Avviso urgente ai cittadini ven. 26.06.2020 / emergenza epidemiologica da COVID-19

Discussione in 'Del più e del meno' iniziata da Francesco Fusco, 16 Maggio 2020.

  1. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    Ultima modifica: 12 Gennaio 2021 alle 10:47
  2. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    -

    ... presso l'ufficio Unep di Latina (Ufficiale Giudiziario)

    sono presenti 3 casi di positività al Covid -19 e 2 funzionari sono stati posti in isolamento domiciliare dalla Asl di Latina ...

    12.01.2021​


    -

    questa mattina alle 8
    si è sentita la sirena suonare x un minuto
    era la sirena che suonava durante la grande guerra
    quando le cicogne non portavano bambini

    mentre ieri sera per parecchi minuti si è sentito un elicottero sorvolare il cielo di Fondi ...
    -

    sulla G.U. di ieri con un decreto vengono concessi ai Comuni

    (nell'allegato compare diverse volte il Comune di Fondi, con le varie zone destinate con foglio e particelle)

    i contributi per procedere all'abbattimento delle opere edilizie abusive

    https://www.gazzettaufficiale.it/at...diceRedazionale=20A07404&elenco30giorni=false





    ----


    IMG-20210112-WA0007.jpg


    -




    -
     
    Ultima modifica: 13 Gennaio 2021 alle 13:00
  3. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    -

    Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 90
    14 Gennaio 2021


    Il Consiglio dei Ministri si è riunito mercoledì 13 gennaio 2021, alle ore 21.55, a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro.


    *****


    PROROGA DELLO STATO D’EMERGENZA DOVUTO ALLA PANDEMIA DA COVID-19


    Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte, vista la nota del Ministro della salute e il parere del Comitato tecnico scientifico, ha deliberato la proroga, fino al 30 aprile 2021, dello stato d’emergenza dichiarato in conseguenza della dichiarazione di “emergenza di sanità pubblica di rilevanza internazionale” da parte della Organizzazione mondiale della sanità (OMS).


    *****


    COVID-19, MISURE PER IL CONTENIMENTO DEL CONTAGIO
    Ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021 (decreto-legge)


    Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato un decreto-legge che introduce ulteriori disposizioni urgenti per il contenimento della diffusione del COVID-19.


    Il testo proroga, al 30 aprile 2021, il termine entro il quale potranno essere adottate o reiterate le misure finalizzate alla prevenzione del contagio ai sensi dei decreti-legge n. 19 e 33 del 2020.


    Il decreto conferma, fino al 15 febbraio 2021, il divieto già in vigore di ogni spostamento tra Regioni o Province autonome diverse, con l’eccezione di quelli motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.


    Inoltre, dal 16 gennaio 2021 e fino al 5 marzo 2021, sull’intero territorio nazionale si applicano le seguenti misure:

    • è consentito, una sola volta al giorno, spostarsi verso un’altra abitazione privata abitata, tra le 5.00 e le ore 22.00, a un massimo di due persone ulteriori a quelle già conviventi nell’abitazione di destinazione. La persona o le due persone che si spostano potranno comunque portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che con loro convivono. Tale spostamento può avvenire all’interno della stessa Regione, in area gialla, e all’interno dello stesso Comune, in area arancione e in area rossa, fatto salvo quanto previsto per gli spostamenti dai Comuni fino a 5.000 abitanti;
    • qualora la mobilità sia limitata all’ambito territoriale comunale, sono comunque consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia;
    • è istituita una cosiddetta area “bianca”, nella quale si collocano le Regioni con uno scenario di “tipo 1”, un livello di rischio “basso” e una incidenza dei contagi, per tre settimane consecutive, inferiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti. In area “bianca” non si applicano le misure restrittive previste dai decreti del Presidente del Consiglio dei ministri (DPCM) per le aree gialle, arancioni e rosse ma le attività si svolgono secondo specifici protocolli. Nelle medesime aree possono comunque essere adottate, con DPCM, specifiche misure restrittive in relazione a determinate attività particolarmente rilevanti dal punto di vista epidemiologico.
      In considerazione della necessità di agevolare l’attuazione del piano vaccinale per la prevenzione del contagio da COVID-19, in coerenza con le vigenti disposizioni europee e nazionali in materia di protezione dei dati personali, è istituita, una piattaforma informativa nazionale idonea ad agevolare, sulla base dei fabbisogni rilevati, le attività di distribuzione sul territorio nazionale delle dosi vaccinali, dei dispositivi e degli altri materiali di supporto alla somministrazione, e il relativo tracciamento. Inoltre, su istanza della Regione o Provincia autonoma interessata, la piattaforma nazionale esegue, in sussidiarietà, le operazioni di prenotazione delle vaccinazioni, di registrazione delle somministrazioni dei vaccini e di certificazione delle stesse, nonché le operazioni di trasmissione dei dati al Ministero della salute.

    -




    -

    fra oggi o domani verrà pubblicato il D.L. approvato dal C.d.M.
    ultima G.U. n. 9 del 13.01.2021

    -


    -
     
    Ultima modifica: 14 Gennaio 2021 alle 10:19
  4. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    Ultima modifica: 14 Gennaio 2021 alle 17:58
  5. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    -


    -

    Screenshot_20210115-053404_Chrome.jpg

    -


    in parole semplici

    adesso il Lazio resta zona gialla
    ma rischia di cambiare colore passando a quella arancione
    (il provvedimento dovrebbe uscire sempre sulla G.U.)

    per il momento quindi
    salvo il rispetto del coprifuoco
    è possibile spostarsi liberamente senza l'autocertificazione solo all'interno del Lazio

    -

    " Ci attendiamo il Lazio in zona arancione"
    ha detto oggi l’assessore regionale alla Sanità della Regione Lazio

    con un indice Rt di "poco sopra 1"
    il Lazio va verso la zona arancione,
    si tratterebbe della prima volta perché, da quando sono state introdotte le zone di rischio, è sempre stata una regione gialla

    -
     
    Ultima modifica: 15 Gennaio 2021 alle 09:55
  6. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    -


    -


    Screenshot_20210116-054601_Chrome.jpg


    -----------------------------------------------------


    il Lazio diventa zona arancione
    cosa cambia da domenica 17 gennaio 2021

    il provv. deve ancora essere pubb. sulla G.U.

    http://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638

    https://www.latina24ore.it/latina/161671/lazio-zona-arancione/
    -

    20210116_093013.jpg

    -
     

    Allegati:

    Ultima modifica: 16 Gennaio 2021 alle 10:00
  7. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
  8. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    -

    -

    MINISTERO DELLA SALUTE
    ORDINANZA 16 gennaio 2021

    Ulteriori misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 per le Regioni Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, LAZIO, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria e Valle d'Aosta. (21A00223)

    (GU Serie Generale n.12 del 16-01-2021)

    ... la presente ordinanza produce effetti dal l 17 gennaio e fino al 31 gennaio 2021 ...

    la NS. Regione da domani diventa arancione

    -




    -

    il ministro della Salute ha convocato i tecnici (C.T.S.) per avere un parere sul ritorno in classe degli studenti delle scuole superiori (al 50%) e su un eventuale rinvio della didattica in presenza ...

    una scuola che non riapre ...
    la chiusura della scuola ... è una catastrofe culturale ...


    -

    visto la situazione (certamente non bella),
    forse sarebbe stato opportuno un comunicato stampa e/o un video sul sito ufficiale del Comune di Fondi

    per spiegare meglio la situazione ai cittadini:
    cosa possiamo fare e cosa non possiamo fare ... nuovo colore nuove regole
    ma soprattutto per essere vicino e presente con i propri cittadini ...


    con la speranza che torneremo nuovamente a vivere in un mondo reale:
    toccarci, abbracciarci, amarci, vederci nel viso ...
    auguro di cuore buona giornata ai cittadini di Fondi​


    -----------------------------------------------------




    Covid: in Norvegia 23 morti 'legate alla vaccinazione'
    Pfizer in contatto con Oslo, 'sui decessi dati non allarmanti'
    'Reazioni comuni potrebbero aver aggravato pazienti anziani'

    -

    Covid, ulteriore nuova variante adesso in Brasile, più pericolosa.
    «i Vaccini potrebbero non essere efficaci»

    -

    -
     
    Ultima modifica: 17 Gennaio 2021 alle 12:52
  9. Francesco Fusco

    Francesco Fusco

    Utente abituale

    Registr.:
    3 Nov 2004
    Messaggi:
    2.426
    -

    aggiornamento:


    dopo la richiesta del parere tecnico da parte del Ministro della salute al C.T.S.:

    Scuola, ok del C.T.S.:

    -

    il Ministro della salute: « Si può tornare a scuola, CHI chiude si assuma responsabilità »


    ---



    il C.T.S. ha ricordato che:

    " le scuole hanno un ruolo limitato nella trasmissione del virus e ribadito che l’assenza prolungata da scuola può provocare conseguenze gravi nei ragazzi, per gli apprendimenti e per la sfera emotiva e relazionale".

    Il Cts ha, quindi, concluso, confermando: "la ripartenza delle superiori in Piemonte, Emilia Romagna,
    Lazio e Molise, e chi le tiene chiuse se ne assume la responsabilità




    ----------


    https://youtu.be/v6hx6ojLXg0

    La Madonna aveva profettizzato il periodo che abbiamo iniziato a vivere. Suor Emmanuel Maillard


    -
     
    Ultima modifica: 18 Gennaio 2021 alle 10:14

Condividi questa pagina