Terreni di uso civico a prezzi popolari ??

Discussione in 'Fondi e i fondani' iniziata da eolica, 29 Settembre 2016.

  1. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    AUTORE:Questo è uno stabilimento costruito uh interamente su spiaggia demaniale. Il parcheggio delle auto come si vede è sulla duna stessa.

    D - Ma perché si parla sempre di diritti di persone che hanno fatto l'abuso e non si parla dei diritti di tutti i cittadini che insomma dovrebbero avere...

    LUIGI PARISELLA - Sindaco di Fondi (Latina)
    E' chiaro che il diritto di tutti i cittadini è sacrosanto come è sacrosanto pure i diritti di chi ha costruito abusivamente e quindi ha il diritto a ottenere una sanatoria perché è una legge dello Stato che lo impone. Io credo che alla fine non dobbiamo cercare di fare a tutti i costi i Don Chisciotte..

    Da una puntata di Report, raitre, di molti anni fa Tutto il resto è scontato, consequenziale, per quanto orrido.
    Ipse dixit.
     
  2. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Penso ci sia, ovviamente, una differenza fra le alienazioni che riguardano cittadini-occupatori, che hanno posto, magari a monte della Flacca, la loro residenza abituale (ma unicamente per l'abitazione del proprio nucleo familiare, e non per locazioni a terzi), e le alienazioni che interessano, come nel caso in discussione, operatori che utilizzano, con progetti commerciali, i terreni che si affacciano sul Mar Tirreno.

    Anche se,va detto, che anche per le alienazioni a privati sono stati fatti, e si continuano a fare, tanti "magheggi" dividendo i cittadini in figli e figliastri e, danneggiando, in ogni caso, gli interessi collettivi.
     
    Ultima modifica: 11 Ottobre 2016
  3. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Il silenzio è d’oro ??

    Un mio amico, che mi vuole bene, anche se conosce la mia cocciutaggine (penso a fin di bene) mi diceva ieri: ma chi te lo fa fare ? E aggiungeva : è una cosa più grande di te, che sei solo (o quasi) dinnanzi alla tracotanza di chi detiene il potere di decidere e dinnanzi alla pavidità intellettuale, se non peggio, di chi dovrebbe controllare e denunciare quello che ritiene un errore, che considera un abuso o, peggio, un danno erariale per le finanze del Comune.

    A questo mio amico ho detto che mi aspettavo il “silenzio dei colpevoli”, sempre pronti a mettere in sordina il loro mugugno per notizie che, in altri contesti, avrebbero già onorato di comunicati a raffica, smentite e precisazioni e che, se continuo, e continuerò, a battere sul tema lo faccio e lo farò per almeno tre buoni motivi :

    1) Non mi va di essere preso in giro, anche se ho messo in conto che qualcuno possa dimostrarmi che io mi sbaglio. E pur vero infatti che ad un semplice cittadino possono sempre mancare informazioni, documenti che potrebbero cambiare il contesto delle scelte, e rendere diverso il giudizio: ma poi le carte le leggiamo insieme, pubblicamente;


    2) Non mi piace che si dicano bugie, spacciando per “certezze” da dare agli imprenditori del settore turistico (campeggistico, nel nostro caso) un vero e proprio regalo che, secondo i miei calcoli, si aggira intorno al milione di euro;


    3) Non mi rende entusiasta che chi si è assunto l’ingrato ruolo di rappresentare, sia pure in forma assolutamente minoritaria, l’opposizione, sfugga ai suoi doveri o li assolva al “minimo sindacale”.


    C’è poi una quarta ragione, che è dettata (relativamente) da sentimenti di umana comprensione per coloro che hanno votato a cuor leggero la (s)vendita di terreni collettivi, e si apprestano a farlo ancora, che potrebbero essere chiamati in seguito, come è accaduto già ad altri amministratori, a renderne conto dinnanzi alla Corte dei Conti : ecco perché dico che, anche nel loro interesse, il silenzio su certe cose NON è d’oro.
     
    Ultima modifica: 11 Ottobre 2016
  4. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Ma ci sono o ci fanno ??

    Si usa questa espressione per interrogarsi se le persone che sostengono certe tesi con tanta sicumera, e che sembrano scevre da ogni dubbio, da ogni incertezza siano in buona fede oppure se gli conviene pensarla così, ignorando ogni pensiero che turberebbe le loro “certezze” ( tanto per restare in tema)

    Mi sono fatto la domanda dopo aver letto le delibere di Consiglio Comunale con le quali si decide la SVENDITA (lo scrivo in maiuscolo, così magari qualcuno se lo ricorda meglio) dei terreni di proprietà pubblica, della collettività fondana.

    Invito, chi vuole, a leggersi con attenzione le delibere e la “perizia” allegata a ciascuna delibera (che, per inciso, costerà a ciascuno degli “sfortunati” acquirenti dai 60 ai 70 mila di compenso professionale). Se non altro per non sentire domani qualcuno che dica : “non avevo ben capito, ma non pensavo che fosse così la cosa, mi sembrava un affare da cogliere al volo etc.etc.”.

    A parte il dibattito, veramente stucchevole e mai concreto negli scopi e negli obiettivi, da parte di coloro che, con qualche latitanza, dovevano esercitare l’azione di controllo, bisogna leggersi con attenzione le costose perizie in fotocopia, sperando che a qualcuno sorgano spontanee le riflessioni che in me hanno suscitato.

    Le sintetizzo :

    - Non esiste nelle “perizie” una parte storico-descrittiva dei luoghi, una descrizione delle attività esercitate (le foto lasciano il tempo che trovano) che servisse a far capire che non si trattava di terreni brulli e abbandonati in cerca di proficuo utilizzo, ma di terreni (di proprietà collettiva, e non di un privato che può a suo piacere anche regalarli) dove si esercitano da anni importanti attività ricettive, con corollario di attività commerciali, recentemente dotati, seguito di apposita variante urbanistica e di concessione demaniale di spiaggia sul Mar Tirreno, di tutto quanto potesse completare la dotazione di un’azienda del settore.

    Terreni che, per giunta, e molti lo dimenticano, erano già stati dati in concessione agli stessi soggetti (ad € 2,55 al mq), con stipula di regolari contratti pluriennali, che avrebbero portato, e stavano già portando, nelle casse del Comune denaro fresco tutti gli anni ( circa 200.000 euro), senza privarsi del bene.

    Ma torniamo alle “perizie”.

    Dopo una serie di schede ricognitive dei beni immobili e delle attrezzature viene determinato il valore del terreno, moltiplicando la superficie, chissà perché, per € 25,00 al metro quadro, senza dare alcuna spiegazione delle modalità estimative attraverso le quali il ben pagato perito è pervenuto alla sua valutazione.

    Quel valore di partenza viene poi rivalutato in base ad alcuni parametri, almeno per me misteriosi, e che andavano anch’essi spiegati, e si perviene quindi ai valori finali votati in Consiglio Comunale. Valori che sono, in ogni caso, inferiori a quello, già scontato ( € 51,00 al metro quadro), stimato dal Perito Demaniale Regionale Ing. Cavone, la cui perizia generale, riferita a tutti i terreni utilizzati a campeggio, del 29 Marzo 2012 è stata a suo tempo formalmente recepita, sia dal Comune di Fondi che dalla Regione Lazio, con riferimento al canone di concessione in uso ( di € 2,55 al metro quadro, che scaturisce proprio dal valore stimato di € 51,00 al metro quadro).

    Raffrontando i valori previsti dall’Ing. Cavone con quelli delle perizie validate dal Consiglio Comunale viene fuori “perdita” secca di circa un milione di euro per le Casse Comunali e, per conseguenza, per la collettività fondana.


    Se uno legge il tutto, con animo sereno e senza prevenzioni, non può che domandarsi : ma coloro che, a cuor leggero, hanno votato la svendita, ci sono o ci fanno ??


    Consiglieri di opposizione, se ci siete, battete un colpo !!
     
    Ultima modifica: 13 Ottobre 2016
    A Flip68 piace questo elemento.
  5. bat21

    bat21

    Utente attivo

    Registr.:
    18 Set 2013
    Messaggi:
    232
    E bravo Eolica mi complimento. Alza di 1/10 il mirino ........e Centro
    -
     
  6. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Ha ragione Confucio !!


    [​IMG]

    Molti di voi potranno immaginare come, al di là del timore (inspiegabile) nel provare ad interloquire, magari contestando le cose che scrivo da giorni sulla svendita del nostro patrimonio pubblico, ci siano poi le considerazioni, i commenti, le critiche, fatte sotto voce, o a voce alta, che ho riscontrato, anche attraverso i racconti dei miei amici.

    Riflettendo sulle reazioni che hanno suscitato i miei “pezzi”, ai quali ho cercato peraltro di dare, lo confesso, una veste grafica che ne invogliasse la lettura, sono arrivato alla conclusione, facile direste voi, che ha ragione il grande Confucio, da secoli maestro di saggezza, e non quello scapestrato che scrive.

    Premesso, e chi mi conosce sa che sono sincero per costume di vita, che non ho niente di personale contro nessuno, né verso i beneficiari di tanta generosità né, in buona sostanza, verso gli stessi amministratori che io, almeno da un anno e mezzo, ma forse anche prima, sto avvertendo dei pericoli che corrono per i potenziali danni erariali che potrebbero essere configurati in futuro, per questa ed altre criticità, a loro carico.

    Quando parlo di amministratori riservo una particolare attenzione a coloro che hanno l’onore e l’onere di portare avanti l’opposizione, il controllo sugli atti amministrativi, e che svolgono quest’opera difficile e meritoria anche in forza, per via diretta e indiretta, del mio voto.

    In questa vicenda sono perciò apparsi, senza manifestarsi però pienamente (pigrizia, riserbo, paura, o cos’altro ?), coloro che avrebbero voluto fare la stessa riflessione, la stessa segnalazione che ho fatto io, con i pochissimi mezzi a disposizione che ha un semplice cittadino ma, chissà perché, non l’hanno fatto e, nel migliore dei casi, hanno subito aderito al partito dei “benaltristi” : tutto giusto, compà, ma il problema è un altro…….

    Poi ci sono quelli, molto incazzati mi dicono, che invece avrebbero voluto magnificare ancor di più, magari anche all’estero, la bontà e la saggezza delle “certezze” ( al mio paese si chiamano “regali”) che sono state date agli imprenditori del settore campeggistico ma, dopo un pomposo comunicato, in “Eurovisione”, al pari dei rappresentanti dell’opposizione, i due che (generosamente) si sono esposti, sono spariti all’orizzonte.

    Ci sono infine quelli che, senza apparente motivo, sono contrari al fatto stesso che se ne parli, anche in questo caso non si capisce bene se per pigrizia, per indolenza o per un qualche interesse non esattamente configurato e/o configurabile.

    A tutti dico : io ho cercato di fare quello che secondo me, con civiltà, senza prevenzioni o secondi fini (non ho tessere di partito e non sono candidato a niente) potrebbe / dovrebbe fare ogni cittadino pensoso degli sprechi di quel pubblico denaro che, forse è meglio ricordarselo più spesso, sono i soldi che noi tutti sborsiamo nelle varie occasioni come contribuenti, e per tentare, nel mio piccolissimo,di indicare una strada, libero chi vuole di imboccarla.

    Ma poi, se Dio vuole, la vita continua. E ci faremo forse tutti una ragione di quest’altra pagina poco edificante della nostra vita amministrativa cittadina.
     
    Ultima modifica: 14 Ottobre 2016
    A Uber piace questo elemento.
  7. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    “ A retozz’l ” che, tradotto per gli “stranieri”, vuol dire : insisto, ri-busso !!


    Confesso che ero molto indeciso se riprendere la mia piccola “battaglia di verità” sul tema della (s)vendita dei terreni collettivi di “ex uso civico”: come si sono premurati di precisare, senza comprenderne forse a pieno le implicazioni, alcuni componenti del Consiglio Comunale, Sindaco compreso.

    Mi scoraggiava dal farlo, l’assordante silenzio di chi certe scelte le ha fatte e le sta facendo e la pochezza politica di chi, la c.d. “opposizione”, avrebbe dovuto, nell’interesse dei cittadini, approfondire la vicenda, ed alla quale non penso certo di sostituirmi. Ad ognuno il suo ruolo, ma quando tutto tace, qualcuno pure deve provare a capire come stanno le cose.

    Nell’ultimo Consiglio Comunale del 30 Settembre scorso, l’Amministrazione Comunale ha cambiato rotta, ed è stata certificata la vendita di quei terreni a ridosso della duna in base ad una perizia, commissionata ad un tecnico, si presume di fiducia. Non si capisce in proposito perché non affidarla, magari a costi più contenuti per gli interessati, all’Ing. Giuseppe Cavone, perito demaniale della Regione Lazio che, per capirci meglio ha, da anni, una stanza al primo piano del Comune di Fondi per le incombenze del suo ruolo.

    Nelle perizie, leggere per credere e trarre le conclusioni: per terreni, non più demaniali, ad alta potenzialità turistica, soprattutto dopo le sanatorie varie e assortite si parte, inesplicabilmente, da un valore base di 25,00 ( venticinque/00).

    Di questo “valore base” non si segnala la benché minima valutazione comparativa che ne comprovi l’attendibilità, e si perviene infine, con una serie di misteriose ( per i non addetti ai lavori) rettifiche integrative, a valori che vanno dai 35 ai 39 euro al metro quadro.

    Valori che sono, oggettivamente, di gran lunga inferiori a quanto stimato, e accettato da Comune di Fondi e Regione Lazio, da parte dell’Ing. Cavone, oltre quattro anni addietro, per utilizzarlo come parametro per determinare il canone di concessione in uso dei terreni : 51,00 euro al metro quadro, per l’eventuale e non obbligatoria cessione, con una scelta che ha privato la collettività di una ulteriore entrata di oltre un milione di euro, che sarebbero indispensabili per le casse comunali.

    Per giunta, anche se in applicazione di una recentissima normativa regionale, con pagamento in 10 anni, con interessi insignificanti ( lo 0,20 % all’anno), preferendo così incassare 280.000 euro all’anno, per 10 anni, e perdere la disponibilità dei beni, al posto di 210.000 euro all’anno, per sempre, conservando la disponibilità dei terreni.

    Chi risponderà mai a queste domande, chi fornirà pubblicamente chiarimenti ai cittadini ??

    Tutti i “Soloni”, tutti i fiancheggiatori di chi governa questa città, sempre pronti a sbracciarsi in difesa delle scelte degli “amici”, sono oggi chiusi in colpevole silenzio, aspettando forse che passi la nottata, ma forse si sono illusi ancora una volta e quelli che sono esposti in prima persona nella decisione rischiano di essere chiamati, prima o dopo, a rispondere delle loro scelte, e non solo alla loro appannata coscienza.
     
    Ultima modifica: 22 Ottobre 2016
  8. elenamunno in Fiore

    elenamunno in Fiore

    Utente

    Registr.:
    25 Lug 2012
    Messaggi:
    43
    Partendo dal fatto che il possedere beni, oltre il denaro è diventato insieme al potere, uno dei simboli più forti che abbiamo oggigiorno.

    Non si può richiamare la coscienza nel caso della politica, che da tanto coscienza non ne ha, ora chi fa politica lo deve fare con incoscienza, o forse con profondo cinismo, l'idealismo tanto richiesto da eolica, forse non esiste più, ho non ha ragione di essere, visto che serve ben poco.

    Chi se la prende con i politici deve sapere che dobbiamo essere prima noi a capire, e vigilare ed approfondire, le leggi che abbiamo, purtroppo invece deleghiamo individui che non hanno considerazione e rispetto di questo compito a loro affidato.

    Che si assuefanno a loro volta ai giochi di potere, all'inerzia o al buon senso secondo loro, dove c'è invece il tripudio del non senso, visto che ormai il cittadino si è allontanato dalla politica per quello che vede e sente ogni giorno.

    Rispondere alle domande alla verità?
    Ultimamente suona come la ragione e dei fessi, forse la considerazione finale è che non avrei mai pensato di vivere un tempo cosi brutto dove ci ritroviamo in crisi economica, politica, sociale, religiosa, guerre, terrorismo, delinquenza ed immigrazione senza controllo.
     
  9. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    La mia non è una generica richiesta di "idealismo", che pure non guasterebbe in una società tanto egoista e spietata, ma è la richiesta di una buona, corretta e trasparente amministrazione : principi che dovrebbero valere per chiunque governi.

    Gli sprechi, le diseconomie, le ruberie si risolvono infine solo a danno dei cittadini, soprattutto di quelli economicamente e politicamente più deboli.

    Io ci provo, a non rinunciare a pensare e a dire la mia.

    Noto,con rammarico, che so condiviso anche da te, che lo scenario è sconfortante, anche perché manca la consapevolezza che solo noi possiamo provare ad invertire la rotta e, in questo senso, provare a fare qualcosa, insieme.
     
    Ultima modifica: 22 Ottobre 2016
    A IPPOMAN piace questo elemento.
  10. Flip68

    Flip68

    Utente

    Registr.:
    13 Ott 2016
    Messaggi:
    37
    Come semplici cittadini possiamo fare l'esposto alla Procura Regionale della Corte dei conti. Non credete ??? Visto che chi è seduto nei banchi dell'opposizione non tutela l'intera comunità, la comunità si auto-tutela. Quante persone oltre che parlarne sono pronte ad intraprendere questa azione??? :)
     
    A Uber e IPPOMAN piace questo messaggio.
  11. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    E' d'accordo anche il mio amico Snoopy, e siamo in 3 !!!
    (scusa se provo a stemperare l'incazzatura per il silenzio colpevole di molti, di troppi)



    [​IMG]
     
  12. Flip68

    Flip68

    Utente

    Registr.:
    13 Ott 2016
    Messaggi:
    37
    Già in 3 (tre), si può fare un gran frastuono e svegliare gli assopiti... [​IMG]
     
  13. IPPOMAN

    IPPOMAN

    Utente attivo

    Registr.:
    27 Ago 2008
    Messaggi:
    191
    ci stiamo lavorando ma siamo aperti a tutti i contributi dei cittadini che vogliono attivarsi................questa è una battaglia di tutti i cittadini di Fondi

    Si accettano adesioni in privato
     
  14. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.493
    Quando le "marmotte" del PD si sveglieranno dal loro inqualificabile letargo ?

    Due, almeno a livello di Consiglio Comunale, lo hanno fatto, per tornare subito nella tana, da cui non è mai uscito invece il consigliere Luigi Parisella : silenzioso assente alle delibere di Consiglio Comunale e muto sul tema nelle ultime quattro settimane.

    Per carità di patria, non parliamo del PD, come Partito, come locale sezione o circolo di Fondi : non riesce a trovarli nemmeno la Protezione Civile,fra le macerie della loro pochezza politica.
     
  15. Flip68

    Flip68

    Utente

    Registr.:
    13 Ott 2016
    Messaggi:
    37
    Chi ci lavora ??? :)
     
  16. elenamunno in Fiore

    elenamunno in Fiore

    Utente

    Registr.:
    25 Lug 2012
    Messaggi:
    43
    L'altra opposizione che è divisa di suo !
     
  17. Flip68

    Flip68

    Utente

    Registr.:
    13 Ott 2016
    Messaggi:
    37
    In pratica, dove non arriva un consigliere, si impegnano dei comuni mortali. In questi casi w le divisioni se funzionanti ed efficaci.
     
    A IPPOMAN piace questo elemento.
  18. new bio

    new bio

    Nuovo utente

    Registr.:
    26 Set 2014
    Messaggi:
    1
    Il tempo di restare in silenzio ed accettare in modo passivo l'atteggiamento di questi “operatori” della tutela dell'interesse collettivo è finito. Tutto ha un limite. In questo caso è giunta l'ora di fermarsi a riflettere seriamente sui rischi e le conseguenze che scaturiranno da queste sciagurate scelte.


    Andiamo per ordine.


    Il primissimo problema risiede, a mio modesto parere nella carenza di “operatori” capaci e formati che possano tutelarci in sede di consiglio comunale; c'è chi non ha proprio i mezzi purtroppo per assumere un atteggiamento partecipativo o ostativo, tanto meno per decidere su questi temi con cognizione di causa, per molti, il punto non è tanto capirci. E' concetto diffuso quello di far prevalere l'apparenza sull'essenza. L'importante, è sentirsi politico (va tanto di moda), l'importante è dire sempre si, mai contraddire il dominus.


    Preoccupante è, invece, coloro che hanno i mezzi e le possibilità ma stranamente assume un atteggiamento dormiente, perché l'opposizione dopo aver votato contro (nella migliore delle ipotesi), si è chiusa in un silenzio assordante.


    Sul quotidiano Latina Oggi questa mattina ho letto un articolo che anticipa che nelle prossime sedute del consiglio comunale verranno approvate altre vendite di terreni demaniali. Resto seriamente basito di fronte a così tanta arroganza politica (maggiornaza) e carenza di presa di posizione (opposizione).


    Allora, non voglio farla lunga, ringrazio Eolica, Ippoman e tutti gli altri perché non restino in silenzio e non debbano tacere su questa storia triste e spero che l'iniziativa di costituire un comitato cittadino per poter procedere con l'esposto alla Procura Regionale della Corte dei Conti diventi presto realtà.


    Che ci sia partecipazione attiva di semplici cittadini che tutelino da soli i propri interessi collettivi.

    Coraggio.
     
    A IPPOMAN piace questo elemento.
  19. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    E con quali speranze di successo? Lo sdoganamento di intere porzioni di terreni demaniali a favore di qualcuno è processo che inizia decenni addietro, solo parzialmente rallentato dalla storia di Damasco 1e2 e ripreso oggi ad acque calme con buone possibilità che tutto vada secondo (il) logica. Presentare un esposto da privati cittadini contro queste persone, statene certi, produrrebbe conseguenze devastanti sugli stessi. E, ripeto, con che prospettive. Sarebbero tacciati di essere contro i lavoratori e contro lo sviluppo turistico della città. E, poi, ricordate che questo è il paese dove si può ancora fare sottile distinzione Tra segnalazione e raccomandazione, dove ci si può impiegare alla provincia perché parente di qualcuno e sperare, come accaduto, che tutto vada in prescrizione. Anche questi sono situazioni da corte dei conti. Non un secolo fa, ma pochi anni orsono, un prefetto della Repubblica fu fatto passare come un deficiente per aver prodotto una relazione su infiltrazioni mafiose e messo a tacere. Questo è il paese dove si è prodotto, per la prima volta, un aborto come è stato il mancato scioglimento del comune contro la stessa volontà del ministro dell'Interno. Ripeto :Cosa si spera di ottenere?
     
    A IPPOMAN piace questo elemento.
  20. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    200
    E quindi?
     
    A IPPOMAN piace questo elemento.

Condividi questa pagina