Archivio forum

Fondi e i Fondani :: LA CAMORRA CI AVVELENA
pag. 1, 2  avanti...»
AutoreMessaggio
brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
LA CAMORRA CI AVVELENA
Inviato il: 31 Ago 2013, 20:06

PARTITO DEMOCRATICO

Circolo Cittadino di Fondi

www.democraticifondi.it

 

COMUNICATO STAMPA

 

LA CAMORRA  CI AVVELENA

 

Le dichiarazioni rese dal collaboratore di giustizia Carmine Schiavone a Sky TG24 in merito all’attività del clan dei casalesi riguardanti lo smaltimento illegale di rifiuti tossici e nocivi non rappresentano sicuramente una “notizia”, nel senso che vengono ribadite cose note e risapute da molti anni.   

Ma il merito di questa intervista, andata in onda oggi in uno speciale curato da Paolo Chiarella e Chiara Cerqueti su Sky TG24, sta nel fatto che vengono ripresi con drammaticità fatti che riguardano direttamente il sud pontino da Formia a Sabaudia.

Carmine Schiavone, nella sua intervista ha accusato ministri, magistrati e forze dell’ordine ed ha ipotizzato la morte di ben 5 milioni di persone per tumori conseguenti all’inquinamento ambientale determinato dall’interramento dei rifiuti tossici.
Cinque milioni di persone, nei territori del Lazio, Campania e Molise, che starebbero per morire o dovrebbero morire.

Carmine Schiavone, in un passaggio dell’intervista, dichiara che vi erano all’epoca collegamenti diretti tra il clan dei casalesi ed i fratelli Tripodo. Anzi, lo Schiavone parla dei Tripodo come dei suoi figliocci e che tramite gli stessi riusciva ad avere i contatti politici necessari a Fondi e nelle zone limitrofe. Contatti che riguardavano tutti i livelli amministrativi: da quello comunale e provinciale, a quelli regionali e nazionali.

Questi fatti erano già agli atti anche nel procedimento Damasco.

Davanti a queste dichiarazioni di un collaboratore di giustizia, ritenuto dagli inquirenti attendibile, fino ad oggi si è assistito ad un silenzio assordante.

La tecnica utilizzata dal clan per “smalitire” i rifiuti tossici e nocivi provenienti dal centro nord dell’Italia e i fanghi nucleari provenienti dalla Francia e dalla Germania, era quella dell’interramento nelle campagne e nelle cave di sabbia.

Nel Comune di Fondi come Partito Democratico abbiamo sollevato con forza la necessità di operare una bonifica integrale della discarica di Quarto Iannotta e di provvedere ad un carotaggio approfondito per verificare cosa è stato conferito in quella discarica incontrollata. Nonostante le nostre denunce, fino ad oggi, quasi nulla è stato fatto in tal senso.

A seguito di quanto dichiarato da Carmine Schiavone chiediamo che si proceda ad una verifica puntuale non solo della discarica abbandonata di Quarto Iannotta, ma anche delle diverse cave di pietra dismesse presenti sul territorio del nostro Comune. A tal riguardo, abbiamo avuto segnalazioni di interramenti di rifiuti tossici e nocivi in questi siti abbandonati da anni.

Non può essere considerato un caso se i cittadini di Fondi e del suo comprensorio presentano una alta percentuale di malati affetti dal cancro alla tiroide, sono centinaia i casi acclarati ed essi continuano ad aumentare sempre più.

 

Fondi, lì 31 agosto 2013

 

Bruno Fiore, Consigliere comunale del Partito Democratico

 

 


La "discarica" di Quarto Iannotta
bollicine
Reg: 16 Dic 2009
Msg inviati: 381
Inviato il: 1 Set 2013, 12:32
Al fondano non interessa sapere, interessa la piazza rifatta, la squadra del cuore e uno di noi alla regione!!)))
il resto non e' un problema di Fondi.

questo modo di "ragionare" ha portato un appiattimento delle menti gigantesco rendendo parte della popolazione insensibile a tutto, anche a problemi gravissimi come la discarica di Quarto Iannotta!
bisognerebbe effettuare un referendum popolare nella citta' sul problema, ma tanto per risvegliare le menti...ben vengano questo tipo di iniziative!
qui bisogna iniziare a rieducare le menti a problemi seri anziche' perdere tempo dietro inutili battibecchi destra-sinistra!!! 
grazie Bruno Fiore

tradizione
Reg: 4 Nov 2004
Msg inviati: 74
Inviato il: 1 Set 2013, 14:59
poi non lamentiamoci se moriamo di tumore 
sentite su youtube l'intervista a carmine schiavone è qualcosa di brutto cosa esce da quelle dichiarazioni 
da la fotografia esatta di quello che aveva ipotizzato il prefetto frattasi !! a cui molti fondani dovrebbero chiedere scusa
Eddy

Reg: 10 Mag 2003
Msg inviati: 1311
Inviato il: 1 Set 2013, 17:43
Hanno scoperto l'acqua calda!

Ma tanto di certe insignificanti e trascurabili piccolezze non frega niente a nessuno ... finché non lo tocca di persona.


Il prefetto Frattasi era un galantuomo ... per questo ha fatto una brutta fine e l'hanno sommerso di critiche ... come succede sempre ai galantuomini che hanno il coraggio di metterci sotto il naso verità scomode e ingombranti ... soprattutto in questo schifo di paese di mer.a volgarmente conosciuto come "Italia".

eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 1 Set 2013, 18:50
Eddy ha scritto:
 
Ma tanto di certe insignificanti e trascurabili piccolezze non frega niente a nessuno ... finché non lo tocca di persona.
 

Queste "piccolezze" non sono poi così insignificanti.

Se ci si guarda attorno non si trova una famiglia che non sia stata colpita, anche più volte (dolorosissimamente) dagli effetti di queste sciagurate attività dell'uomo su cui altri uomini dovevano vigilare ed intervenire.

E' diritto-dovere dei cittadini pretendere controlli, verifiche e bonifiche delle aree interessate, senza continuare a tenere la testa sotto la sabbia per non vedere e non sentire.
Francesco Fusco

Reg: 3 Nov 2004
Msg inviati: 3760
Inviato il: 2 Set 2013, 14:13
Francesco Fusco

Reg: 3 Nov 2004
Msg inviati: 3760
Inviato il: 2 Set 2013, 19:57

 

Schiavone e i rifiuti tossici: 

 "interrogazione al ministro dell’Ambiente"

 

“ … Visto che l’esigenza di secretare le audizioni di Schiavone era tutelare le indagini e visto che esse dal 1997 ad oggi hanno avuto tempo di essere svolte – conclude Realacci –, chiedo infine ai presidenti di Camera e Senato se non sia possibile togliere il segreto di Stato dalle audizioni del pentito Schiavone alla Commissione bicamerale di inchiesta  sulle ecomafie del 1997 … ”.

02/09/2013

http://www.latina24ore.it/latina/69479/schiavone-e-i-rifiuti-tossici-interrogazione-al-ministro-dellambiente

http://www.comitato-antimafia-lt.org/?p=23444

 

 

 

 

brucelee
Reg: 18 Mag 2010
Msg inviati: 70
Semplicemente grazie Bruno
Inviato il: 3 Set 2013, 21:27
Voglio semplicemente ringraziare Bruno Fiore per l'informazione sempre puntuale e corretta.
Alle prossime elezioni vi raccomando continuate a votare i soliti noti...così fra qualche anno vi renderete conto dei danni che avete procurato a questo paese.
il politicante
Reg: 3 Gen 2009
Msg inviati: 177
Per Brucelee
Inviato il: 3 Set 2013, 22:07
Ti puoi spiegare meglio? Stai dicendo che chi governa oggi avrebbe una responsabilità in merito alla gravi dichiarazioni di schiavone?
È molto grave la tua insinuazione !
Forse  si sta come al solito strumentalizzando una questione. Bene ha fatto il consigliere bruno fiore a sollevare la questione che Però deve essere trattata con molta cautela, in quale parte delle dichiarazioni di fa riferimento alla mostra città in modo specifico, quali sarebbero i sito in cui potevano avvenire questi interramenti?
Evitate di aprire discussioni terroristiche su cui invece si dovrebbe avere la lucidità di ragionate insieme per capire quali sono effettivamente i rischi e pericoli .
pastoresolitario
Reg: 10 Feb 2012
Msg inviati: 195
Inviato il: 4 Set 2013, 11:20
Classico intervento del ragioniere fiore mirato al terrorismo mediatico basato su dichiarazioni vaghe di un pentito che, per far campare nel lusso la sua famiglia, è pronto a inventarsi che gli asini volano... 
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 4 Set 2013, 11:35
pastoresolitario ha scritto:
Classico intervento del ragioniere fiore mirato al terrorismo mediatico basato su dichiarazioni vaghe di un pentito che, per far campare nel lusso la sua famiglia, è pronto a inventarsi che gli asini volano... 




SENZA SPERANZA

Assoluto vuoto pneumatico e rancori incompresi.

Solidarietà per il "neurone solitario": liberatelo da quel corpo.

Fratello
Reg: 12 Mar 2012
Msg inviati: 461
Inviato il: 4 Set 2013, 13:57

pastoresolitario ha scritto:
Classico intervento del ragioniere fiore mirato al terrorismo mediatico basato su dichiarazioni vaghe di un pentito che, per far campare nel lusso la sua famiglia, è pronto a inventarsi che gli asini volano... 
Tu non ci crederai ma io un asino volare l'ho visto veramente, da buon ed avveduto Fondano, dico all'amico Pastoresolitario " se tuona da qualche parte piove" il pentito di camorra che sussurra, in una intervista televisiva,  la sepoltura di rifiuti tossici nelle campagne della provincia di Latina, con particolare riferimento al basso Lazio, pur  senza nominare Fondi, mi preoccupa moltissimo e mi allerta se poi, un consigliere comunale di Fondi, ne approfitta per aprire una discussione non può essere considerato terrorismo mediatico solo perché predica da una finestra diversa dalla mia, preoccupiamo, invece, di  sollecitare la mobilitazione della classe politica Fondana per  verificare quanto ci può essere di vero nella dichiarazioni del pentito di camorra.

Con rispetto Fratello

masaniello

Reg: 7 Mag 2010
Msg inviati: 123
Inviato il: 4 Set 2013, 14:43
il politicante ha scritto:
Ti puoi spiegare meglio? Stai dicendo che chi governa oggi avrebbe una responsabilità in merito alla gravi dichiarazioni di schiavone?
È molto grave la tua insinuazione !
Forse  si sta come al solito strumentalizzando una questione. Bene ha fatto il consigliere bruno fiore a sollevare la questione che Però deve essere trattata con molta cautela, in quale parte delle dichiarazioni di fa riferimento alla mostra città in modo specifico, quali sarebbero i sito in cui potevano avvenire questi interramenti?
Evitate di aprire discussioni terroristiche su cui invece si dovrebbe avere la lucidità di ragionate insieme per capire quali sono effettivamente i rischi e pericoli .

Chi è adibito alla salute pubblica?
Nessuno si è accorto che dei camion che scaricavano?
Nel migliore dei casi sono amministratori incompetenti, nel peggiore....
Per chi c'è ora: un camorrista dice che nel territorio ci sono delle bombe ecologiche, non si attiva nessuno?
Camilla
Reg: 21 Lug 2012
Msg inviati: 76
Inviato il: 4 Set 2013, 14:51
ma chi vuoi che intervenga, nessuno si accollerà la responsabilità di una rogna gigantesca come questa. Rassegnamoci e che Dio ce la mandi buona

Buona camorra a tutti
masaniello

Reg: 7 Mag 2010
Msg inviati: 123
Inviato il: 4 Set 2013, 15:02
Non era per dire che bisogna intervenire(a me sembra ovvio in un paese civile) ma per rispondere la gente che si inalbera quando si chiede a chi si assume l'onere di amministrare di renderne conto.
Cosa normale in un paese democratico e civile.
Camilla
Reg: 21 Lug 2012
Msg inviati: 76
Inviato il: 4 Set 2013, 15:28
pastoresolitario ha scritto:
Classico intervento del ragioniere fiore mirato al terrorismo mediatico basato su dichiarazioni vaghe di un pentito che, per far campare nel lusso la sua famiglia, è pronto a inventarsi che gli asini volano... 




pastoresolitario ma che dici, la camorra gli asini li fa volare davvero. Fatti un giro in Terra di Lavoro, anche se non vedrai, ovviamente, i rifiuti interrati, ti accorgerai che quella è una terra avvelenata. Il cancro sta colpendo duro la popolazione a nord di Napoli. Il dramma è conosciuto nella sua enorme gravità sin dai primi anni 90. I costi per la bonifica di un territorio così esteso sono immensi.
masaniello

Reg: 7 Mag 2010
Msg inviati: 123
Inviato il: 4 Set 2013, 15:58
Tra le tante cose dell'intervista: "Il Lazio era provincia di Casale" e poi rispondetemi che è un mitomane
firenze
Reg: 30 Gen 2007
Msg inviati: 760
Inviato il: 4 Set 2013, 16:49
Ho letto ultimissime dichiarazioni dell'intervista rilasciata a Lazio TV ed in quelle mi sembra che il tutto è chiaro: lo stesso Schiavone conferma che i rifiuti sono stati sotterrati a Borgo Montello e che addirittura questa cosa non è stata ascoltata. Il periodo dovrebbe essere riferito agli anni 80 e 90. 
La questione è molto delicata e spero che non si faccia solita demagogia.
 La mia domanda è : al di là delle discussioni locali e provinciali; ma è possibile che nessuno dello STATO intervenga per chiarire o smentire queste dichiarazioni tra l'altro molto gravo contro gli organi dello STATO con cui Schiavone si è confrontato nel periodo della collaborazione?
eolica

Reg: 11 Mar 2012
Msg inviati: 1684
Inviato il: 4 Set 2013, 17:16
firenze ha scritto:
Ho letto ultimissime dichiarazioni dell'intervista rilasciata a Lazio TV ed in quelle mi sembra che il tutto è chiaro: lo stesso Schiavone conferma che i rifiuti sono stati sotterrati a Borgo Montello e che addirittura questa cosa non è stata ascoltata. Il periodo dovrebbe essere riferito agli anni 80 e 90. 
La questione è molto delicata e spero che non si faccia solita demagogia.
 La mia domanda è : al di là delle discussioni locali e provinciali; ma è possibile che nessuno dello STATO intervenga per chiarire o smentire queste dichiarazioni tra l'altro molto gravo contro gli organi dello STATO con cui Schiavone si è confrontato nel periodo della collaborazione?


E' vero, una delle cose più sconfortanti è l'assoluto, assordante, silenzio delle Istituzioni.

Per la nostra salute, per la salute dei nostri figli e delle future generazioni proviamo noi, senza demogogia ( il tema è troppo serio), ma anche senza rassegnazione, a fare INSIEME (cittadini,enti locali, forze politiche e sociali, autorità preposte etc.etc.)  qualcosa.

pastoresolitario
Reg: 10 Feb 2012
Msg inviati: 195
Inviato il: 4 Set 2013, 17:37
Fondi non è stata citata da schiavone nella sua intervista, ma senza perdere tempo il ragioniere fiore ha costruito subito un quadro chiaro con amici,mandanti e reggenti che hanno collaborato con il pentito e già ha ipotizzato il peggio.. Questo non è solo allarmismo gratuito ma anche fantasia pura nel ricamare amicizie e situazioni... Mi auguro che subito le autorità competenti si attivino per effettuare i controlli e poi non perderò tempo a sottolineare la figura di cacca del ragioniere e fargli capire perché la gente non vota pd con questa politica di allarmismo continuo !!
brfiore
Reg: 12 Giu 2007
Msg inviati: 733
Fortunatamente qualcosa si muove . . .
Inviato il: 4 Set 2013, 17:49

eolica ha scritto:


E' vero, una delle cose più sconfortanti è l'assoluto, assordante, silenzio delle Istituzioni.

Per la nostra salute, per la salute dei nostri figli e delle future generazioni proviamo noi, senza demogogia ( il tema è troppo serio), ma anche senza rassegnazione, a fare INSIEME (cittadini,enti locali, forze politiche e sociali, autorità preposte etc.etc.)  qualcosa.

L'On.le Ermete Realacci (Partito Democratico), presidente della Commissione Ambiente della Camera dei deputati, ha rivolto una interrogazione parlamentare al Ministro dell'Ambiente Andrea Orlando.

"La questione del traffico illecito dei rifiuti - scrive Realacci- è riemersa con forza nei giorni scorsi, per via di alcune dichiarazioni rilasciate a stampa e tv da Carmine Schiavone, ex boss dei casalesi e collaboratore di giustizia dal 1993, che hanno suscitato non poche preoccupazioni.

Schiavone ha infatti affermato di aver dichiarato in audizione alla Commissione bicamerale di inchiesta sul ciclo dei rifiuti già nel 1997 i luoghi in cui la criminalità organizzata avrebbe interrato i rifiuti tossici, pericolosi e radioattivi in Campania e nel basso Lazio, facendo in particolare riferimento ai comuni di Casal di Principe e Latina. Nelle medesime interviste Schiavone ha, inoltre, affermato che gli ATTI DELLA SUA TESTIMONIANZA SONO STATI SECRETATI."

Realacci chiede al ministro se "sia a conoscenza dei fatti e se intenda attivare gli organi di competenza del suo dicastero per verificare se quanto dichiarato dal pentito Schiavone rispetto ai luoghi di smaltimento dei rifiuti tossici in Campania e nel Lazio corrisponda o meno al vero.

"Visto che l'esigenza di secretare le audizioni di Schiavone era tutelare le indagini e visto che esse dal 1997 ad oggi hanno avuto tempo di essere svolte, CHIEDO INFINE AI PRESIDENTI DI CAMERA E SENATO SE NON SIA POSSIBILE TOGLIERE IL SEGRETO DI STATO DALLE AUDIZIONI DEL PENTITO SCHIAVONE ALLA COMMISSIONE BICAMERALE D'INCHIESTA SULLE ECOMAFIE DEL 1997."

 

achiappartien
Reg: 19 Giu 2009
Msg inviati: 92
Inviato il: 4 Set 2013, 18:41
allarmismo è quando un pericolo non esiste...siamo in italia e mi dispiace dirlo ma queste cose purtroppo sono all'ordine del giorno. Il fatto che non sia stata citata la nostra città vuol dire poco, cave e infiltrazioni mafiose ne abbiamo, questo basta

Casomai e gettare fango su chi vuole verificare che crea allarmismo 'inverso'

Pur volendo criticare l'operato (soprattutto a livello nazionale) del partito che Fiore appoggia (tra l'altro sono tra i primi a farlo duramente, ma è tutto l'apparato politico PD-PDL che a più livelli appoggia società esterne a volte poco raccomandabili), non è possibile sorvolare su una questione che ci riguarda direttamente, significherebbe essere stupidi, incoscienti o omertosi. Ben venga che le nostre cave e i terreni siano 'puliti', lo scopriremo... controllare significherebbe stare in guardia anche per il futuro, e magari allontanare qualche malintenzionato. 

Fratello
Reg: 12 Mar 2012
Msg inviati: 461
Inviato il: 4 Set 2013, 18:55
Camilla ha scritto:
ma chi vuoi che intervenga, nessuno si accollerà la responsabilità di una rogna gigantesca come questa. Rassegnamoci e che Dio ce la mandi buona

Buona camorra a tutti

NO, Camilla,  non  sono disposto a rassegnarmi ne tantomeno ad aspettare la grazia di Dio mi ribello e sollecito l’attenzione delle Istituzioni, in primis il sindaco di Fondi Salvatore DE MEO con tutti i sig. Consiglieri comunali, il Senatore Claudio FAZZONE latore e attento custode di migliaia di voti nella provincia di Latina, del Presidente  della provincia Armando CUSANI e dello stesso Presidente della regione Lazio Nicola ZINGARETTI  ai quali sussurro e grido, con tutte le mie forze, DATEVI DA FARE

Purtroppo, Intorno alle farneticanti e discutibili, quanto vi pare, rivelazioni del pentito di camorra non mi pare aver letto ne ascoltato molto, un assordante silenzio di circostanza che lascia presagire la paura di scoperchiare una pentola, in ebollizione, dentro la quale, molto probabilmente, vi sono custoditi scheletri che potrebbero turbare il sonno di qualche  lestofante prestato alla politica.

NO, Camilla, non rassegnarti e non aspettare la grazia di Dio ribellati e grida, con tutte le forze che hai in corpo,  perché qualcuno, prima o poi, si accorgerà delle tue istanze e ti ascolterà perché la conseguenza di una sola morte per tumore vale ben oltre il miserabile costo di bonifica di un sito avvelenato da i rifiuti tossici.

Sempre con ammirata simpatia e riverente rispetto Fratello

Camilla
Reg: 21 Lug 2012
Msg inviati: 76
Inviato il: 4 Set 2013, 20:16
Tanto per rinfrescare la memoria a qualcuno Carmine Schiavone, cugino di Francesco Schiavone meglio conosciuto col soprannome di "Sandokan", è il camorrista del clan dei Casalesi che grazie alle sue rivelazioni ha mandato a processo (SPARTACUS) 115 camorristi di quel clan e tra le accuse riconosciute come reato c'erano tra le altre quelle di traffici illeciti di rifiuti pericolosi e sostanze tossiche.
Il processo nel 2010 ha visto confermate dalla Suprema Corte di Cassazione tutte le condanne e comminati ben 18 ergastoli.
Gli asini volano, purtroppo.

Le istituzioni si adoperino per effettuare i dovuti carotaggi.
Camilla
Reg: 21 Lug 2012
Msg inviati: 76
Inviato il: 5 Set 2013, 14:20
http://www.laboratoriocampano.org/?page_id=109

dalla mappa emerge un dato impressionante. Il nord della Campania, confinante con il basso Lazio, è pieno di siti inquinati. Chi ci dice che qualche "puntino" conosciuto o sconosciuto non ci sia anche nella nostra piana.

Carotaggi subito
Francesco Fusco

Reg: 3 Nov 2004
Msg inviati: 3760
Inviato il: 5 Set 2013, 14:25

 

grazie  Sindaco di Fondi:

       Mercoledì, 4 Settembre 2013


    il Sindaco De Meo  e  l'Assessore  Pietricola  chiedono  la convocazione della  Commissione Ambiente, per valutazione recenti dichiarazioni del pentito Schiavone su rifiuti inquinanti interrati in provincia di Latina

http://www.comunedifondi.it/comune-informa.php?news=1223

 

l’interrogazione parlamentare  “sembra”  che sia stata già presentata,  si vedano  i due interventi che precedono:

Inviato il: 2 Set 13, 12:13 

Inviato il: 2 Set 13, 17:57 

 

05 settembre 2013

                                                                                    francesco  fusco

 

 

Lista Civica Lido di Fond

Reg: 17 Nov 2010
Msg inviati: 46
è un crimine contro l'umanità: intervenga l'ONU
Inviato il: 5 Set 2013, 20:01

 Alla luce delle ultime recenti dichiarazioni del pentito di mafia Carmine Schiavone, sono in molti a porsi domande tanto ovvie quanto inquietanti rispetto a quello che le Istituzioni avrebbero potuto e dovuto fare e che invece non hanno fatto. La politica, quella compromessa di cui parla il pentito di camorra, come sempre ha fatto, anche oggi vorrebbe crearsi una verginità con interrogazioni parlamentari o interventi territoriali comunali o provinciali senza nemmeno l’umiltà ed il buon senso di ammettere almeno di aver sottovalutato la presenza della mafia sul territorio del basso Lazio. Cosa ci dice il presidente Forte che adesso, sulle dichiarazioni di Schiavone, convoca il consiglio Provinciale? Lui e i suoi amici non hanno sempre dichiarato che nella nostra provincia non esiste la mafia? Che fine hanno fatto le dichiarazioni di calunnia contro il Prefetto Frattasi? E “i pezzi deviati dello Stato” che qualcuno minacciò di denunciare, da quale parte stavano? Un gioco troppo pericoloso e troppo complicato da poter affrontare. Eppure, se fosse vero quello che afferma Schiavone, le responsabilità sarebbero diverse, a diversi livelli ma comunque trasversali, al punto da lasciare seriamente dubitare dell’esistenza di massoneria e servizi deviati. Oltre alle famiglie camorristiche a cui erano legati i casalesi dal nord al sud della provincia, passando anche per Fondi, Schiavone afferma che sul libro paga dei clan c’erano carabinieri, poliziotti e finanzieri. Parla di mezzo miliardo di lire al mese che serviva per tenere buone le forze dell’ordine e la politica. E stando al silenzio che poi è calato almeno sul ciclo dei rifiuti, è difficile smentire quelle dichiarazioni. Schiavone parla di fanghi tossici provenienti da lavorazioni chimico-farmaceutiche. Parla di bidoni radioattivi interrati nelle cave dei paesi campani e nelle discariche del basso Lazio. Parla addirittura dei terreni che gli Schiavone acquistarono nelle vicinanze della discarica di Borgo Montello. Quei terreni di cui parlava anche quel prete di campagna che fu assassinato e su cui forse nemmeno la Procura di Latina indagò abbastanza. Don Cesare Boschin, che aspetta ancora di avere giustizia, fu trovato massacrato di botte, legato mani e piedi con la corda passata per il collo ed un cerotto in bocca. Il classico segnale mafioso per dire alla gente del posto di stare zitta. Don Cesare Boschin, il prete di 81 anni non stava zitto già nel 1995 quando denunciava che nella discarica di borgo Montello arrivavano camion carichi di rifiuti tossici, quando i trasportatori del posto guadagnavano 500 mila lire a viaggio. Schiavone va giù duro. Parla di milioni di morti di cancro che ci saranno per colpa di quei rifiuti. Per colpa di chi non ha mai voluto approfondire veramente. Ora, non potendo fare affidamento sui partiti, quelli che facevano parte della commissione parlamentare antimafia che ascoltò Carmine Schiavone nel 97; non potendo fare affidamento sulla magistratura e sulle forze dell’ordine che negli anni non hanno fatto luce su quelle dichiarazioni, ci resta solo da chiedere l’intervento dell’ONU. Infatti, se 1500 morti in Siria per l’atto criminale di un dittatore rischiano di scatenare una guerra mondiale, con l’invio preventivo di ispettori dell’ONU per verificare l’effettivo uso di armi chimiche da parte del regime di Bashar al Assad, allora il rischio di centinaia di migliaia di morti per cancro sulla nostra terra per la mano spietata della mafia e per la voluta inadempienza Istituzionale, deve per forza far sperare nell’intervento dell’alto commissariato delle Nazioni Unite, almeno per verificare se le affermazioni di un “pentito considerato affidabile dallo Stato” corrispondano al vero. E se così fosse, chissà su chi si dovrebbero scaricare le bombe dei caschi blu, per punire tali gravi crimini contro l’umanità. Aver sepolto rifiuti tossici, bidoni radioattivi e soprattutto non aver indagato a fondo, determinando rischi di gravi malattie cancerogene per uomini, donne e bambini in un paese cosiddetto democratico è grave almeno quanto aver usato armi chimiche contro chi si ribellava ad un regime dittatoriale. Per questo è auspicabile che, in mancanza di punti di riferimento affidabili e credibili a livello istituzionale, intervenga l’unico organo al di sopra dello Stato che garantisca l’incolumità della popolazione. Solo i caschi blu potranno salvarci da un sistema inquinato ed impuzzolito anche da rifiuti pericolosi.

Fondi, 5 settembre 2013 Vincenzo Trani

Consigliere Comunale

Lista Civica LIDO DI FONDI

fisio
Reg: 5 Set 2013
Msg inviati: 5
Inviato il: 5 Set 2013, 22:41
Il problema e' che negli ultimi anni la nostra zona sta avendo un'invasione di gente campana non molto raccomandabile...il lavoro delle autorita' e in primis del sindaco dovrebbe essere quello di valutare e controllare alcuni personaggi presenti sul nostro territorio. Invece qui tutti fanno finta di nulla...bene...continuiamo cosi'....ed ecco il risultato
punteruolorosso
Reg: 27 Mar 2009
Msg inviati: 179
Re: è un crimine contro l'umanità: intervenga l'ONU
Inviato il: 6 Set 2013, 0:20
Lista Civica Lido di Fond ha scritto:

 Alla luce delle ultime recenti dichiarazioni del pentito di mafia Carmine Schiavone, sono in molti a porsi domande tanto ovvie quanto inquietanti rispetto a quello che le Istituzioni avrebbero potuto e dovuto fare e che invece non hanno fatto. La politica, quella compromessa di cui parla il pentito di camorra, come sempre ha fatto, anche oggi vorrebbe crearsi una verginità con interrogazioni parlamentari o interventi territoriali comunali o provinciali senza nemmeno l’umiltà ed il buon senso di ammettere almeno di aver sottovalutato la presenza della mafia sul territorio del basso Lazio. Cosa ci dice il presidente Forte che adesso, sulle dichiarazioni di Schiavone, convoca il consiglio Provinciale? Lui e i suoi amici non hanno sempre dichiarato che nella nostra provincia non esiste la mafia? Che fine hanno fatto le dichiarazioni di calunnia contro il Prefetto Frattasi? E “i pezzi deviati dello Stato” che qualcuno minacciò di denunciare, da quale parte stavano? Un gioco troppo pericoloso e troppo complicato da poter affrontare. Eppure, se fosse vero quello che afferma Schiavone, le responsabilità sarebbero diverse, a diversi livelli ma comunque trasversali, al punto da lasciare seriamente dubitare dell’esistenza di massoneria e servizi deviati. Oltre alle famiglie camorristiche a cui erano legati i casalesi dal nord al sud della provincia, passando anche per Fondi, Schiavone afferma che sul libro paga dei clan c’erano carabinieri, poliziotti e finanzieri. Parla di mezzo miliardo di lire al mese che serviva per tenere buone le forze dell’ordine e la politica. E stando al silenzio che poi è calato almeno sul ciclo dei rifiuti, è difficile smentire quelle dichiarazioni. Schiavone parla di fanghi tossici provenienti da lavorazioni chimico-farmaceutiche. Parla di bidoni radioattivi interrati nelle cave dei paesi campani e nelle discariche del basso Lazio. Parla addirittura dei terreni che gli Schiavone acquistarono nelle vicinanze della discarica di Borgo Montello. Quei terreni di cui parlava anche quel prete di campagna che fu assassinato e su cui forse nemmeno la Procura di Latina indagò abbastanza. Don Cesare Boschin, che aspetta ancora di avere giustizia, fu trovato massacrato di botte, legato mani e piedi con la corda passata per il collo ed un cerotto in bocca. Il classico segnale mafioso per dire alla gente del posto di stare zitta. Don Cesare Boschin, il prete di 81 anni non stava zitto già nel 1995 quando denunciava che nella discarica di borgo Montello arrivavano camion carichi di rifiuti tossici, quando i trasportatori del posto guadagnavano 500 mila lire a viaggio. Schiavone va giù duro. Parla di milioni di morti di cancro che ci saranno per colpa di quei rifiuti. Per colpa di chi non ha mai voluto approfondire veramente. Ora, non potendo fare affidamento sui partiti, quelli che facevano parte della commissione parlamentare antimafia che ascoltò Carmine Schiavone nel 97; non potendo fare affidamento sulla magistratura e sulle forze dell’ordine che negli anni non hanno fatto luce su quelle dichiarazioni, ci resta solo da chiedere l’intervento dell’ONU. Infatti, se 1500 morti in Siria per l’atto criminale di un dittatore rischiano di scatenare una guerra mondiale, con l’invio preventivo di ispettori dell’ONU per verificare l’effettivo uso di armi chimiche da parte del regime di Bashar al Assad, allora il rischio di centinaia di migliaia di morti per cancro sulla nostra terra per la mano spietata della mafia e per la voluta inadempienza Istituzionale, deve per forza far sperare nell’intervento dell’alto commissariato delle Nazioni Unite, almeno per verificare se le affermazioni di un “pentito considerato affidabile dallo Stato” corrispondano al vero. E se così fosse, chissà su chi si dovrebbero scaricare le bombe dei caschi blu, per punire tali gravi crimini contro l’umanità. Aver sepolto rifiuti tossici, bidoni radioattivi e soprattutto non aver indagato a fondo, determinando rischi di gravi malattie cancerogene per uomini, donne e bambini in un paese cosiddetto democratico è grave almeno quanto aver usato armi chimiche contro chi si ribellava ad un regime dittatoriale. Per questo è auspicabile che, in mancanza di punti di riferimento affidabili e credibili a livello istituzionale, intervenga l’unico organo al di sopra dello Stato che garantisca l’incolumità della popolazione. Solo i caschi blu potranno salvarci da un sistema inquinato ed impuzzolito anche da rifiuti pericolosi.

Fondi, 5 settembre 2013 Vincenzo Trani

Consigliere Comunale

Lista Civica LIDO DI FONDI


Altro che bombe sulla Siria.
Quando Schiavone fece le sue dichiarazioni era in carica la XIII legislatura.
Ecco i nomi dei componenti della commissione parlamentare antimafia.
LEggete bene, sono come al solito di tutti i partiti.
Quelli che oggi vorrebbero farci credere di essere sensibili al problema.
Prima ci dicessero cosa fanno nei confronti di chi ha taciuto e poi facessero le loro interrogazioni.

barrait.gif (2313 byte)

Commissione parlamentare d'inchiesta sul fenomeno della mafia
e delle altre associazioni criminali similari

(Legge 1 ottobre 1996, n. 509)
Presidente
Vicepresidenti
Segretari
Senatori
Deputati
(1) sostituisce in data 6 maggio 1999 il sen. Enrico Pelella, dimissionario
(2) sostituisce in data 17 dicembre 1999 il sen. Maurizio Ronconi,   dimissionario
(3) sostituisce in data 18 gennaio 2000 il sen. Mario Occhipinti, entrato a far parte del Governo
(4) sostituisce in data 19 gennaio 2000 il dep. Giuseppe Gambale, entrato a far parte del Governo
(5) sostituisce in data 18 febbraio 2000 il dep. Rosario Olivo, entrato a far parte del Governo
(6) sostituisce in data 10 maggio 2000 il sen. Ottaviano del Turco, entrato a far parte del Governo
(7) sostituisce in data 10 maggio 2000 il sen. Adolfo Manis, entrato a far parte del Governo
(8) sostituisce in data 9 ottobre 2000 il dep. Carlo Leoni, dimissionario.

barrait.gif (2313 byte)

Ritorno alla Home page della Commissione sul ciclo dei rifiuti

Camilla
Reg: 21 Lug 2012
Msg inviati: 76
Inviato il: 12 Set 2013, 18:24
pag. 1, 2  avanti...»
Fondi e i Fondani :: LA CAMORRA CI AVVELENA