AjejeBrazov

    AjejeBrazov

    Utente attivo

    Registr.:
    9 Mag 2015
    Messaggi:
    409

    La tua cortese risposta,
    mi dà modo di condividere appieno il tuo intervento.Parola per parola.

    Posso garantirti che da parte di un semplice cittadino quale sono,ho sempre cercato di capire
    le origini,la storia e l'evoluzione del nostro territorio.
    Traendo spunti da libri,foto d'epoca,aneddoti tramandati che,alla luce di nuovi studi e ricerche a
    cui ti riferisci,divengono datati e,se ritenuti obsoleti,andrebbero riscritti ed aggiornati nel nome di
    una veridicità storica corretta.
    Per noi cittadini e per chi ci amministra.

    Da persona precisa e meticolosa,nel lavoro come nella vita,non ho mai auspicato superficialità
    storiche.
    La storia la fanno gli uomini con le loro gesta,tramandate oralmente e,come tu mi insegni,da reperti
    databili con buona approssimazione e,quando possibile,con assoluta certezza.

    La chiusura finale del mio intervento precedente è da considerarsi alla stregua di un "complimento"
    che si fa con cortesia ad una anziana signora,attribuendole qualche anno in meno in segno
    di rispetto.
    Ho usato una metafora,quasi ad immedesimare l'antico monumento come parte " vivente " della
    nostra vita quotidiana.
    E' una parte che mi affascina,essendo essa stessa sinonimo di precisione costruttiva,pur essendo
    tra le più antiche della nostra città.

    E men che meno metto in dubbio l'importanza dell'esatta datazione e narrazione dei fatti
    che tu,giustamente,mi hai fatto notare.

    Un grazie di cuore ed un auspicio di buon lavoro.
     
    Ultima modifica: 5 Settembre 2015

Condividi questa pagina