- speriamo mai, ma Fondi è preparata ad affrontare un terremoto ? ...

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da Francesco Fusco, 1 Settembre 2016.

  1. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.678
    -
    la città di Fondi è preparata ad affrontare un terremoto ? ...
    -
    -
    incrociando le varie fonti giornalistiche x cercare di ricavare le vere notizie, sembrerebbe
    che non è il terremoto che uccide e crea danni economici, ma è la malvagità di alcune persone,
    che non eseguono i lavori a regola d'arte, che non controllano i lavori eseguiti,
    che nominano persone prive di conoscenze specifiche ma forti solo della buona raccomandazione,
    che ecc. ecc.
    -
    -
    images.jpg
    -
    -
    -
    http://www.pergliavvocati.it/forum/viewtopic.php?f=2&t=239&p=904#p904
    -
    -
     
    Ultima modifica: 2 Settembre 2016
  2. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Pur facendo tutti i rituali di scaramanzia, anche tattile, forse la nostra classe di governo, i professionisti e le imprese interessate e, perché no, i cittadini farebbero bene ad avviare una riflessione sul tema.
     
    A Francesco Fusco piace questo elemento.
  3. bat21

    bat21

    Utente attivo

    Registr.:
    18 Set 2013
    Messaggi:
    232
    Caro Avv. la città di Fondi come i rimanenti comuni d'Italia è dotata di ufficio della Protezione Civile e a cadenza annuale il predetto ufficio deve aggiornare il Piano di evacuazione per eventi straordinari, calamità e così via - quindi in caso di Evento l'amministrazione credo sia preparata a dare risposte immediate- speriamo. Per la restante parte del post, la responsabilità è da additarsi principalmente al committente ed al professionista incosciente.
    Il primo ed è dato certo per un qualsiasi affidamento lavori quello che più preme e/o interessa è risparmiare il più possibile con risultati che sappiamo.
    Il secondo pur di raccattare qualche euro si tappa il naso, incassa e certifica la regolare esecuzione delle opere.
    Aggiungiamoci la stampa tuttologa e illustri baroni universitari presunti Colleghi che neanche ne masticano di cantiere se non su carta, il brodo è tratto. La "riparazione architettonica e strutturale" è una scienza millenaria ed è cosa seria e deve essere affidata a persone competenti. Persone che respirano polvere di calce, che sanno prevenire e curare l'edificio e principalmente riescono a leggere con proiezioni a lungo termine il comportamento spaziale delle strutture sia esse intelaiate che in muratura ordinaria caotica e regolare.Mi scuso se sono polemico ma da addetto ai lavori sui luoghi oggetto di sisma ove si respira aria di devastazione e morte oltre l'odore acre delle strutture polverizzate, assistere a passerelle in TV di presunti ingegneri, architetti, geometri, geologi e politici di turno che cercano visibilità ed ognuno dice la sua ......il bicchiere è colmo.
     
    A Uber e Francesco Fusco piace questo messaggio.
  4. thinghead

    thinghead

    Nuovo utente

    Registr.:
    7 Ott 2007
    Messaggi:
    7
    Penso che sarebbe bene comune ogni tanto aggiornare e informare i cittadini il piano di evacuazione con elencati punti di ricovero della popolazione per zona .......etc,etc etc....
     
  5. bat21

    bat21

    Utente attivo

    Registr.:
    18 Set 2013
    Messaggi:
    232
    Concordo perfettamente il cittadino deve essere edotto sulle misure di prevenzione, rischi e misure di protezione in caso di Sisma e/o altro evento. Essendo atti pubblici l'assessorato LLPP AMBIENTE E P.C. ha l'obbligo di pubblicare detto Piano di Evazuazione oltre che intraprendere iniziative di informazione presso istituti scolastici di ogni ordine e grado e così via.
     
    A Uber piace questo elemento.
  6. Eddy

    Eddy

    Utente attivo

    Registr.:
    10 Mag 2003
    Messaggi:
    341
    In Italia l'unica cosa da fare è raccomandarsi a Dio e a tutti i Santi del Paradiso che non succeda mai nessun tipo di emergenza ... altrimenti si è FOTTUTI!:(
     
    A Uber e Francesco Fusco piace questo messaggio.
  7. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Difatti i giapponesi che, da anni, seriamente costruiscono con criteri antisismici, sono tutti ....in preghiera !!


    [​IMG]
     
  8. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Caro eolica,io non sono cosi ottimista da vedere spazi al posto di vuoti, I nostri simpatici amici nipponici non sono certo in preghiera ma probabilmente a produrre,cosa che fa nno per 365 giorni all anno.Sono cosi produttivi e capaci da aver iniziato una seria politica antisismica dagli anni 30 del secolo scorso e sono arrivati a quello che sono dopo aver investito per decenni in istruzione ( perché alla fine di questo si tratta).È un paese dove la parola corruzione o spreco di risorse pubbliche credo non siano nemmeno contemplate nel vocabolario e se qualcuno viene proprio beccato, ha la decenza di fare hara kiri e togliersi dalle balle.Questione di cultura.Fai un raffronto con noi:questo Paese,ad oggi,prevede incentivi fiscali per adeguamento antisismico nelle sole zone sismiche 1 e 2.Ti faccio un esempio pratico:
    FONDI ricade nella zona sismica 3b, cosa che ci fa dormire sonni relativamente tranquilli.Ma la intera provincia di Frosinone ,o quasi, ricade in zona 1 dove la possibilità di un terremoto di entita disastrosa è assolutamente possibile,le nostre case pensi che resterebbero immuni dagli effetti?
    O si fà una seria politica nazionale di incentivi e finanziameni almeno in parte a fondo perduto,oppure al solito,sopravviverá solo chi ha i soldi per rifarsi la casa.
    Ed anche barzelletta sulla polizza antisismica obbligatoria è,appunto,una comica : ma chi ti assicurA una casa in zona sismica 1.E se qua lcuno volesse farlo, a qualem costo?
    E poi, io voglip salvare la pelle,non la casa...
     
  9. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Perfetto.

    Io volevo solo ricordare a qualcuno che con le preghiere, io aggiungo anche con le (buone) azioni, si può forse andare in Paradiso, quando qualche problema sismico, anche per la nostra imprevidenza, ci spedisce in quel luogo agognato.

    Cominciamo, e lo dico da profano, a provare a salvare la casa e forse riusciamo a salvare anche la pelle, ma facciamo qualcosa, senza restare solo a......pregare.
     
  10. Osservatore Fondano

    Osservatore Fondano

    Utente attivo

    Registr.:
    23 Gen 2015
    Messaggi:
    286
    GRATTATA PALLE.jpg
     
    A Francesco Fusco piace questo elemento.
  11. geo

    geo

    Nuovo utente

    Registr.:
    20 Mar 2012
    Messaggi:
    12
    Come ben detto Fondi è in zona sismica 3B e pertanto dal punto di vista geologico in teoria potremmo tutti noi dormire sonni tranquilli. Il fatto di stare in zona 3B significa che siamo lontani dalle aree sismogenetiche, laddove cioè si innescano terremoti (per Amatrice ad esempio, la faglia di lunghezza di 25 Km che da Amatrice va verso Norcia ). Tutto questo non vuol dire che non abbiamo scuotimento, vuol dire che le accelerazioni relative agli scuotimenti sono basse e quindi in teoria, se un fabbricato è ben fatto, e dico se, non dovrebbero esserci problemi di stabilità.


    Il Comune di Fondi , con finanziamento regionale, si è dotato della Carta della Microzonazione Sismica di 1 livello; tale carta individua tutte le aree in cui lo scuotimento avvertito è pressoché simile in quanto l’amplificazione sismica non dipende dalla magnitudo del sisma, né dal fabbricato, l’amplificazione sismica dipende dalle condizioni stratigrafiche del sito, per dirla in termini semplici dal sottosuolo. Le aree soggette ad una maggiore amplificazione sismica sono per Fondi, le fasce pedemontane.


    Vorrei far notare che si parla sempre di fabbricati se sono antisismici, si parla di adeguamento sismico degli stessi e di piani di protezione civile; non si parla mai della situazione geologica locale.


    Il Terremoto de l’Aquila del 2009 ha evidenziato che a distanza di poche centinaia di metri alcuni fabbricati erano integri e altri erano completamente crollati. Il terremoto di Amatrice ha evidenziato che alcuni fabbricati più alti (campanile e la casa rossa di 4-5 piani) non sono crollati a differenza di quelli di pochi piani. Tutto questo dimostra che il crollo di un fabbricato non solo è dovuto alla resistenza stessa del fabbricato ma ai cosiddetti effetti di sito. In base a quello che abbiamo nel sottosuolo possiamo avere uno scuotimento più o meno marcato con una certa frequenza (frequenza di risonanza) che possiamo misurare. Probabilmente in Amatrice questa frequenza è stata piuttosto alta e quindi ha determinato il collasso delle strutture meno elevate.



    All’indomani del terremoto di Amatrice sono andato a vedere la Carta della Microzonazione Sismica di 1 livello sul sito della Regione Lazio, e ho scoperto che Amatrice non si è dotata di tale studio. Se fosse stato un comune in zona 3A o 3B avrebbe avuto un senso diverso, ma in un comune in zona 1, questo è inammissibile. Ciò significa che l’Amministrazione comunale è stata inadempiente oltre che irresponsabile. Il Sindaco di Amatrice che sa parlare solo in gergo calcistico, e ciò dimostra la sua formazione culturale (si può leggere il suo CV sul sito del comune), insieme al suo assessore geometra, sono i primi responsabili di tale disgrazia.


    Fondi non ha bisogno di essere preparata ad affrontare un terremoto se si costruisse sempre con criterio.

    Sono d’accordo con Bat21 quando dice la responsabilità è da additarsi principalmente al committente ed al professionista incosciente. Il primo a cui interessa risparmiare il più possibile ed il secondo è il professionista accattone che fa carte false per pochi euro. Aggiungerei che quando si parla di professionista, con le leggi attuali, si parla di team di professionisti: ingegneri-architetti, geologi, geometri. Alcuni architetti fanno gli ingegneri (calcoli strutturali) alcuni geometri fanno gli ingegneri (calcoli strutturali di piccole opere) alcuni geologi s’inventano le indagini per poter prendere il lavoro a quattro soldi; alcuni ingegneri elettronici, informatici e elettrici fanno calcoli strutturali. Manca sicuramente una normativa adeguata sulle competenze, ma soprattutto manca la serietà e la correttezza professionale.


    Per quanto riguarda l’intervento condivisibile di Zio Gaetano, che parla di necessità di una seria politica nazionale di incentivi e finanziamenti, faccio riferimento a ciò che ho appena scritto, il comune di Amatrice non si è preoccupato di utilizzare i finanziamenti regionali per lo studio di Microzonazione sismica. Il problema quindi non è solo la mancanza di finanziamenti , è la mancanza di cultura; pensate che le sedi di Scienze della Terra, che formano la figura del geologo, in Italia sono passate da 29 (nel 2010) a 8(nel 2016), per effetto della riforma Gelmini del 2010 che ha imposto il taglio di tutti i dipartimenti che non raggiungono i 40 docenti. Il governo Renzi non ha certamente provveduto a farli riaprire; Zingaretti ha praticamente chiuso il servizio geologico regionale accorpandolo al dipartimento Bonifica e irrigazione.

    Su un articolo di Repubblica del giorno 31 agosto un giornalista ha evidenziato un “eccessivo” spreco di soldi per la redazione delle carte sismiche.

    Mi viene da pensare che se in Italia non si fanno studi e quindi non si può fare prevenzione, non si investe nella conservazione del patrimonio storico e architettonico, è perché come dice l’imbecille di Vespa a Porta a Porta ogni terremoto può portare alla possibile ripresa dell’economia, è questo che forse vogliono i nostri governanti .

    Geol. Pierluigi Di Russo
     
    A Ziogaetano e Francesco Fusco piace questo messaggio.
  12. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Grazie, amico mio, per averci dato l'esempio migliore di come una comunità, stimolando magari a farlo la sua classe dirigente si interroga, con intelligenza e senza isterismi,sui problemi del suo vivere quotidiano, dai più semplici ai più complessi, che presentano a volte risvolti drammatici.
     
    A Francesco Fusco piace questo elemento.
  13. bat21

    bat21

    Utente attivo

    Registr.:
    18 Set 2013
    Messaggi:
    232
    GRAZIE PIERLUIGI. Conosco la tua professionalità e sono contento che un altra figura professionale molto importante sia presente su questa pagina. Come sai è importante lavorare in team anche in ambito privato ma in questo paese l'immaturità e l'affarismo la fanno da padrone.
     
  14. bat21

    bat21

    Utente attivo

    Registr.:
    18 Set 2013
    Messaggi:
    232
    Consiglio di leggere il report chiaro e semplicistico
     

    Allegati:

  15. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Ok,da profano dico : illuminante !
     
  16. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Non riuscirei a trovare niente di piú illuminante,completo,esaustivo,comprensibile a chiunque di quanto postato dall utente geo.
     
  17. Eddy

    Eddy

    Utente attivo

    Registr.:
    10 Mag 2003
    Messaggi:
    341
    I Giapponesi, al contrario degli Italiani, sono gente seria ... anche troppo ... non perdono tempo a pregare per risolvere i problemi ... pur di risolverli o copiano tutto quello che fanno gli altri popoli ma migliorandolo o si inventano una soluzione nuova e geniale da zero.

    Quanto alla corruzione ed anche alla raccomandazione, stando a quanto mi hanno raccontato alcuni miei amici che da anni vivono e lavorano lì ... in Giappone, contrariamente a quanto comunemente si crede, sono fenomeni molto più ampi e diffusi che in Italia, al punto da essere quasi "istituzionalizzati e legalizzati".

    Fanno parte integrante della loro cultura tradizionale e della loro mentalità ... la differenza è che lì sono visti come mezzi per realizzare le cose presto e bene e non devono mai impedire che le cose funzionino come si deve.

    Rubano da noi in Italia e rubano in proporzione ancora di più lì in Giappone ... la differenza è che lì sanno dove si devono fermare per fare in modo che comunque le cose continuino a funzionare bene.
     
  18. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Mi dispiace che tu non abbia colto il taglio "ironico" del mio intervento.

    Proprio perché sono convinto che i giapponesi fanno le cose per bene, provavo ad ironizzare sulla tua invocazione, peraltro legittima, dell'aiuto di Dio e dei santi del Paradiso mentre io, e vedo anche tu, auspicavo un fermo, competente e onesto intervento degli uomini, preghiera a parte.

    Invitando tutti noi a cogliere le opportunità ( lo spazio), senza riflettere più del necessario sulle difficoltà (il vuoto).

    Buona serata.
     
  19. thinghead

    thinghead

    Nuovo utente

    Registr.:
    7 Ott 2007
    Messaggi:
    7
    Bel chiarimento istruttivo ......adesso possiamo dormire tranquilli nelle nostre casette .....che nulla può succedere ....grazie ingegnere .........ma non era quello lo spirito critico della discussione
    Se succede qualcosa di inaspettato......?Dove si dirige la mandria ? Andiamo verso mare o montagna se arriva qualcosa di inaspettato ...a quale santo bisogna rivolgersi ? Santa protezione civile ? O San ......
    Buona serata
     
  20. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Giusta osservazione.

    L'attenzione al tema che sollecitavo ad inizio discussione era riferita a tutti gli aspetti e indirizzata a tutti: tecnici, amministratori,imprese e, naturalmente, cittadini in senso lato.

    Cerchiamo però di non essere ipercritici, pensiamo a quante energie, quante intelligenze in poche ore, nel nostro piccolissimo abbiamo messo in campo: e vi sembra poco ??



    [​IMG]
     

Condividi questa pagina