Pd senza vento...in caduta libera

Discussione in 'Elezioni amministrative 2015' iniziata da chicco, 1 Giugno 2015.

  1. Uber

    Uber

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Lug 2014
    Messaggi:
    288
    Non sapevo che si può usare "violenza alla democrazia" mandando a quel paese, non certo il sottoscritto..lo tengo a precisare, il risultato elettorale! Ma vorrei farti una domanda, molto semplice...ma i rifugiati,pochi politici, molti molti extracomunitari che a migliaia invadono il nostro paese e la tua europa non vuole accogliere...non usano "violenza alla democrazia"????? e noi itagliani che abbiamo uno dei più alti standard di disoccupati dobbiamo accoglierli facendoli vivere, nei campi cosiddetti attrezzati, nei giardinetti pubblici e nelle stazioni delle nostre città non è violenza alla nostra civiltà, che avete ridotta quasi ogni anno ad elezioni per eleggere degli eletti con il circo delle elezioni..... mi dirai libere...si ma anche in russia si votava liberamente.....è un assurdo ma i capi proclamavano che li c'era..... la vera democrazia!!!!! Capisco per te, sono patetico, ma molte volte mi stimoli a risponderti...non me ne volere....a proposito auguri per la vittoria non bulgara ma tra poco diremo fondana......
     
  2. AjejeBrazov

    AjejeBrazov

    Utente attivo

    Registr.:
    9 Mag 2015
    Messaggi:
    406
    Ragazzi,da osservatore esterno ai fatti che coinvolgono il PD e il centrosinistra fondano,vi posso
    dire che non invidio neanche un po' il tanto lavoro di rinnovamento interno che dovrete affrontare,
    e ne vado a spiegare le ragioni .Anche se tutto ciò dovrà avvenire in ambito locale,come non tenere conto degli sconvolgimenti provinciali ,regionali e,soprattutto nazionali? Perchè se,come circola voce,ci sarà un rimpasto
    di governo con Alfano "gentilmente"accompagnato alla porta,con Verdini fatto entrare dalla finestra,
    le conseguenze sono due:
    1) Riproposizione e rafforzamento governativo del Patto del Nazareno.
    2) Ulteriori diatribe interne tra renziani e minoranze,col rischio di scissioni.
    Se poi non si voglia tenere conto di ciò,ma procedere a tentoni(e sono sicuro di no),rischiate di
    partire col piede sbagliato.
    Quella governativa può anche essere una scelta obbligata,ma non sembra tenere conto di un certo
    malcontento generale derivato dal ricorso disinvolto del vincolo di mandato,e relativo gruppo misto, abusato sistematicamente ai fini di convenienze politiche, piuttosto che di ravvedimenti di coscienza.
    Auguri di buon lavoro.
     

Condividi questa pagina