Archivio forum

Marina di Fondi :: Intervento di recupero e rinaturazione della Duna Litoranea
AutoreMessaggio
Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Intervento di recupero e rinaturazione della Duna Litoranea
Inviato il: 15 Nov 2004, 15:42
Lunedì 15 Novembre 2004:
Intervento di recupero e rinaturazione della Duna Litoranea. Approvato il progetto preliminare.
Con atto deliberativo del 19 ottobre scorso la Giunta Municipale, su proposta dell'assessore ai Lavori Pubblici dott. Riccardo Izzi, ha approvato il progetto preliminare relativo all' intervento di recupero e di rinaturazione della duna litoranea - 1° lotto funzionale, dell'importo complessivo di Euro 1.200.000,00.

Ad esso sarà fatto fronte per il 90% dell'importo di progetto, pari ad Euro 1.000.000,00 da un finanziamento regionale di cui alla delibera di Giunta Regionale n. 795 del 6 agosto 2004 con cui è stato approvato il Piano d'area di cui ai Documenti Comunitari di programmazione anni 2000/2006 e per la restante quota del 10%, pari ad Euro 120.000.00,00 dal Bilancio comunale con la contrazione di apposito mutuo con la Cassa Depositi e Prestiti o altro istituto di credito.
Il Comune di Fondi è compreso nel Piano d'area denominato "Riviera di Tiberio" con i Comuni di Sperlonga, M.S. Biagio, Lenola, Campodimele, la XXIII Comunità Montana ed il Consorzio di Bonifica, che costituiscono l'area omogenea da mettere a sistema con azioni integrate di sviluppo.
Per la valutazione e l'approvazione di detto progetto da parte degli organi comunitari e regionali - Il Sindaco Luigi Parisella - sottolinea l'importante ruolo ed il significato impegno svolto dall'on. Claudio Fazzone, nella sua veste di Presidente del Consiglio Regionale del Lazio.
Occorre considerare - rilevano il Sindaco Luigi Parisella e l'assessore ai Lavori Pubblici dott. Riccardo Izzi - che tale progetto di recupero e di rinaturazione si rende necessario in presenza di uno stato che presenta una notevole antropizzazione del cordone dunale dovuto soprattutto alla realizzazione di costruzioni abusive, di un depauperamento della consistenza sabbiosa, frutto di scavi e sbancamenti abusivi nonché del significativo arretramento dell'arenile dovuto appunto ai citati interventi di antropizzazione del cordone dunale della costa tirrenica.

Gli interventi progettuali proposti mirano:

· alla rimozione delle opere di costruzione degli edifici abusivi demoliti, dei ruderi affioranti e di quant'altro incompatibile con le caratteristiche naturali della duna;
· alla risagomatura con riporto di notevoli quantità di sabbia eco-compatibile con quella esistente, tramite interventi realizzati con metodi naturali;
· alla rinaturazione della duna mediante la messa a dimora di essenze autoctone e la realizzazione di un Centro Servizi e di Monitoraggio nella parte retrostante.

Si prevede anche la sistemazione della viabilità carrabile in essere e quella in itinere, tramite la costruzione di nuovi percorsi pedonali e di viabilità rurale di collegamento, onde consentire una più razionale fruizione degli spazi e delle aree ricreative per la sosta e l'accesso al mare.
L'intervento del primo lotto - dichiarano il Sindaco Parisella e l'assessore Izzi - prevede anche la realizzazione di un sistema di irrigazione destinato allo sviluppo e alla crescita delle varie essenze erbacee, arboree e arbustive.
L'obiettivo dell'amministrazione comunale - sottolineano il Sindaco Luigi Parisella e l'assessore Izzi - è quello di recuperare e valorizzare una delle sue più preziose risorse naturali, eliminando le manomissioni antropiche e ricostituendo il profilo medio dunale con le diverse vegetazioni.

Ufficio Stampa del Comune
Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 26 Nov 2004, 16:38
 
Venerdì 26 Novembre 2004
Dune, ecco la bonifica di Parisella

FONDI — 1.200.000,00 euro è la cifra che verrà spesa per gli immediati interventi di recupero e di risanamento della duna litoranea a Fondi. La Giunta ha infatti approvato l'apposito progetto presentato dall'assessore ai Lavori Pubblici Riccardo Izzi. Si tratta del 1° lotto funzionale che vede coinvolti, oltre al comune di Fondi, i centri del Piano dell'area denominato "Riviera di Tiberio": Sperlonga, Monte San Biagio, Lenola, Campodimele, oltre che la XXII Comunità Montana e il Consorzio di Bonifica. Gli interventi progettuali mirano: alla rimozione delle opere di sostruzione degli edifici abusivi demoliti, dei ruderi affioranti e di tutto quanto risulta incompatibile con le caratteristiche naturali della duna; alla risagomatura con riporto di notevoli quantità di sabbia eco-compatibile con quella esistente; alla rinaturazione della duna mediante la messa a dimora di essenze autoctone e la realizzazione di un Centro Servizi e di Monitoraggio nella parte retrostante. Il sindaco Parisella e l'assessore Izzi evidenziano il fatto che "il progetto si rende necessario in presenza di uno stato che ha accentuato una notevole antropizzazione del cordone dunale, dovuto soprattutto alla realizzazione di costruzioni abusive, di un depauperamento della consistenza sabbiosa, frutto di scavi e sbancamenti abusivi, nonchè del significativo arretramento dell'arenile dovuto appunto ai citati interventi di antropizzazione del cordone dunale della costa tirrenica". Si punta, in sostanza, al recupero ed alla valorizzazione di una delle più preziose risorse naturali del litorale sul quale insiste l'utenza, oltre che di Fondi, anche di Lenola, Monte San Biagio e Campodimele, insieme al numeroso esercito di turisti romani, napoletani e, soprattutto, ciociari che ne hanno fatto ormai, specie questi ultimi, il loro naturale sbocco al mare, oltre che la loro spiaggia.

Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 9 Mar 2005, 11:32
Panservice
Mercoledì 9 Marzo 2005
Fondi. Recupero della duna, al via il progetto esecutivo
di Rita Bittarelli

Con determinazione dirigenziale del 22 febbraio 2005, è stato approvato il progetto esecutivo di recupero e di rinaturazione della duna litoranea di Fondi – 1° lotto funzionale.
L’importo complessivo dell’intervento ammonta ad Euro 1.200.000,00 di cui la quota del 90% pari ad Euro 1.80.000,00 è da ascrivere ad un finanziamento regionale, rientrando tale progetto nell’ambito del Piano d’area di cui ai Documenti Comunitari di programmazione 2000/2006, e la restante quota del 10% pari ad Euro 120.000,00 è a carico del bilancio comunale e alla quale sarà fatto fronte con un mutuo di cui già si dispone dell’adesione di massima della Cassa Depositi e Prestiti.
Per la valutazione e l’approvazione di detto progetto da parte degli organi comunitari e regionale e per il relativo finanziamento – il Sindaco Luigi Parisella e l’assessore ai Lavori Pubblici dott. Riccardo Izzi – evidenziano il ruolo decisivo svolto dall’on. Claudio Fazzone, nella sua veste di Presidente del Consiglio Regionale del Lazio.

Matteoli
Inviato il: 28 Mar 2005, 2:15
Sabato 26 Marzo 2005
Dopo le demolizioni arriva la «ricostruzione» della fascia lungomare
di Orazio Ruggieri

FONDI — Dopo la demolizione arriva il "risanamento". Sul litorale di Fondi, all'azione delle ruspe, fa ora seguito quella del recupero e della "rinaturazione" della duna litoranea. Un progetto da lungo tempo richiesto dalla popolazione che necessita di un litorale che sia accessibile. E che possa rispondere alle esigenze della massa turistica che ogni estate lo invade. Con un importo complessivo di 1.200.000 euro verrà finanziato il 1° lotto funzionale dell'apposito progetto appena deliberato dalla Giunta comunale. Il 90% della somma (1.080.000 euro) verrà elargito da un apposito finanziamento regionale e il restante 10% (120.000,00 euro) è a carico del bilancio comunale. Le opere previste dal progetto, che rientra nell'ambito del Piano d'area regolato dai Documenti comunitari di programmazione 2000-2006, puntano: alla rimozione delle opere di costruzione degli edifici abusivi demoliti, dei ruderi affioranti e di quant'altro incompatibile con le caratteristiche naturali della duna; alla risagomatura con riporto di notevoli quantità di sabbia eco-compatibile con quella esistente, tramite interventi realizzati con metodi naturali; alla rinaturazione della duna mediante la messa a dimora di essenze autoctone e la realizzazione di un centro servizi e di monitoraggio nella parte retrostante. Molto preziosa, per la sistemazione della viabilità carrabile, sarà anche l'opera di costruzione di nuovi percorsi pedonali e di viabilità rurale di collegamento, così da consentire una più razionale fruizione degli spazi e delle aree ricreative per la sosta e per l'accesso al mare. Per gli amministratori, si tratta di uno dei primi passi che dovrà portare al decollo del progetto "Marina di Fondi", un'autentica "scommessa vincente" per la giunta Parisella. «L'obiettivo - sottolineano, infatti, il sindaco Luigi Parisella e l'assessore ai Lavori pubblici, Riccardo Izzi, - è quello di recuperare e valorizzare una delle più preziose risorse naturali del territorio fondano, eliminando le manomissioni antropiche e ricostituendo il profilo medio dunale con le diverse vegetazioni». Insomma, un progetto che sicuramente porterà benefici al paesaggio, fra i più suggestivi della provincia di Latina. E che ha già riscosso consensi.

Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 22 Mag 2005, 14:44
Panservice
Sabato 21 Maggio 2005
Fondi. Partono i lavori per il recupero della duna
di Rita Bittarelli

In data 18 maggio 2005 – comunicano il Sindaco Luigi Parisella e l’assessore ai Lavori Pubblici dott. Riccardo Izzi - l’amministrazione comunale ha aggiudicato i lavori inerenti il progetto di recupero e di rinaturazione della duna costiera 1° lotto funzionale.
L’impresa aggiudicataria è risultata l’ItalImprese Soc. Consertile con sede in Potenza Il progetto ammonta ad un costo complessivo di Euro 880.000,00 da ascrivere per il 90% ad un finanziamento regionale nell’ambito del Piano d’area di cui al Documento Comunitario di Programmazione 2000/2006 e per la restante quota a carico del bilancio comunale.

MarioBros

Reg: 7 Feb 2003
Msg inviati: 230
Incredibile!
Inviato il: 23 Mag 2005, 18:31
vabbè che stiamo ancora al preliminare quindi prima che si arriverà all'escutivo un altro anno sarà passato ... MA IN QUESTO RECUPERO DEL LITORALE  ed in questa bonifica io quasi STENTO A CREDERCI ... anche se alla fine resto fiducioso!
Ozono

Moderatore
Reg: 26 Nov 2000
Msg inviati: 508
La storia infinita
Inviato il: 5 Dic 2005, 13:17

 

 

 

Da Il Messaggero

Domenica 4 Dicembre 2005

 
FONDI
Abusivismo, il Tar ferma le ruspe

Lla mano pesante della giustizia stava davvero per abbattersi sull’abusivismo selvaggio, del territorio di Fondi in particolare. Ora invece tutto si blocca di nuovo, in attesa dei tempi di un’altra giustizia, quella amministrativa. Trenta ricorsi, promossi da altrettanti cittadini di Fondi, contro le ordinanze comunali che rigettavano la domanda di sanatoria di ville, appartamenti e ogni sorta di immobile abusivo ordinandone la demolizione. E ora la decisione del Tar sulla richiesta di sospensiva: ricorsi accolti. Tutti e trenta, oltre i quattro, praticamente identici per contenuto, iscritti al ruolo di qualche settimana fa. Perché la legge è rigorosa e non ammette imprecisioni e difetti amministrativi. E secondo i giudici i provvedimenti del Comune di Fondi non erano sufficientemente completi: nessuna ragione specifica a sostegno del rigetto dell’istanza di condono e motivazioni spesso del tutto astratte (si legge nell’ordinanza: «Potenzialmente valide per qualsiasi fabbricato») a sostenere l’ordine di demolizione. Provvedimenti, insomma, che «non danno in alcun modo conto della situazione concreta del fabbricato del ricorrente e dell’istruttoria compiuta». Con queste motivazioni i giudici del Tar sospendono di fatto le demolizioni ormai imminenti. Una battuta d’arresto che se pure non rappresenta una vittoria definitiva (per la quale si dovrà comunque attendere una decisione di merito) consentirà agli abusivi di frenare le demolizioni e temporeggiare ancora.
La.Pe.

alessandrooooo

Reg: 11 Nov 2005
Msg inviati: 70
Inviato il: 22 Dic 2005, 17:57
Ma un giorno avremo un litorale come si deve per la nostra costa??? Cioe' con passeggio(stile terracina) magari qualke albergo.... locali(ristoranti, bar e disco)....ecc
Emanuele

Webmaster
Reg: 11 Set 2000
Msg inviati: 2423
Inviato il: 27 Apr 2006, 16:46
 
Mercoledì 26 Aprile 2006
Fondi/Varato il Pua: solo spiagge in concessione

I tredici chilometri di arenile della costa marina di Fondi hanno ora un Piano di utilizzazione (Pua), che «prevede – come si legge nel comunicato stampa del Comune – solo spiagge in concessione e non per stabilimenti con strutture». Da canale Canneto alla foce del lago Lungo sono previste «aree per colonie estive, per attrezzature sportive, aree assentibili in concessione ai privati e spiagge libere attrezzate». Non sarà consentito comunque alcuna installazione di chioschi o strutture varie nel tratto di spiaggia che va «dalla zona di Capratica al Lago Lungo». Il divieto è giustificato dal fatto che la duna di Capratica è stata dichiarata “zona di tutela integrale”. E qui sembra che gli amministratori di Fondi ignorino o non abbiano preso accordi con i colleghi di Sperlonga. Dalla foce del lago Lungo, infatti, la spiaggia antistante la duna e l’arenile di Capratica sono stati già invasi da chioschi e strutture, che secondo le denunce di associazioni ambientaliste, come il Wwf, stanno anche stravolgendo la natura dei luoghi. Il Piano di utilizzazione dell’arenile di Fondi, inoltre, prevede, «laddove ci sono difficoltà d’accesso un intervento dell’amministrazione per l’allargamento degli ingressi pedonali ed il miglioramento degli stessi».
G.Car.

Marina di Fondi :: Intervento di recupero e rinaturazione della Duna Litoranea