Archivio forum

Marina di Fondi :: Abusivismo...
AutoreMessaggio
Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Abusivismo...
Inviato il: 3 Gen 2004, 0:57
 
Venerdì 2 Gennaio 2004
FONDI
Abusivismo, boom di sequestri durante le feste

di Gaetano Carnevale

Nemmeno i buoni propositi di Natali scoraggiano l’abusivismo edilizio. «Anzi, da qualche tempo - dichiara il comandante dei vigili urbani Francesco Di Maio - è proprio durante le feste che il fenomeno aumenta». In questi giorni la polizia municipale ha messo i sigilli a ben tre fabbricati di diverse dimensioni. Le costruzioni fuorilegge ovviamente stavano sorgendo tutte sulla zona litoranea.
La più consistente, di oltre 120 metri quadri, era in fase di realizzazione in via Sant’Anastasia, lungo l’argine del canale omonimo. Pilastri in cemento e muri venivano innalzati all’interno di una recinzione di rete verde di plastica, per mimetizzarla fra la vegetazione. Dentro i vigili hanno sorpreso manovali e carpentieri al lavoro, denunciandoli all’autorità giudiziaria. Più avanti, in piena zona demaniale di Selva Vetere, a due-tre chilometri dal mare, c’era un altro cantiere di dimensioni leggermente più piccole, ma la cui superficie è abbastanza richiesta dal mercato degli affitti estivi. Ancora più modesto il terzo, aperto in prossimità di un campeggio sulla duna di Selva Vetere. Qui l’abusivo è stato colto mentre montava pannelli per la costruzione di “un ricovero” di 5 metri per 5, forse un chiosco per la prossima estate o qualcos’altro da inserire nel progetto della “Marina di Fondi”. Anche queste due ultime costruzioni sono state messe naturalmente sotto sequestro. Ma, il pericolo che si continui ad innalzare e a rifinire i manufatti con murature, pannelli di legno e in metallo è piuttosto reale. I costruttori abusivi come i proprietari abusivi sono tutti di Fondi. Speravano di retrodatare le opere illegali nella speranza di rientrare nel condono edilizio governativo.

(Ultima modifica da parte di Emanuele il 29/07/2004, 15:03. Modificato 1 volta in totale)
Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Tornano le ruspe sul litorale
Inviato il: 17 Gen 2004, 19:27
 
Sabato 17 Gennaio 2004
FONDI Lotta all’abusivismo. Il sindaco Parisella: «Entro pochi giorni previste nuove demolizioni»
Tornano le ruspe sul litorale

di Enzo Di Manno

FONDI — "Stiamo studiando gli ultimi dettagli con il nostro settore urbanistica e con i responsabili delle Forze dell'Ordine la cui presenza è ovviamente necessaria, ma entro due-tre settimane le ruspe torneranno sul litorale per la demolizione di diverse costruzioni abusive". L'annuncio è del sindaco Luigi Parisella che tiene a ribadire il massimo impegno dell'amministrazione comunale contro ogni forma di cementificazione selvaggia. D'altronde non c'è possibilità di abbassare la guardia visto che proprio nel periodo delle recenti festività si sono registrati diversi sequestri da parte, in particolare, della Polizia Municipale comandata dal dott. Francesco Di Maio. Sequestri, non è una novità, relativi nella stragrande maggioranza alla fascia costiera. Le ruspe torneranno dunque sul litorale "perché - dice Parisella - non possiamo permettere che il nostro territorio già compromesso in diverse zone continui ad essere oggetto di aggressione e speculazione soprattutto da parte di non residenti, di persone provenienti da altri luoghi che credono che Fondi sia un posto senza legge". Secondo quanto si è appreso, l'imminente azione di bonifica sarà effettuata sia sulla base di specifiche ordinanze di demolizione firmate dallo stesso sindaco sia in virtù di provvedimenti resi esecutivi dalla magistratura penale e amministrativa. "La dovuta azione di vigilanza, di prevenzione e al contempo di repressione dell'abusivismo edilizio - ha spiegato il primo cittadino - si rende ancora più necessaria in quelle aree interessate da progetti di pianificazione e di sviluppo turistico di cui l'ipotesi progettuale vincitrice del concorso nazionale di idee Marina di Fondi costituisce l'elemento qualificante, coerente d'altro canto con l'indirizzo politico-programmatico di questa amministrazione comunale". Una delle ultime demolizioni sul litorale fu effettuata nell'aprile dello scorso anno nella zona di Sant'Anastasia.
Alla presenza dell'allora capo della Procura della Repubblica di Latina, Antonio Gagliardi, le ruspe "rasero al suolo" un complesso edilizio di ben tremila metri cubi realizzato su terreno demaniale e a meno di trenta metri dall'arenile.
In quella zona, secondo uno specifico progetto del Comune al quale sono stati destinati circa 455mila euro, sorgerà nei prossimi mesi uno spazio attrezzato dotato di verde e parcheggio dove sarà possibile svolgere, ovviamente nel periodo estivo, anche spettacoli musicali e teatrali all’aperto.

Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 8 Lug 2004, 14:49
 
Mercoledì 7 Luglio 2004
Fondi/La denuncia del Comune
Abusivismo, verbali senza provvedimenti: «Ci blocca una circolare prefettizia»

di Gaetano Carnevale

La “lotta all’abusivismo” segna il passo a Fondi. Almeno da un anno. I controlli continuano, ma la macchina della guerra agli abusi, di fatto è ferma. «Se non si continua nell’intervenire ad abbattere le costruzioni illegali - afferma l’assessore all’urbanistica Luigi Matteoli - lo si deve ad una circolare della prefettura, che praticamente ha avocato a sé l’iniziativa di repressione». L’assessore, anzi, si mostra contrariato dall’intervento della prefettura e precisa che «insieme ai dirigenti della ripartizione urbanistica chiederemo di chiarire le rispettive competenze».
Promette, infine, di rendere pubblica la circolare prefettizia, ma soprattutto di trovare forme più efficaci per contrastare un fenomeno che «proprio nel periodo estivo assume forme più consistenti», come si espresse il sindaco di Fondi, Luigi Parisella, in un comunicato stampa di un anno fa esatto. Il moltiplicarsi delle illegalità durante la stagione balneare è stata ripetutamente avvertita anche dalle forze dell’ordine e dai vigili urbani, in particolare, che proprio nelle ultime settimane hanno anche denunciato la deplorevole pratica da parte di studi legali e forse di altri organi cittadini: di fornire agli abusivi una domanda di condono prima ancora di iniziare la costruzione fuorilegge. Insomma, la lotta all’edilizia pirata diventa «una battaglia difficile da contrastare efficacemente - come ha detto il sottufficiale dei vigili urbani Pietro Munno che guida la squadra antiabusivi - se non si coordinano le forze». E’ quanto chiedeva lo stesso sindaco Parisella nel vertice convocato nel giugno dello scorso anno, al quale parteciparono i dirigenti della ripartizione Urbanistica e di quella Tecnologica-ambientale, «nonché i dirigenti delle forze dell’ordine, del comando forestale, della stazione dei carabinieri, della polizia di stato, della guardia di finanza e della polizia municipale». Il vertice convocato in Comune aveva un duplice scopo: concordare «le date in cui saranno effettuate le operazioni di bonifica delle aree interessate dalle costruzioni abusive oggetto di ordinanze sindacali di demolizioni e di provvedimenti resi esecutivi dalla magistratura amministrativa e penale» e di «intensificare e potenziare l’azione di controllo del fenomeno legato all’abusivismo edilizio, specialmente lungo la fascia costiera». Di più: «l’azione di vigilanza e di prevenzione si rende ancor più necessaria - affermava il sindaco - in quelle aree territoriali interessate da progetti di pianificazione e di sviluppo turistico». Se non si vogliono compromettere definitivamente la vocazione turistica e la crescita socio-economica del territorio.

Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 23 Lug 2004, 14:28
 
Giovedì 22 Luglio 2004
Fondi
Dalla prefettura nessun freno alle demolizioni abusive

Premesso che "l'obiettivo primario dell'amministrazione comunale di Fondi" è quello di "una adeguata azione di vigilanza e di controllo nei riguardi del fenomeno abusivo", l'assessore all'urbanistica Luigi Matteoli ha voluto precisare in un comunicato stampa il suo pensiero sul ruolo della prefettura di Latina, chiamata in causa in un servizio precedente, negli interventi di abbattimenti di costruzioni illegali. In tali casi "l'amministrazione comunale di Fondi è impegnata in un'azione sinergica, di raccordo e di collaborazione con la Prefettura di Latina, tenendo conto che le nuove norme legislative in materia, attribuiscono anche al Prefetto le funzioni di organo istituzionalmente deputato a disporre la demolizione delle opere abusive". Insomma, nella lotta all'abusivismo edilizio esiste "un'attribuzione della competenza al prefetto, che va, comunque, strettamente correlata a quella degli enti locali".
Per quanto concerne La "presunta inerzia da parte dell'amministrazione comunale nel contrasto all'abusivismo a seguito della circolare prefettizia" si è sicuramente equivocato su "norme riferite ad una complessa materia". Non risponde quindi a verità che la Prefettura, con una sua nota, avrebbe di fatto bloccato le demolizioni delle costruzioni realizzate abusivamente sul territorio. Ribadisce, infine, l'assessore Matteoli "l'azione di vigilanza e di prevenzione" dell'amministrazione, soprattutto nelle "aree più pregiate ed esposte al fenomeno abusivo".

Fatto sta, però, che dalla riunione del giugno 2003 in cui si decise di intervenire per abbattere le costruzioni sicuramente fuorilegge, non ha fatto seguito alcun intervento. Come dimostrano appunto "i molteplici casi di tentato abusivismo nei mesi scorsi, specialmente lungo la fascia costiera", come ammette lo stesso Matteoli.
G.Carn.

Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 29 Lug 2004, 17:03
Panservice
Giovedì 29 Luglio 2004
Fondi. Fascia costiera, operazioni di ripristino dei luoghi
di Rita Bittarelli

Nella mattinata di mercoledì 27 luglio – comunica il Sindaco di Fondi Luigi Parisella - una tempestiva ed efficace azione dell’amministrazione comunale di Fondi ha stroncato due episodi di occupazione abusiva di aree gravate da uso civico lungo la fascia litoranea.
Un pronto intervento dei funzionari dell’Ufficio Tecnico Comunale, del Comando della Polizia Municipale e della locale Polizia di Stato, ha consentito ai mezzi meccanici di rimuovere l’occupazione abusiva di un’area sita nella parte retrostante della duna costiera in località Tumulito, indebitamente recintata, ripristinando così lo stato originario dei luoghi.
Giova evidenziare che detta area era utilizzata dai bagnanti come parcheggio.
Nella stessa mattinata c’è stato un ulteriore intervento da parte degli Organi suindicati, su di un’area sita presso la località di S. Anastasia, dell’estensione di circa 1 ha, già oggetto di reintegra al Comune di Fondi a seguito di Ordinanza n. 143 del 25 maggio 1985 del Presidente della Giunta Regionale del Lazio. Il deciso intervento ha consentito di liberare l’area stessa dall’azione invasiva degli occupatori abusivi.
Ulteriori accertamenti sono in itinere su tutta la fascia costiera – afferma il Sindaco Luigi Parisella – insieme ad un’azione costante di vigilanza da parte degli organi preposti, per rimuovere situazioni di illegalità ed impedire la realizzazione di opere abusive su aree molto “appetibili” ed oggetto dell’attenzione, in prevalenza , di persone che provengono da altre località.

Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 29 Lug 2004, 17:15

Mercoledì 28 Luglio 2004:
Abusivismo a Fondi
Nella mattinata di mercoledì 27 luglio – comunica il Sindaco di Fondi Luigi Parisella - una tempestiva ed efficace azione dell’amministrazione comunale di Fondi ha stroncato due episodi di occupazione abusiva di aree gravate da uso civico lungo la fascia litoranea.

Un pronto intervento dei funzionari dell’Ufficio Tecnico Comunale, del Comando della Polizia Municipale e della locale Polizia di Stato, ha consentito ai mezzi meccanici di rimuovere l’occupazione abusiva di un’area sita nella parte retrostante della duna costiera in località Tumulito, indebitamente recintata, ripristinando così lo stato originario dei luoghi. Giova evidenziare che detta area era utilizzata dai bagnanti come parcheggio. Nella stessa mattinata c’è stato un ulteriore intervento da parte degli Organi suindicati, su di un’area sita presso la località di S. Anastasia, dell’estensione di circa 1 ha, già oggetto di reintegra al Comune di Fondi a seguito di Ordinanza n. 143 del 25 maggio 1985 del Presidente della Giunta Regionale del Lazio. Il deciso intervento ha consentito di liberare l’area stessa dall’azione invasiva degli occupatori abusivi. Ulteriori accertamenti sono in itinere su tutta la fascia costiera – afferma il Sindaco Luigi Parisella – insieme ad un’azione costante di vigilanza da parte degli organi preposti, per rimuovere situazioni di illegalità ed impedire la realizzazione di opere abusive su aree molto “appetibili” ed oggetto dell’attenzione, in prevalenza , di persone che provengono da altre località.

Fonte: Lazio Sud Notizie

Marina di Fondi :: Abusivismo...