A fondi due cani randagi valgono una persona povera

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da veggente, 2 Gennaio 2015.

  1. gaetano

    gaetano

    Utente

    Registr.:
    16 Gen 2015
    Messaggi:
    45
    E'assolutamente incredibile come si possa tanto disquisire sul mantenimento dei cani randagi.in altra discussione su questo forum si discuteva invece giustamente su come mantenere extracomunitari a Fondi che mi sembra cosa piu, importante.Per quanto riguarda i randagi, visto le proporzioni che il fenomeno ha raggiunto, per ovvie ragioni di salute ed incolumita pubblica, temo che andrebbero abbattuti.D,altra parte,anche ospitarli in strutture idonee servirebbe a poco: per quelli che nessuno vorra, in futuro adottare e cioe' quelli brutti,sporchi e cattivi, il futuro non si prospetterebbe comunque roseo....
    Naturalmente sarebbe bello se si potesse evitare di abbandonare il proprio animale ad ogni vacanza estiva.
     
  2. veggente

    veggente

    Guest

    Cara Cristiana, io non penso che un canile privato rifiuti di accogliere un cane che gli viene consegnato. Sono certo, invece, che sia felicissimo di accoglierlo giacchè per il suo vitto percepirà ulteriori denari pubblici!

    A 380 si arriva facilmente.. e gioiosamente!
     
  3. Cristiana

    Cristiana

    Nuovo utente

    Registr.:
    18 Gen 2015
    Messaggi:
    5
    E chi ha detto che il canile privato li rifiuterebbe? certo che no! Ma i cani vanno nei canili perchè ci sono randagi in giro non microchippati e perchè le amministrazioni comunali trascurano completamente tutta la questione, salvo meravigliarsi una volta all'anno di fronte ai conti e/o alle critiche pubbliche di qualcuno. La legge di tutela degli animali da compagnia, o "di affezione" nasce perchè molti in Italia sono sensibili nei confronti dei cani, tanto che ce ne sono diversi milioni nelle case di famiglie italiane. Il problema è far entrare nella testa il concetto di "possesso responsabile" degli animali d'affezione e di prevenzione del randagismo...malgrado ne parli una vasta normativa nazionale e regionale e malgrado sia un atto di civiltà. La Legge impone o suggerisce un sacco di cose ai Comuni, proprio per evitare di arrivare a dover mantenere centinaia di animali dentro sovraffollate carceri per cani. E a dire il vero le impone anche ai privati perchè abbandonare gli animali domestici è un reato penale ormai da anni. E "abbattere" i cani randagi e i cani dei canili per fortuna ancora oggi è vietato. Visto che le leggi ci sono, più che lamentarsi sarebbe il caso di applicarle. E in pochi anni si risolverebbe tutta la questione, facendo un passo avanti di civiltà. Ci sono delle belle sanzioni per chi lascia incustoditi i propri cani, per chi non li iscrive all'anagrafe e c'è di peggio per chi li maltratta e li abbandona. Perchè non darsi da fare per applicarle? Così pochi incivili proprietari e detentori di cani non scaricherebbero la loro irresponsabilità su tutta la cittadinanza.
     
  4. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Grazie per le informazioni sul tema e per la salutare presa di coscienza rivolta a molti di noi che parlano di un problema senza conoscerlo.
     
    Ultima modifica: 20 Gennaio 2015
  5. gaetano

    gaetano

    Utente

    Registr.:
    16 Gen 2015
    Messaggi:
    45
    I cani randagi possono essere abbattuti su ordinanza del sindaco qualora affetti da malattie trasmissibili o quando risultano di comprovata pericolositA. Io non vedo in giro molti randagi che godono di ottima salute. E per comprovare la pericolosità aspettiamo che azzannino qualcuno?
     
  6. veggente

    veggente

    Guest

    Ragazzi,

    manteniamo la barra a dritta ed evitiamo stronzate estemporanee: non si possono abbattere delle bestie per smettere di mantenerle.
    I punti sono ben altri:
    1) come può un comune affidare il servizio senza gara al primo venuto?
    2) se il numero di cani affidati alle strutture locali è molto superiore alla media dei paesi limitrofi il motivo è da ricercarsi nella poca civiltà dei fondani o nel modo in cui gli animali arrivano ai rifugi?

    Essere contro le ruberie ed il malgoverno politico è una cosa, diventare delle bestie umane una cosa ben diversa. Da evitare.
     
  7. gaetano

    gaetano

    Utente

    Registr.:
    16 Gen 2015
    Messaggi:
    45
    Mantengo la barra dritta,evito di dire fesserie rimango della mia opinione:i cani non sono randagi per loro naturale istinto ma lo diventqno perche qualcuno li abbandona.Altrimenti si chiamano lupi.in altra discussione qualcuno si chiedeva perche mantenere a proprie spese gli extracomunitari di Fondi.Qui ci si interroga su come mantenere dei cani randagi.Chi e' che spara str...?
     
  8. Cristiana

    Cristiana

    Nuovo utente

    Registr.:
    18 Gen 2015
    Messaggi:
    5
    ABC prevenzione randagismo: I° passo - Interrogazione alla Regione Lazio fresca fresca sul randagismo da parte del M5S ... su una delle cause, la più ovvia, il fatto che nessuno mette il microchip ai cani e li iscrive all'anagrafe canina, nè controlla se i cani ce l'hanno, nè sanziona i proprietari inadempienti ecc. I veterinari libero professionisti sarebbero obbligati a informare i clienti possessori di cani e perfino avvertire la ASL in caso di inadempienza! Leggi al vento... Dal 1997. Se questa regola fosse stata rispettata in tutti questi anni ci sarebbero si è no 50 cani in canile. Si legge che nella provincia di Latina soltanto il 2% dei cani accalappiati hanno il microchip e pertanto i proprietari volenti o nolenti se li riportano a casa... e pagano i danni.
    http://www.lazio5stelle.it/denicolo-necessita-di-azioni-contro-randagismo/

    ECCO L'INTERROGAZIONE http://atticrl.regione.lazio.it/allegati/interrogazioniScritte/TESTI_INTERROGAZIONI/783.pdf
     
    Ultima modifica: 24 Gennaio 2015
  9. marcopolo

    marcopolo

    Utente

    Registr.:
    23 Ott 2014
    Messaggi:
    98
    Gaetano ci sono discussioni e discussioni... L'importanza di una non preclude l'altra.
    Si può leggere dalle tue parole una certa insofferenza per quanto riguarda il mondo canino. Hai ragione comunque nel dire che purtroppo i cani "brutti sporti e cattivi" (categoria inesistente... Diciamo che il problema è la loro età) sono difficili da far adottare.
    Stranamente mi trovo in parte d'accordo con veggente.
    L'abbattimento è soltanto una soluzione monetaria e non assolutamente umana, quindi da mio canto da escludere.
    Vorrei dire inoltre che personalmente penso che a volte le "gare di appalto" sia delle emerite cavolate (mi sento fine oggi), in quanto su un argomento come questo io preferirei che si spendessero quei 2-3 soldini in più (non parlo di hotel a 5 stelle per i cani) per avere un prodotto di qualità per quanto riguarda la sicurezza delle strade (che si riduce nel pericolo di incidenti e non di certo nel branco assassino che lascia intendere Gaetano) e per la qualità della vita che può essere data ai nostri amici a quattro zampe.

    PS: ricordiamo che i padroni che abbandonano i propri animali non lo fanno nella propria città, ma il più lontano possibile... Questo non vuol dire che a Fondi non ci siano malfattori (perché in fin dei conti di questo si tratta), ma che sicuramente la maggior parte dei cani presenti nella nostra città hanno natali in altre.
     
  10. gaetano

    gaetano

    Utente

    Registr.:
    16 Gen 2015
    Messaggi:
    45
    Caro marcopolo ,due cose: non ho nessuna avversione verso il mondo canino e ti stupiresti nel sapere che possiedo un bel bichon frisee' che vive in famiglia da un paio di anni.Fa compqgnia un po a tutti.
    Per quanto riguarda il brutti sporchi e cattivi,era solo una battuta per ricordare che nei canili,solitamente, non trovi animali dal pedigree eccelso ma quasi esclusivamente quelli che nessuno vorra'mai adottare.
    Se ti troverai un giorno a passeggiare per le strade di una qualsiasi citta tedesca austriaca o svizzera,ti accorgerai che non esiste un solo cane randagio.Forse i cittadini sono tutte persone per bene e non abbandonano gli animali?Forse in quei paesi non esistono canili?Se dai una occhiata alla legislazione sul randagismo che vige in questi paesi (puoi spulciare su internet) ti verra' la risposta giusta in un istante.O pensi che in nord europa le persone non siano civili?Io ho espresso un mio parere, violento quanto vuoi,incivile quanto vuoi ma l'unico praticabile viste le dimensioni del fenomeno ciao.
     
  11. marcopolo

    marcopolo

    Utente

    Registr.:
    23 Ott 2014
    Messaggi:
    98
    Gaetano le mie parole non volevano essere un attacco.
    Il problema negli altri paesi è come sempre gestito molto meglio di quanto possa essere gestito qui in Italia, ciò non significa che le persone non abbandonino gli animali.
    E poi ricordiamo (senza entrare nell'OffTopic) che li non esistono nemmeno i randagi "umani".
    Ripeto, non vedete sempre una risposta come un attacco per favore, altrimenti non se ne esce più.
     
  12. gaetano

    gaetano

    Utente

    Registr.:
    16 Gen 2015
    Messaggi:
    45
    Marcopolo,non ho inteso le tue parole come un attacco,assoluamente.Anzi ritengo il tuo intervento molto pacato e sensato.Hai pero'equivocato sulla svizzera,germania,austria : li'il problema lo hanno risolto eliminando i cani dopo un certo periodo di permanenza nelle strutture.Addirittura,quelli che nessuno vuole ,vengono ceduti ad aziende farmaceuriche per la vivisezione.Questo traffico riguarda anche molti canili italiani che ricevono contributi pubblici e poi inviano ,a pagamento,gli animali in "eccesso" proprio in quei paesi e per quello scopo.In germania non esiste anagrafe canina e in svizzera,fino a poco tempo fa,era consentito ai cacciatori sparare a cani e gatti randagi.Io non voglio sparare a nessuno:ma in attesa che la nostra coscienza civile ci imponga di non abbandonare gli animali quando ce ne andiamo in vacanza,il problema del randagismo va' risolto senza prosciugare le casse dello stato o del comune.
     
  13. marcopolo

    marcopolo

    Utente

    Registr.:
    23 Ott 2014
    Messaggi:
    98
    Sarà che io sono sempre stato un promotore dei diritti degli animali, ma secondo la mia opinione uno stato che permette di uccidere cani e gatti in questo ed altri modi, non sia proprio agli apici della civiltà.
    Mia modesta opinione.
     
  14. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    E' stato veramente utile e costruttivo il civile confronto sul tema delle tutele per arginare il fenomeno del randagismo, e sicuramente preziose sono le informazioni sulle esperienze di altri Paesi.

    Ma, rispetto al riconfermato obbligo posto a carico del Comune di provvedere alle necessità per arginare il fenomeno, spendendo circa mezzo milione di euro all'anno, consentitemi di dirlo, abbiamo fatto pochi passi in avanti.

    Mi permetto perciò di riproporre all'attenzione di chi è interessato al tema quanto avevo provato a suggerire in un mio precedente intervento:
    " A mio sommesso parere, dopo aver verificato eventuali sprechi ( e qualità) del servizio-business fatto da privati,con soldi pubblici, per arginare il fenomeno del randagismo, bisognerebbe essere capaci di proporre soluzioni alternative, magari mutuandole da altre esperienze, senza ricorrere alle soluzioni estreme proposte da alcuni ( soppressione dei randagi per evitare di spendere soldi per mantenerli): come quella di assegnare facilitazioni e sconti di imposte locali a coloro che si prendono in carico ( seriamente) un randagio o pensare a forme serie di sterilizzazione di specie animali molto prolifiche, dopo averle mappate con microchip. "

    Chi deve farsi carico di questi problemi, dopo la nostra discussione, dopo il nostro confronto ?

    Io, come penso molti di noi, non ho soluzioni, ma solo idee e mi rammarico del fatto che, insieme, non si provi a ricercare interlocutori fra coloro che amministrano e/o aspirano ad amministrare questa nostra città, peraltro con la consapevolezza che potranno/ dovranno essere soluzioni che vanno poi concordate e coordinate, almeno a livello comprensoriale, con altri Enti Territoriali, considerata anche la inevitabile mobilità degli animali randagi.
     
  15. veggente

    veggente

    Guest

    Caro eolica,

    il problema è irrisolvibile allo stato dei fatti giacchè l'amministrazione evita così accuratamente il problema da non indire neppure un bando per l'assegnazione dei relativi servizi!
    E' una politica "frij e magn" con formula "a chiamata": quando si manifesta la necessità si alza il telefono e si chiama.
     
  16. Uber

    Uber

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Lug 2014
    Messaggi:
    287
    All'attenzione di Veggente ed altri! Se la politica di questa amministrazione "frij e magn" con formula "a chiamata" fosse solo per i cani....ma perché è normale che avvocati, architetti e laureati e diplomati vari non godono di questa "chiamata" ????? Per alcuni utenti! di questo block non dovremmo scriverlo..... è lesa maestà poiché a Fondi, uno meglio del principe e dei suoi sodali non esiste... siamo fuori dalla realtà...la parola più gentile!....
     
  17. gaetano

    gaetano

    Utente

    Registr.:
    16 Gen 2015
    Messaggi:
    45
    Problema senza soluzione.Lo stato obbliga i comuni farsi carico dei randagi con canili propri o affidando la custodia attraverso gare pubbliche che nella maggioranza dei casi trasferiscono i cani dalla strada ai lager.I costi sono insostenibili e francamente inaccettabili per una citta dove i disagiati (umani)sono molti.
    Leggo di alcune proposte : sconti sulla tasi per chi adotta un cane,improponibile ed insulto per chi un cane non se lo puo' permettere; affidamento ad associazioni di volontariato (che manterrano i cani fin quando stato e comuni manterranno loro) ed altre amenita' del genere.L'unica cosa che si potrebbe fare inizialmente e' u
    na seria campagna di sterilizzazione forzata di randagi e non,perer evitare il proliferare di randagi attuali e futuri,eutanasia per quelli che vengono detenuti nei lager e gravemente malati,attendere che la natura

    a faccia il suo corso per i restanti.Al ristabilimento di un minimo equilibrio della fauna, punizioni esemplari e certe per chi non
    on impianta il microchip all'animale,come per chi li abbandona.Vi ricordo che abbiamo in dotazione le guardie zoofile ambientali che qualcosa dovranno pur fare...Qualsiasi soldo pubblico speso per i randagi,in questo particolare momento economico del paese,e' un insulto a chi non ha lavoro e sussidi per sopravvivere
     
  18. veggente

    veggente

    Guest

  19. veggente

    veggente

    Guest

    "Uno studio svela che da una cagna abbandonata in sette anni si possono ricavare ben 67mila cuccioli. La soluzione per sconfiggere il sovraffollamento di cani ci sarebbe. E' semplice, efficace ed è prevista dalla legge: la sterilizzazione degli animali. Ma né i Comuni né le Asl l'hanno applicata. Si preferisce creare migliaia di canili che hanno un costo enorme per la comunità, non risolvono il problema e finiscono per aggravarlo. In nome del denaro che favorisce un po' tutti, dal pubblico al privato, passando per le pseudoassociazioni intitolate genericamente "amici degli animali". Un dossier denuncia il malaffare e svela chi e come ci guadagna".
     
  20. marcopolo

    marcopolo

    Utente

    Registr.:
    23 Ott 2014
    Messaggi:
    98
    Poverina questa cagna con 67mila parti :p
     

Condividi questa pagina