Galleria Terracina - Autovelox o Tutor

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da JonnyBravo, 22 Giugno 2017.

  1. Mauro66

    Mauro66

    Nuovo utente

    Registr.:
    11 Ott 2017
    Messaggi:
    4
    Certo osservare i limiti sarebbe stato semplicissimo!!! Un po meno immaginare che ci fosse un tutor! Speriamo almeno che il comune di terracina faccia un buon uso di questi soldi e che non ci siano problemi per la patente.
     
  2. omnia

    omnia

    Nuovo utente

    Registr.:
    3 Ott 2017
    Messaggi:
    1
    a tutti gli scienziati che continuano a scrivere che sarebbe bastato andare ad 80...abbiamo capito!!! Non l'abbiamo fatto!...Lo faremo!
    Ora gentilmente, semprechè ne siate in grado, date qualche consiglio o testimonianza utile per chi ha ricevuto verbali in quel tratto di strada?
     
  3. Cristian

    Cristian

    Nuovo utente

    Registr.:
    12 Ott 2017
    Messaggi:
    1

    date un occhiata a questo articolo, nell'ultima parte parla anche della galleria di Terracina:
    http://www.tg24.info/provincia-frosinone-mare-multe-annullate-per-il-tutor-non-segnalato/
     
    A JonnyBravo piace questo elemento.
  4. LIMITE IGNOTO

    LIMITE IGNOTO

    Nuovo utente

    Registr.:
    18 Mar 2016
    Messaggi:
    19
    Sono interessanti in merito le documentazioni fornite dagli utenti Vincenzo Cimmino e Cristian seppur andando in contrasto tra di loro, in quanto dal primo, la nota proveniente dal Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, se ne dedurrebbe che tutto sarebbe in regola e non vi sarebbe alcuna specifica ulteriore segnalazione delle modalità del controllo che si stia effettuando (se imminente nel caso dell'autovelox o di media velocità nel caso Tutor) ma basterebbe il generico segnale di preavviso di controllo elettronico della velocità, invece la normativa in vigore parrebbe dare ragione alla seconda nota fornitaci dall'utente Cristian che varrebbe sia per la superstrada Frosinone Mare, sia per le gallerie di Terracina, ed il giudice di Pace di Terracina parrebbe incardinato su questa direzione, accogliendo tutti i ricorsi (ATTENZIONEcon spesa minima di iscrizione di euro 43,00) soltanto che tende a compensare le spese, pertanto al Comune di Terracina tanto per smaliziare converrebbe comunque in termini economici mantenere la cartellonistica così com'è poiché su 100 infrazioni rilevate 30/40 faranno ricorso, le altre verranno sicuramente incassate e per le altre seppur accolte non graveranno poi così tanto sulle casse comunali in quanto in tali casi non sono previsti risarcimenti danni , pertanto anche se non in regola il ricavo è garantito (un po come il bollo ACI illegale nel resto d'Europa per cui all'Italia seppur condannata al pagamento della multa gli conviene poiché le entrate sono di gran lunga superiori alle uscite... sic). Per ovviare a spese inutili e consistenti, fermo restando il solito consiglio di rispettare i limiti, la soluzione economica e tecnica più ovvia sarebbe promuovere i ricorsi non al G.d.P. di Terracina (che ha comunque un costo difficilmente recuperabile e nel caso della compensazione delle spese persino utopico) ma presso la Prefettura di Latina a costo zero (o meglio al solo costo della raccomandata con ricevuta di ritorno) ed anche perché oberando la Prefettura di ricorsi che dovrà accogliere per forza di legge fintanto il Comune di Terracina non si adeguerà, la stessa prima o poi dovrà porsi il problema di fondo di effettuare degli accertamenti tecnico-operativi sulla legittimità della tipologia dei controlli e magari far risettare tutto. Ed inoltre presso il Prefetto è possibile promuovere ricorso entro 60 giorni dalla notifica (30 presso il G.d.P.) ma se malauguratamente il Prefetto rigetta il ricorso, esso può essere ripresentato in ulteriore analisi al G.d.P. di Terracina che nella peggiore delle ipotesi ridurrà la contravvenzione agli importi originari (in quanto se il Prefetto rigetta il ricorso, raddoppia l'importo della multa).
    Praticamente è una partita a scacchi borderline, dove gli Enti Locali (vale anche per il Comune di Monte San Biagio che non vuol capire che deve mettersi in regola con i controlli autovelox tra segnali e visibilità vari) spesso giocano sporco facendo gli gnorri a discapito di ingenti flussi di cassa garantiti, ma occhio, noi ( o almeno io) siamo gli utenti deboli...
     
    A VincenzoCimmino, omnia e JonnyBravo piace questo elemento.
  5. VincenzoCimmino

    VincenzoCimmino

    Nuovo utente

    Registr.:
    28 Set 2017
    Messaggi:
    4
    L'articolo del link di Cristian riporta citazioni del famigerato avv. Iacovacci, che a quanto pare abbia invitato i suoi clienti a proporre ricorso avverso i verbali in Prefettura, e questi 400 non sono stati annullati dal Prefetto, ma le ingiunzioni non sono state notificate nei termini (da quanto riportato su Facebook in un post del Comune di Sonnino).
    Il Prefetto non annulla le multe , per 2 motivi :
    1. Perché se c'era qualcosa che non andava nei rilevatori di Terracina,Sonnino o Monte San Biagio, già avrebbe dato l'ordine IMMEDIATO di spegnere tutto.
    2. In questi giorni stanno arrivando ingiunzioni della Prefettura con importo raddoppiato,inerenti a ricorsi che non sono stati accolti. Come ho già scritto in un mio post precedente, da quanto mi risulta ne sono pervenute ben 7 ad un signore di Fondi,e anche a Terracina.
    Sul web gira di tutto e di più,e quello che potuto capire fino ad oggi è che a prescindere da tutto, se un avvocato mi invita a fare ricorso è solo per spellarmi soldi!! Quindi personalmente, preferisco pagare ( a meno che non prendo 10 multe,e lì il discorso cambia).
    P.s. Ad ogni buon fine ragazzi, se proprio volete fare ricorso, io lo presenterei al Giudice di Pace di Latina(per quanto riguarda Sonnino),a quello di Terracina(per quanto riguarda Terracina)e a quello di Fondi(per quanto riguarda Monte S.Biagio).
    Poi bisogna sempre valutare(come ha già scritto l'amico Limite Ignoto) se l'importo del verbale è alto o basso,perché ci vogliono circa euro 40 per presentare ricorso al Gdp.
     

Condividi questa pagina