Archivio forum

La richiesta di scioglimento del consiglio comunale :: Stefano Mosillo: Un caso Fondi...per forza
pag. «...indietro  1, 2
AutoreMessaggio
leprosy
Reg: 13 Nov 2007
Msg inviati: 309
Inviato il: 17 Nov 2009, 11:17
Volendo raccontare tutta la verità, adico, io penso che la grande differenza rispetto al passato e rispetto agli abusi riscontrabili ovunque, la faccia la vicenda personale, che necessariamente diventa questione politica, di Riccardo Izzi. L'ex assessore ha indubbiamente esagerato, assumendo atteggiamenti sconvenienti e plateali durante lo svolgimento delle sue funzioni: il sindaco avrebbe potuto arginarlo, ma non lo ha fatto. Da ciò nasce una oggettiva responsabilità politica dell'amministrazione.
spyke69

Reg: 29 Apr 2005
Msg inviati: 1351
Inviato il: 17 Nov 2009, 11:34

leprosy ha scritto:
Volendo raccontare tutta la verità, adico, io penso che la grande differenza rispetto al passato e rispetto agli abusi riscontrabili ovunque, la faccia la vicenda personale, che necessariamente diventa questione politica, di Riccardo Izzi. L'ex assessore ha indubbiamente esagerato, assumendo atteggiamenti sconvenienti e plateali durante lo svolgimento delle sue funzioni: il sindaco avrebbe potuto arginarlo, ma non lo ha fatto. Da ciò nasce una oggettiva responsabilità politica dell'amministrazione.

Questa è un personale racconto/pensiero di quello che è accaduto ma che oggettivamente non giustifica nessuna responsabilità se non per se stesso come ha dichiarato. Il veleno che ha gettato è quello di un animale ferito abbandonato nella savana dal suo branco...

adico
Reg: 23 Apr 2008
Msg inviati: 398
Oi! oi!
Inviato il: 17 Nov 2009, 14:15
Il bello di questo forum è l'assoluta mancanza di autocontrollo.

Ma va bene così!

Leprosy sono allineato alle tue considerazioni. 
Buona parte di quello che è successo negli ultimi due anni è colpa
di Riccardo e di Mario Izzi.

Già in fase di elezioni si potevano notare i primi problemi dovuti al fatto
che padre e figlio cercavano di allargare il più possibile l'"area di caccia" al voto
di preferenza per accreditare la futura corsa a sindaco di Riccardino.
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Ed Izzi ha fatto campagna
elettorale con Peticone e Trani. ( non so il ruolo di Carmelo).

Nel frattempo Riccardino confondeva farina con altra polvere perdendo
del tutto la testa.  Parisella e Fazzone avrebbero dovuto dargli un calcio
in culo a lui ed al padre; non l'hanno fatto ed  hanno sbagliato.

Mi sembra però troppo poco per vedersi aggrediti da una commissione d'accesso
e da accuse per il comune di gravi infiltrazioni mafiose tanto da richiederne lo scioglimento.

Ma la fame vien mangiando ed a Frattasi non gli è sembrato vero poter tirare il
calcio di rigore.

Stesso discorso per Tripodo. Non è che dobbiamo ringraziare Franco Peppe per aver
millantato credito facendo più del dovuto lo smargiasso.  Cosa possibile....visto il tipo.

Ma se andiamo di questo passo potremmo convincerci che Fondi è sotto pressione
a livello nazionale grazie alla   CAZZATE di due importanti imprenditori commerciali,
uno esterno ed uno interno al MOF.   E le infiltrazioni mafiose dove stanno???????

Se devo essere sincero non credo sia così semplice ma non è detto che, nella sostanza,
si sia verificato proprio questo. Ed allora grazie a Mario e grazie a Franco, ma vafa.......lo!
andros
Reg: 16 Ott 2009
Msg inviati: 137
Inviato il: 17 Nov 2009, 14:50

non avete il  senso della legalità, non vi rendete nemmeno conto di quello che dite, difendete persone che non hanno avuto e non avranno mai dignità morale e senso dello stato, perchè voi stessi non l'avete. Adico tu sei un...

fafà
Reg: 2 Feb 2008
Msg inviati: 170
Re: Oi! oi!
Inviato il: 17 Nov 2009, 16:37

adico ha scritto:
Il bello di questo forum è l'assoluta mancanza di autocontrollo.

Ma va bene così!

Leprosy sono allineato alle tue considerazioni. 
Buona parte di quello che è successo negli ultimi due anni è colpa
di Riccardo e di Mario Izzi.

Già in fase di elezioni si potevano notare i primi problemi dovuti al fatto
che padre e figlio cercavano di allargare il più possibile l'"area di caccia" al voto
di preferenza per accreditare la futura corsa a sindaco di Riccardino.
Tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino. Ed Izzi ha fatto campagna
elettorale con Peticone e Trani. ( non so il ruolo di Carmelo).

Nel frattempo Riccardino confondeva farina con altra polvere perdendo
del tutto la testa.  Parisella e Fazzone avrebbero dovuto dargli un calcio
in culo a lui ed al padre; non l'hanno fatto ed  hanno sbagliato.

Mi sembra però troppo poco per vedersi aggrediti da una commissione d'accesso
e da accuse per il comune di gravi infiltrazioni mafiose tanto da richiederne lo scioglimento.

Ma la fame vien mangiando ed a Frattasi non gli è sembrato vero poter tirare il
calcio di rigore.

Stesso discorso per Tripodo. Non è che dobbiamo ringraziare Franco Peppe per aver
millantato credito facendo più del dovuto lo smargiasso.  Cosa possibile....visto il tipo.

Ma se andiamo di questo passo potremmo convincerci che Fondi è sotto pressione
a livello nazionale grazie alla   CAZZATE di due importanti imprenditori commerciali,
uno esterno ed uno interno al MOF.   E le infiltrazioni mafiose dove stanno???????

Se devo essere sincero non credo sia così semplice ma non è detto che, nella sostanza,
si sia verificato proprio questo. Ed allora grazie a Mario e grazie a Franco, ma vafa.......lo!

...grazie a te adico, le tue barzellette sono un gran ridere!

leprosy
Reg: 13 Nov 2007
Msg inviati: 309
Inviato il: 17 Nov 2009, 17:38
Mi sembra però troppo poco per vedersi aggrediti da una commissione d'accesso
e da accuse per il comune di gravi infiltrazioni mafiose tanto da richiederne lo scioglimento.

Non sono d'accordo adico, perché così si continua a fare confusione tra l'ambito criminale, sul quale farà chiarezza la magistratura, e l'ambito politico, che è quello che qui ci interessa. Il ruolo della commissione d'accesso non è quello di individuare i colpevoli e mandarli in galera, ma è quello di giudicare la permeabilità di un'amministrazione ad eventuali infiltrazioni mafiose. La vicenda Izzi ha dimostrato ampiamente che il sindaco era quanto meno incapace di valutare la reale portata degli eventi, che non andavano e non vanno sottovalutati. 
Fondi non è una città mafiosa, solo ha avuto un'amministrazione che ad un certo punto non è più stata in grado di garantire un governo al di sopra di ogni sospetto. Tanto dovrebbe bastare ai fondani per voltare finalmente pagina. 
pag. «...indietro  1, 2
La richiesta di scioglimento del consiglio comunale :: Stefano Mosillo: Un caso Fondi...per forza