La Banca Popolare di Fondi pubblichi il bilancio semestrale

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da picone, 26 Agosto 2016.

Etichette:
  1. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Temo la seconda che hai detto..


    Però,scusami se insisto ,ma negli anni delle vacche grasse i semestrali sono mai stati pubblicati?
     
  2. picone

    picone

    Utente attivo

    Registr.:
    1 Gen 2008
    Messaggi:
    266

    No, ma se ragioniamo:

    arriviamo a un assemblea 2016 (per approvare il bilancio 2015 e per cambiare un amministratore ..........ovviamente quello "scomodo")
    a) con un "cretino" (uso un eufemismo) che invia una lettera anonima a decine di soggetti che in qualche modo hanno un legame con la BPF,
    b) con un Bilancio che chiude in perdita,
    c) con un ispezione Bankitalia appena conclusa,
    e) con una rettifica dei crediti elevata,
    f) con una promessa verbale e scritta che la pulizia dei crediti avrebbe dato slancio ai numeri di bilancio..............
    d) con tutto quello che sto scrivendo io...........

    il minimo era pubblicare a pagina intera la semestrale su un quotidiano locale........sbaglio?????
     
  3. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Non sbagli ma continuo a chiedermi perche a soci,correntisti,azionisti, clienti ed altro non iniziano a girare le balle per questo silenzio
     
  4. picone

    picone

    Utente attivo

    Registr.:
    1 Gen 2008
    Messaggi:
    266
    Ti rispondo con un altra domanda?

    perché siamo l'unico paese al mondo dove la classe imprenditoriale, che rappresenta il tessuto economico locale (mi riferisco al MOF), non ha un rappresentante in consiglio di amministrazione della Banca Locale e anzi si fa "sfilare" una filiale comoda per i versamenti contanti di tanti clienti???
     
    Ultima modifica: 5 Settembre 2016
  5. LIMITE IGNOTO

    LIMITE IGNOTO

    Utente

    Registr.:
    18 Mar 2016
    Messaggi:
    38
    Devo ammettere che la discussione stuzzica ed incuriosisce non poco, da quanto è dato sapere tutte le filiali (o quasi) sul territorio fondano dovranno chiudere per convogliarsi nel MegaMostroEcologico nuovo fortino inespugnabile della Bpf (prevedo ponte levatoio e fossato ospita coccodrilli) su via Appia lato monte San Biagio, infatti oltre alla su citata filiale del Mof anche quella di san Magno, e a breve quella di piazza de Gasperi, per proseguire su quella di viale delle libertà e terminare con la filiale "castello" sopperiranno Ubi Major.... resterà aperta soltanto (si vocifera) la sede I° di via Sassari sperando che almeno verranno diffusi ulteriori Bancomat su l'intero territorio (come al salto covino dove per fortuna è ancora funzionante nonostante i diversi furti con botto subiti) per la comodità di cittadini e turisti. Per contro la filiale che si vedono sottrarre gli operatori del mercato ortofrutticolo a svantaggio delle loro comode attività di correntisti è un disagio non da poco conto per loro, come strano appunto il fatto che non vi siano ( da quanto detto e non metto in dubbio) rappresentanti alcuni del MOF nel CdA della BpF a queste due domande niente affatto retoriche mi piacerebbe, sempre per grande curiosità avere risposte chiare non riuscendo nel mio piccolo a formulare congetture....
    Personalmente mi identifico in un piccolo risparmiatore ex correntista deluso dal modus arraffandum operandum della Bpf ma in generale sfiduciato dal sistema operativo degli istituti di credito in genere e pertanto i miei piccoli e pochi risparmi destinati in previsione del non roseo futuro dei miei figli li ho distratti alle grinfie delle banche e depositati alle poste italiane (ahimè); però "purtroppo" con la "popolare" sono stato costretto ad accendere un Mutuo ventennale perché di fatto è stata l'unica banca fra tante tentate che me lo ha concesso, quindi segue domanda per l'esperto utente Picone: soltanto gli azionisti dovrebbero chiedere conto dello stato di salute della banca dove hanno in corso i loro investimenti, oppure anche un semplice correntista che abbia con la stessa soltanto mero rapporto cadenziale di pagamento rate mutuo??? Nel senso che se fallisse il mio debito con la stessa come verrebbe estinto???
     
  6. picone

    picone

    Utente attivo

    Registr.:
    1 Gen 2008
    Messaggi:
    266
    Caro Limite Ignoto, prima di tutto ti ringrazio dell'attenzione!

    A onor del vero non credo ci sia in programma la chiusura di tutte le filiali, perché sarebbe illogico e assurdo.
    Sicuro verrà chiusa la filiale di fronte l'ospedale, ma per tutte le altre non ne vedo il motivo!

    Per quanto riguarda il MOF, io ho sempre chiesto a più di qualche operatore perché non siedono in consiglio di amministrazione, ma le risposte sono sempre state vaghe perché poi in verità nessuno sa effettivamente perché e pochissimi si rendono conto dell'importanza strategica di avere un rappresentante in consiglio di amministrazione (ad esempio, e torno sul dente che duole.........con un rappresentante del MOF in consiglio, sono sicuro che mai si sarebbero "buttati" 7.000.000 dico sette milioni di euro dietro un costruttore di barche e probabilmente si sarebbe preferito "investire" 70.000 euro su 100 commercianti magari in momentanea difficoltà!!......il bello è che........nessuno ha pagato per questa "operazione"........anzi!!!!!)

    Ripeto, invece, che una Banca Popolare locale è prima di tutto una banca pubblica (e ancora aggiungo non dimentichiamoci che c'è una variante al P.R.G. che sottintende una valenza pubblica della BPF e che ha permesso la costruzione della nuova sede), pertanto tutti i cittadini dovrebbero essere interessati alle sorti della banca, indipendentemente se sono soci, clienti o con nessun rapporto!

    Infine...allontana da te l'idea molto negativa...........non è quello il problema............che comunque non azzererebbe assolutamente il tuo rapporto debitorio!
     
  7. LIMITE IGNOTO

    LIMITE IGNOTO

    Utente

    Registr.:
    18 Mar 2016
    Messaggi:
    38
    Grazie per avermi celermente risposto, e speriamo tutti che la Bpf (soprattutto per propri dipendenti e clienti) sopperisca alle numerose difficoltà riscontrate e riscontrabili nel mercato economico finanziario, e che come auspicate e dovremmo auspicare tutti, faccia chiarezza pubblicamente sul proprio operato e dia trasparenza sul proprio stato di salute.
     
  8. zorro

    zorro

    Utente

    Registr.:
    7 Giu 2016
    Messaggi:
    120
    caro limite ignoto
    lei e' un grande personaggio
    provo a riassumere il suo intervento
    si trova costretto suo malgrado ad aver un mutuo con la banca perche' e' l'unica che che le ha dato fiducia
    ha qualche risparmio ma ha preferito depositarli alle poste , ma dalla esclamazione non sembra contento
    chiede che se la banca fallisce si azzerano anche i debiti
    sicuramente e' un bel esempio di riconoscenza
    comunque se proprio la disturba il rapporto con la banca per via del mutuo, puo' sempre farne uno con un altra banca chiudendo il rapporto con la BPF ( si chiama portabilita' )
    saluti
     
  9. masaniello

    masaniello

    Utente

    Registr.:
    7 Mag 2010
    Messaggi:
    76
    Zorro, l'ignoto voleva solo sapere che fine farebbe il suo mutuo nel caso ipotetico di fallimento della BPF, per rassicurarlo, gli garantisco che continuerà a pagare le rate alle stesse condizioni nel malaugurato caso, magari a un'altra banca.
    Detto ciò, per caso zorro tu vai a fare la spesa in un solo supermercato? Io scelgo i prodotti che acquisto in funzione della convenienza e della opportunità, magari avendo fiducia in quello che mi offre, non perché ho sposato quel punto vendita.
     
    A LIMITE IGNOTO e picone piace questo messaggio.
  10. zorro

    zorro

    Utente

    Registr.:
    7 Giu 2016
    Messaggi:
    120
    caro masaniello
    certo che e' giusto
    ma se un supermercato mi fa credito perche' ho bisogno ed un altro no?
    la tua e' solo filosofia
    saluti
     
  11. LIMITE IGNOTO

    LIMITE IGNOTO

    Utente

    Registr.:
    18 Mar 2016
    Messaggi:
    38
    Non ho mai scritto né pensato che con l'eventuale e mai sperato fallimento della Bpf si azzerassero anche i debiti (men che meno i miei), le mie preoccupazioni erano rivolte sia alle condizioni pre-concordate per il mutuo acceso sia verso un eventuale nuovo ente creditore che ne scaturirebbe, e ringrazio gli utenti Picone e Zorro per i chiarimenti.... Per quanto concerne la riconoscenza non ne trovo da doverne men che meno all'istituto di credito che si è arrogata l'ipoteca sulla casa, una serie innumerevole di garanzie firme avalli e controfirme da parte dei miei cari e congiunti a fronte di un prestito che devo restituire a scadenza per importo complessivo quasi raddoppiato, dovrebbero esser la banca ad essere riconoscente, io ci vedo solo una sorta di strozzinaggio legalizzato... e sto già provvedendo a trovare sul libero mercato condizioni migliori da parte di altri istituti di credito, piuttosto che dato mandato ad un legale specializzato per verificare le tnto "agevoli" condizioni impostemi...
     
    A Ziogaetano e picone piace questo messaggio.
  12. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
  13. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Mi piace l intervento di Ignoto .Non capisco perc he qualcuno dovrebbe essere riconoscente questa banca.
    Nel 2001 ho finiito di pagare un mutuo ,la casa mi è costata esattamente il doppio.Vero che le condizioni erano diverse ed i tassi di interesse anche. Ma che li debba anche ringraziare e mostrarmi riconoscente,francamente......
     
  14. masaniello

    masaniello

    Utente

    Registr.:
    7 Mag 2010
    Messaggi:
    76
    cara volpe (El Zorro), la tua è filosofia, non la mia. La banca non vende pane e mozzarelle,ma intermedia denaro nelle sue varie forme, tra cui il credito(capito? la banca non mi fa credito, vende credito!!).
    Come cliente ho diritto di scegliere da lei i prodotti più convenienti pe me e se lei(la banca) rosica perché non gli dò i soldi per una assicurazione(faccio un esempio), si impegni a trovare una assicuarzione migliore.
    Posso decidere di acquistarla comunque se magari globalmente ci guadagno, anche se sul singolo prodotto ci rimetto, oppure perché sono pigro e la banca sta sotto casa, oppure perché il prestito me lo fa solo quella banca, ma essendo la banca un ente con fini di lucro(senza soldi non si canta messa) si fa pagare con interessi più alti per il rischio che corre, non mi sta facendo un piacere, corre un rischio e se lo fa pagare, oppure offre facilitazioni da banca locale(tipo antici su assegni versati) facendoseli comunque pagare.
    Per carità non ci vedo nulla di negativo, politiche industriali e sociali ben definite e chiare, ma non confondiamolie con riconoscenza.
    Detto ciò, avendo pochissimi interessi in BPF ma soprattutto amici, non sono contento se un simile istituto va fallito, e chi se lo augura è un imbecille(abbiamo quasi perso l'ospedale, non abbiamo da anni la pretura, il MOF è quasi alla canna del gas, non è il caso di esserne contenti), per cui mi auguro che la BPF ne esca a testa alta con dati alla mano, senza la necessità di cani da guardia che hanno l'effetto contrario del rassicurare i correntisti.
    Detto ciò, @ LIMITE IGNOTO : non per fare il permaloso, ma per scherzarci su, alla tua domanda abbiamo risposto in tre, la volpe ti ha detto cambia banca, il piccone con una sola c ti ha detto non ti verrà condonato il debito, io solo ho risposto correttamente alla tua domanda, cioè le tue condizioni rimarranno uguali in caso di fallimento della BPF(facciamo le corna!!) e tu ringrazi loro e neanche una citazione per me? Ho capito perché capitano tutte a te, non capisci quando uno ti dà un consiglio!
    :mad::);):(:confused::p:cool::eek::oops::rolleyes:o_O
     
    A picone piace questo elemento.
  15. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
    Condivido la prima parte dell'inciso, con " l'augurio che la gloriosa BPF esca a testa alta", ma non la seconda, poichè è proprio perchè sono sempre mancati,per mille ragioni, "cani da guardia", attenti e competenti, che la "gloriosa" attraversa ora qualche difficoltà e, senza una informazione dettagliata e corretta ( la "semestrale" poteva/ potrebbe servire a questo) non si fugheranno mai i dubbi, giusti o sbagliati, dei risparmiatori.

    Mi auguro che questa discussione, mai fatta sulla nostra "gloriosa" BPF, serva ad aprire una stagione nuova nella quale, senza isterismi e ripicche, ma anche senza fare sconti a nessuno si parli, con prudenza e con competenza, di una Istituzione che,se ben gestita, (hai ragione tu) è stata ed è vitale per la nostra comunità.

    Noi piccoli risparmiatori, non avendo accesso a tutte le fonti,possiamo fare poco per favorire questo (inevitabile) processo di trasparenza. Molto, moltissimo può fare chi ha la grande responsabilità di gestire la Banca.

    Speriamo solo che abbia, finalmente,la saggezza per farlo.
     
    Ultima modifica: 6 Settembre 2016
    A picone piace questo elemento.
  16. picone

    picone

    Utente attivo

    Registr.:
    1 Gen 2008
    Messaggi:
    266
    Masaniello, nella tua lunga risposta, tra le tante cose che ritengo giuste, estrapolo "abbiamo quasi perso......"!
    Da queste considerazioni nascono tutte le mie riflessioni!
    Io chiedo e spero un maggior coinvolgimento della cittadinanza e una maggior trasparenza!
    L'ho già scritto e lo ripeto : se una squadra non dà risultati o meglio rischia di finire in serie B, non è così grave cambiare l'allenatore! Anzi....si deve!!!
     
  17. masaniello

    masaniello

    Utente

    Registr.:
    7 Mag 2010
    Messaggi:
    76
    Eolica mi sono espresso male, dovevo dire volpi da guardia...
     
    A picone piace questo elemento.
  18. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
    Non avevo colto la finezza. ;)
    Ma "cani da guardia", magari non furbi come le volpi, ma vigili, attenti e competenti, sono sempre utili.
    Per tutelare i propri diritti di risparmiatore, ma anche quelli di cittadino nei confronti dei Pubblici Amministratori, visto che chi è preposto a farlo spesso dorme, e alla grossa (se non peggio).
     
    Ultima modifica: 6 Settembre 2016
    A picone piace questo elemento.
  19. picone

    picone

    Utente attivo

    Registr.:
    1 Gen 2008
    Messaggi:
    266
    Anche questo è un valido motivo di analisi che chi vuole può approfondire in questo link

    http://www.borsaitaliana.it/notizie/sotto-la-lente/texas-ratio-254.htm

    Cos’è il Texas Ratio e cosa dice
    della salute delle banche italiane

    Si tratta di un indicatore che mette in rapporto i “prestiti non performanti” (i crediti deteriorati) al patrimonio netto tangibile di una banca.
    In parole semplici questo indicatore rapporta i crediti a rischio al patrimonio tangibile della banca, per verificare che quest’ultimo superi il primo e che quindi la banca sappia far fronte all’ eventuale perdita di questi crediti. Per questo motivo il Texas Ratio dovrebbe sempre essere inferiore all’ unità (quindi con un patrimonio tangibile che supera i crediti a rischio).
    Va evidenziato che i crediti deteriorati vanno considerati come crediti deteriorati netti, ossia al netto delle rettifiche di valore che nel tempo le banche hanno compiuto per tenere conto dei rischi connessi a eventuali insolvenze.

    Ora lascio a chi è più bravo in matematica il compito:

    quanto fa 78.447.000 diviso 61.838.000 ???

    Ovviamente, come allego qua sotto, 78.447.000 sono i crediti deteriorati che ha la BPF e 61.838.000 è il suo patrimonio.

    patrimonio netto.png


    crediti deteriorati 2.png
     
    Ultima modifica: 7 Settembre 2016
  20. picone

    picone

    Utente attivo

    Registr.:
    1 Gen 2008
    Messaggi:
    266
    Riprendo l'argomento :

    L'indice Texas, che misura in pratica se una banca "sta bene o meno" , per la BPF è superiore a 1 e quindi c'è qualcosa che non va!

    A questo punto ci sono 4 possibilità:

    A) Gli amministratori sono così bravi che in 3 anni, diciamo 2016-2018, fanno così tanti utili da aumentare il patrimonio, da pulire i crediti deteriorati, così da riportare quel famoso importante indice Texas sotto il valore di 1.

    B) Buona parte dei clienti della BPF, che sono in difficoltà e rappresentano quei crediti deteriorati, miracolosamente si riprendono economicamente e ripagano i debiti alla BPF.

    C) La BPF fa un aumento di capitale, chiedendo ai soci di credere negli attuali amministratori e investire nuovi soldi nella Banca.

    D) La Banca è costretta a vendersi.


    Non ci sono altre soluzioni!
     

Condividi questa pagina