Forum Elezioni 2010 :: Elezioni terminate
AutoreMessaggio
rob

Reg: 22 Ago 2002
Msg inviati: 2159
Elezioni terminate
Inviato il: 1 Apr 2010, 13:01
E ora speriamo che il futuro consiglio comunale ,con nuovo sindaco in testa,mantengano tutte,o almeno in buon parte , le promesse fatte.
jeffrey_lebowski

Reg: 9 Nov 2007
Msg inviati: 2459
Inviato il: 1 Apr 2010, 16:48
Compresa la metro leggera?
banana joe

Reg: 13 Gen 2010
Msg inviati: 229
Inviato il: 1 Apr 2010, 17:18
jeffrey_lebowski ha scritto:
Compresa la metro leggera?


SOPRATTUTTO LA METRO LEGGERA.......
cavcnacc
Reg: 30 Gen 2010
Msg inviati: 546
Re: Elezioni terminate'
Inviato il: 1 Apr 2010, 23:31
rob ha scritto:
E ora speriamo che il futuro consiglio comunale ,con nuovo sindaco in testa,mantengano tutte,o almeno in buon parte , le promesse fatte.


Sig. Rob, per caso nel programma c'è l'apertura di un nuovo ufficio di collocamento?!
elenamunno
Reg: 23 Feb 2008
Msg inviati: 1332
L'ufficio di collegamento politico è chiuso per adesso !
Inviato il: 2 Apr 2010, 17:35

Chi possiede amor proprio, voglia di fare  non gli serve necessariamente il politico per lavorare, il tuo materiale di risulta è diventato veramente ingrombante, forse è il caso che vada alla discarica per il riempimento delle buche, che si sono create e prese in questo periodo elettorale.

Elena Munno

cavcnacc
Reg: 30 Gen 2010
Msg inviati: 546
Re: L'ufficio di collegamento politico è chiuso per adesso !
Inviato il: 2 Apr 2010, 22:24
elenamunno ha scritto:

Chi possiede amor proprio, voglia di fare  non gli serve necessariamente il politico per lavorare, il tuo materiale di risulta è diventato veramente ingrombante, forse è il caso che vada alla discarica per il riempimento delle buche, che si sono create e prese in questo periodo elettorale.

Elena Munno



Peccato, viene aperto solo all'occorrenza questo ufficio. Poveri i cittadini che illusi in continuazione vanno ad iscriversi.
elenamunno
Reg: 23 Feb 2008
Msg inviati: 1332
Qualcuno ottiene anche il lavoro ogni tanto no !
Inviato il: 3 Apr 2010, 19:29

I cittadini non sono illusi, ci provono, perchè la Costituzione Italiana lo dice, che è fondata sul lavoro, sul lavoro, non sulle promesse elettorali, che dico tutte le coalizioni fanno dico tutte nessuno escluse, qualcuno poi pure riesce ad avercelo, ecco perchè si può promettere.

Chi vuole veramente lavorare sa come fare senza il politico, questo sia ben chiaro, lei faccia il manovale che con il suo nome d'arte è più che giustificato ! 

 

dandy
Reg: 14 Mar 2010
Msg inviati: 56
Re: Qualcuno ottiene anche il lavoro ogni tanto no !
Inviato il: 3 Apr 2010, 21:16
elenamunno ha scritto:

I cittadini non sono illusi, ci provono, perché la Costituzione Italiana lo dice, che è fondata sul lavoro, sul lavoro, non sulle promesse elettorali, che dico tutte le coalizioni fanno dico tutte nessuno escluse, qualcuno poi pure riesce ad avercelo, ecco perché si può promettere.

Chi vuole veramente lavorare sa come fare senza il politico, questo sia ben chiaro, lei faccia il manovale che con il suo nome d'arte è più che giustificato ! 

 

La Costituzione che cita è la garanzia scritta dei nostri doveri e dei nostri diritti, non dei favori. In una società che vuole progredire deve andare avanti chi è capace, non chi ha il santo più importante. Provi a dire il suo pensiero a qualcuno che grazie a questo sistema ha perso qualche caro in ospedale per incompetenza di un raccomandato, almeno capirà dove sta il reale problema.

qualitel

Reg: 15 Gen 2004
Msg inviati: 2562
Re: Qualcuno ottiene anche il lavoro ogni tanto no !
Inviato il: 4 Apr 2010, 0:01
dandy ha scritto:

La Costituzione che cita è la garanzia scritta dei nostri doveri e dei nostri diritti, non dei favori. In una società che vuole progredire deve andare avanti chi è capace, non chi ha il santo più importante. Provi a dire il suo pensiero a qualcuno che grazie a questo sistema ha perso qualche caro in ospedale per incompetenza di un raccomandato, almeno capirà dove sta il reale problema.

non vi preoccupate della Costituzione, tanto qualcuno si è messo in testa che si deve cambiare...avete sentito Sua Altezza Brunetta?

Avete sentito si o no che sto tizio ha detto che non necessariamente ci si basa sul lavoro.....?

L'ultima di Brunetta «Riforma della Costituzione? Cambierei anche l'articolo 1»

Riforma della giustizia, riforme istituzionali, presidenzialismo, federalismo? Secondo Brunetta non è abbastanza. Secondo il ministro per la Pubblica amministrazione le riforme non dovranno riguardare solo la seconda parte della Costituzione, «ma anche la prima, a partire dall'articolo 1: stabilire che l'Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro non significa assolutamente nulla». In un'intervista a Libero, Brunetta sostiene che la parte valoriale della Costituzione «ignora temi e concetti fondamentali, come quelli del mercato, della concorrenza e del merito».

La Costituzione, aggiunge il ministro, «è figlia del clima del dopoguerra. Adesso siamo in un'altra Italia. Capisco che alcuni costituzionalisti sostengano che non si riesce a cambiare la seconda parte della Costituzione proprio perché non abbiamo aggiornato la prima. Fermi restando i principi fondamentali, nei quali tutti ci riconosciamo, bisogna avere allora il coraggio di parlare anche della prima parte della Costituzione. E ritengo debbano essere rivisti pure gli articoli della Carta sui sindacati, i partiti, l'Europa». Una sparata talmente grossa che persino Paolo Bonaiuti appere scettico e cauto: «Io sono del parere che non bisogna mai mettere troppa carne al fuoco, però tutto si può vedere».

Duro il parere dell'opposizione. «L'uscita del ministro Brunetta, l'ennesima da parte della maggioranza che dice cose diverse e spesso opposte, conferma la necessità di un chiarimento condiviso sugli obiettivi e le finalità che ci si propongono». Così il vicepresidente del Senato Vannino Chiti (Pd), che aggiunge: «La modifica della prima parte della Costituzione non è all'ordine del giorno. Non siamo disponibili. Anzi, le modifiche nella seconda parte devono essere assolutamente coerenti con i principi guida della Costituzione. E questa è la ragione per cui non si può essere oggi d'accordo con l'elezione di un'Assemblea costituente. Se la linea della destra è quella di Brunetta il discorso sulle riforme diventa non possibile intesa, ma sicuro scontro».

Stessa opinione espressa da Felice Belisario, presidente del gruppo Italia dei Valori al Senato. «Di buone intenzioni sono lastricate le vie dell'inferno e anche le ipotesi di riforma costituzionale portate avanti dal centrodestra, che a volte sembrano farcite di buoni propositi, non mostrano mai la loro vera faccia. Per governo e maggioranza è arrivato il momento di smetterla con le dichiarazioni d'intenti e dire come intendono intervenire. Se il loro scopo è quello di saccheggiare la carta costituzionale, la nostra risposta è no, è meglio non toccare nulla»

Contrarie anche associazioni e sindacati. «Al ministro Brunetta va dato il merito di aver detto con grande chiarezza che una parte della destra intende picconare tutta la Costituzione a cominciare dall'Art. 1». Così invece Beppe Giulietti, esponente del Gruppo Misto e portavoce di Articolo 21. «Del resto - osserva Giulietti – un gruppo di senatori ha già presentato una proposta di revisione di quello che resta dell'Articolo 21 della Costituzione . Come premessa per il dialogo non c'è male».

Secondo Carlo Podda, segretario generale dell'Fp Cgil nazionale, quella di Brunetta è «un'altra delle sue bordate eversive. Dalle riforme solo annunciate, alla reazione urlata. L'Italia è una Repubblica fondata sul lavoro, Brunetta se ne faccia una ragione».

02 gennaio 2010
 
 
Forum Elezioni 2010 :: Elezioni terminate