- referendum costituzionale domenica 04/12/16: io voto "NO" -

Discussione in 'Del più e del meno' iniziata da Francesco Fusco, 17 Ottobre 2016.

  1. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
    Viaggiamo, forse per ragioni anagrafiche, su due diverse lunghezze d'onda.

    Io pur essendo franco e sincero, specialmente nei rapporti nei quali guardo il mio interlocutore negli occhi, rifuggo per carattere, per inclinazione, specialmente in questo contesto, di esprimere giudizi così "tranchant": in tutto quello che non ci piace del nostro interlocutore, se lo consideriamo tale e replichiamo alle sue proposte, c'è qualcosa di buono ( se non altro la buona fede) che penso vada riconosciuto e "salvato".

    Ovviamente non penso che gli altri debbano condividere (tutte) le mie idee ma, se una cosa non la condivido provo, civilmente, se il tono del confronto è di questo taglio, a farlo notare.

    Tutto qua.
     
    Ultima modifica: 21 Novembre 2016
  2. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Io stavo solo facendo una battuta
     
  3. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    193
    Vedi Gaetano, il problema è che l'argomento è terribilmente serio e molto spesso nei dibattiti si tende a delegittimare la controparte, la differenza tra me e eolica è che io ti conosco e so che non intendevi offendermi, ti assicuro che se qualchedun altro avesse detto che avevo fatto un discorso confuso, la risposta sarebbe stata di un tono lievemente più tagliente. Gaeta' sto lavorando troppo se no un caffè con eolica te lo offrivo, tanto siete entrambi abbonati a Adelio
     
  4. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Quindi è possibile che io conosca eolica,pur non sapendolo. Se riesci a ritagliarti un piccolo spazio le mie pause lavoro le conosci...(ovviamente eolica compreso)
     
  5. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
    Appena possibile, creiamola l'occasione per un caffè da Adelio : offro io.

     
  6. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    193
    Domani dovrei essere in tournee a Fondi(vivo a rovescio, ufficialmente sono residente a Fondi ma in pratica sono più romano) @ gaetano:domani che fai mattina o pomeriggio?
    Inoltre per essere del club devi mettere un avatar rigorosamente bonelli. Scegli o dylan dog oppure zagor(se no ti rimane il comandante mark)
     
  7. Eddy

    Eddy

    Utente attivo

    Registr.:
    10 Mag 2003
    Messaggi:
    322

    Tanto per cambiare Ziogaetano ha espresso il mio pensiero molto meglio di quanto sarei mai riuscito a fare io:);).

    Quanto a quello che fanno gli Stati Uniti per far votare anche i loro cittadini che si trovano all'estero ... per quanto mi riguarda è solo l'ennesima conferma eclatante che noi Italioti, purtroppo:(, siamo capaci di copiare agli altri popoli, che da sempre e a ragione ridono alle nostre spalle, solo e sempre il peggio e mai il meglio!:(:mad:
     
  8. Eddy

    Eddy

    Utente attivo

    Registr.:
    10 Mag 2003
    Messaggi:
    322
    Come dimostrato dalla brutta fine che ha fatto la meritevolissima iniziativa di legge popolare relativa alla modifica del diritto di legittima difesa:(:
    http://www.fondani.it/forum/threads...-legge-sulla-legittima-difesa-in-italia.1080/
     
  9. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    193
    quindi sei d'accordo conn me riguardo questo punto del referendum: se si arriva al numero di firme entro un certo perioro la proposta di legge va trattata dalle camere (in funzione del tipo di legge).
    Comunque l'attuale legge elettorale fa votare solo i cittadini italiano(per la camera e senato) per cui i figli di italiani che stanno da 30 anni in australia se votano in italia è perché hanno deciso di essere italiani, possono avere la doppia cittadinanza fino ai 18 anni poi devono fare una scelta, per me hanno diritto a votare, anche perché in fin dei conti riguarda loro, se si fa una legge per cui i cittadini residenti all'estero devono pagare il doppio delle tasse(dico una cavolata solo per intenderci), devono avere il diritto di dire la loro.
    Comunque gaetanino, va bene pure mister no vista la tua veneranda età.
     
  10. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Veneranda età?beh, si, ma sono giovane dentro, molto dentro. Concludo i miei off topic. Sabato mattina dalle 10 in poi sono da Adelio. Paolo non inventarti scuse fatti vedere. Per eolica visto che non ci conosciamo :indosserô un perizoma tigrato con la scritta No a caratteri cubitali.
     
  11. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    193
    Per un caffe marca ascroc ci sarò... per eolica: sii puntuale perché il datore di lavoro di gaetano non concede più di 5 minuti nella pausa caffè.
    p.s.: io per contrapposizione mi metto un completo in pizzo con le ali tipo Victoria 's secrets
     
  12. AjejeBrazov

    AjejeBrazov

    Utente attivo

    Registr.:
    9 Mag 2015
    Messaggi:
    409
    Incontro...in lingerie?

    Beh,una modalità decisamente valida,
    se è per dimostrare di avere i requisiti di sana e robusta costituzione. :)
     
    A Ziogaetano piace questo elemento.
  13. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    193
    Guarda, questa campagna referendaria, ha trasformato la battaglia Clinton-Trump in una partita a Subbuteo, un gioco a chi ha più male all'avversario(e alla fine ci rimettiamo noi elettori), si urla solo
     
  14. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    Il primo che l'ha buttata in caci ara, consentimi, è il genio fiorentino minacciando la fine del suo governo in caso di vittoria del no e colorando politicamente una questione che di politico non dovrebbe avere nulla. Poiché una questione di tale rilevanza dovrebbe essere affrontata passando attraverso scelte condivise,a maggior ragione per il fatto che che la legge renzi boschi è passata con i voti di meno dei due terzi di ciascuna camera e quindi sottoposta a quesito referendario. Per una riforma che modifichererebbe un terzo degli articoli in un solo colpo, soluzione migliore sarebbe stata quella di eleggere una nuova assemblea costituente.
     
  15. masnut

    masnut

    Utente attivo

    Registr.:
    7 Dic 2004
    Messaggi:
    193
    Che Renzi abbia sbagliato a metterla sul personale se ne accorto pure lui, il discorso della bicamerale purtroppo non funziona, sono 25 anni che si prova ma alla fine non ci si mette d'accordo, ci vorrebbero 20 anni di dittatura per capire quale è il bene comune.
    In realtà il genio ha provato a chiedere delle controproposte, ma la risposta di Grillo è company è sempre stata la stessa, alla fine si è arrivati allo scontro frontale e al partito preso non cosa è importante, io non mi considero renziano e la modalità di elezione dei senatori è una cretinata(non so qual mente contorta l'ha partorita) ma il principio base di una camera delle regioni, che si occupi di argomenti regionali, anche se poi può dire sempre la sua, non è un'idea peregrina se ci pensiamo, della cancellazione del cnel, non dovevamo fare un referendum. Il problema non è la riforma, ma chi l'ha proposta e le opinioni a priori mi hannosempre dato fastidio(non ero priori contro il berlusca figurati il genio di firenze)
     
  16. Ziogaetano

    Ziogaetano

    Utente attivo

    Registr.:
    30 Lug 2016
    Messaggi:
    298
    La proposizione di un pacchetto tutto compreso da comunque l'impressione di voler fare qualcosa di poco chiaro. Sulla abolizione del CNEL e delle province penso che pochi hanno dubbi. Ma inserire questo in mezzo a tante altre questioni che richiederebbero tempo e condivisione è inaccettabile. Sul collegamento poi alla nuova legge elettorale e sul pericolo di deriva autoritaria, su questo forum qualcuno ironizza. Molti decenni fa, un tizio il cui cognome iniziava per M. iniziò proprio così.(legge acerbo, per i cultori).
     
  17. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
    Dire NO ad un riforma sbagliata per dire SI ad una riforma migliore

    In questo confronto fra “tifosi” diventa difficile introdurre elementi di riflessione sulla Riforma Costituzionale che Domenica 4 Dicembre potrà essere confermata con un SI, o bocciata con un NO, dal corpo elettorale.

    In molti hanno auspicato un confronto nel merito, libero da spirito di parte e da una avversione, a volte preconcetta, per l’avversario, in pochi sono riusciti a farlo.

    La disinformazione regna sovrana e ciascuno mobilita le proprie tifoserie in nome delle motivazioni più disparate. In molti, moltissimi, andranno a votare preferendo il SI o il NO senza averci capito una cippa degli obiettivi veri, e in parte giusti, della Riforma e delle sue conseguenze negative.

    Qualcuno è veramente convinto, sia detto senza offesa e vale allo stesso modo per l’altra parte per iniziative simili, che il popolo di fondani che ha riempito il Palazzetto dello Sport, su richiesta pressante del “suo” Senatore, esprimerà un voto di diniego documentato, convinto e consapevole ?

    Sarebbe invece bello, ed utile, se tutti prendessimo coscienza che il voto non c’entra, non dovrebbe centrarci niente con le scelte, giuste o sbagliate del Governo.

    Del fatto che una Riforma comunque ci vuole, ma che non serve una Riforma fatta male come questa e che, dovendo esprimere una valutazione complessiva con la scelta, inevitabilmente sintetica, per il SI o per il NO, non si riesce a cogliere a pieno i torti, ma anche le ragioni, di ciascuna delle parti in merito alla Riforma.

    Il mio è un giudizio, nonostante alcune cose positive, complessivamente negativo sulla Riforma e, indirettamente per “combinato disposto” sulla legge elettorale a corredo, ed il mio NO è pertanto scontato.

    Ma spero fortemente che possa diventare un NO ad una riforma sbagliata per dire SI ad una riforma migliore che, insieme ad una diversa legge elettorale, se si vuole, si può fare.
     
    A Francesco Fusco e brfiore piace questo messaggio.
  18. Carneade

    Carneade

    Utente

    Registr.:
    19 Ott 2016
    Messaggi:
    77

    gattopardismo
    s. m. (anche, meno comunem., gattopardite s. f.). – Nel linguaggio letter. e giornalistico, l’atteggiamento (tradizionalmente definito come trasformismo) proprio di chi, avendo fatto parte del ceto dominante o agiato in un precedente regime, si adatta a un nuova situazione politica, sociale o economica, simulando d’esserne promotore o fautore, per poter conservare il proprio potere e i privilegi della propria classe. Il termine, così come la concezione e la prassi che con esso vengono espresse, è fondato sull’affermazione paradossale che «tutto deve cambiare perché tutto resti come prima», che è l’adattamento più diffuso con cui viene citato il passo che nel romanzo Il Gattopardo (v. la voce prec.) si legge testualmente in questa forma «Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi» (chi pronuncia la frase non è però il principe di Salina ma suo nipote Tancredi).
     
  19. eolica

    eolica

    Moderatore Membro dello Staff

    Registr.:
    11 Mar 2012
    Messaggi:
    1.500
    Citazione quanto mai inappropriata, se riferita al sottoscritto,che ha come unico potere il suo voto e che prova, in uno scontro fra "tifoserie", a restare al tema, nella convinzione che una riforma, meno scombiccherata di quella proposta, ci voglia, ma che quella sotto esame il 4 Dicembre, con una legge elettorale di contorno, che oggi, solo oggi, tutti dicono di voler modificare,sia sbagliata.

    Passo e chiudo.
     
  20. Carneade

    Carneade

    Utente

    Registr.:
    19 Ott 2016
    Messaggi:
    77
    Tutti vogliono la riforma...ma nessuno la vuole...
    se non passa questa,la vedremo dall'aldilà la riforma che lor signori sognano;
    LA RIFORMA PERFETTA in contemporanea su tutti i megacinema interstellari, a partire dal 25/11/2296.
    Saluti da Marte.

    ps: almeno nessuno potrà più lamentarsi degli stipendi e del numero dei parlamentari;
    ah già,dimenticavo, poi nessuno avrà votato no;
    in alternativa avrà votato no, il signor nessuno,aspettando la RIFORMA PERFETTA...
    Italia...what else?
     
    Ultima modifica: 25 Novembre 2016

Condividi questa pagina